Suggerimenti

I giardini urbani. Un nuovo social network

Facebook , Twitter , Linkedin  o YouTube  sono quattro dei social network più utilizzati in Spagna nel 2014 . Tuttavia, a poco a poco sta emergendo un “nuovo” social network: gli orti urbani. 

Non sto parlando di giochi che possiamo trovare su qualsiasi pagina web o altro, ma; Parlo del fatto che negli ultimi anni è cresciuto il numero di persone che hanno osato comprare una zappa e chinarsi per coltivare i propri ortaggi.

Vediamo come funziona questo “nuovo” social network, che sono i frutteti

È davvero un “nuovo” social network?

Un social network è una struttura sociale composta da persone, organizzazioni o entità che sono collegate tra loro da uno o più tipi di relazioni quali: amicizia, parentela, relazioni economiche…

Con l’emergere di Internet, le parole “social network”  hanno avuto più significato a causa della capacità di globalizzare il mondo. Tuttavia, per molti anni, gli orti dei villaggi sono stati luoghi in cui, oltre a procurarsi il cibo quotidiano, erano punti di interazione tra le persone.

Fin dall’antichità, l’agricoltura non ha avuto solo importanza per ciò che suppone il fatto della produzione alimentare, ma ha avuto anche un’importanza sociale. La pittura ne è un chiaro esempio, nelle incisioni egiziane anche nei murales sudamericani del 1920 attraverso i migliori pittori europei, possiamo vedere riflesso che i frutteti possono essere un punto di connessione per le persone.

Per quello che da sempre i frutteti sono il grande social network in ogni luogo. Chi non ha sentito l’espressione “Ti porto nel frutteto”.

Torniamo al 2014 ..

Descriveremo un po’ cosa abbiamo quest’anno in Spagna, velocemente:

  • Internet è uno strumento utilizzato ogni giorno dalla maggior parte degli spagnoli
  • Tasso di disoccupazione intorno al 25%
  • Aumento dell’abbandono dei terreni agricoli dal 2011
  • Maggiore consapevolezza dei prodotti ecologici e importanza dell’ambiente

Mettendo insieme questi quattro valori, l’aumento degli orti urbani non dovrebbe suonare strano. È sempre più comune vedere orti urbani nelle città o in comunità come la Madrid Community Garden Network o il social network Shared Huertos.

Che cosa sono i giardini condivisi?

Come possiamo leggere sul loro sito web :

Huertos Compartidos mette in contatto le persone che vogliono coltivare con i proprietari terrieri.

Huertos Compartidos è il social network per gli amanti degli orti biologici.

Si tratta, quindi, di un social network che mette in contatto persone che hanno terreni che non utilizzano al servizio di persone che vogliono coltivare, pagando le prime con ciò che ottengono.

Il loro sito web è molto semplice e puoi registrarti come giardiniere o proprietario di un terreno. Al momento in cui scrivo questo articolo, Shared Gardens ha 3442 utenti, tra questi ci sono 220 proprietari e 687 orticoltori. Il resto delle persone è semplicemente registrato in attesa di un terreno e nel frattempo riceve informazioni dalla comunità.

Una volta registrato, puoi cercare nella loro mappa le terre che hanno e chi ci sta lavorando.

Il coordinatore di questa idea Santi Cuerda ha  promosso non solo l’uso dei frutteti in città, ma vuole anche promuovere l’uso del territorio periurbano. Questi giardini risolvono il problema del sovraffollamento degli orticoltori nei piccoli giardini e offrono superfici per più di 20 persone.

Quali altri aspetti devono essere presi in considerazione?

Qualcosa che dobbiamo tenere a mente è che molti di noi potrebbero non avere le conoscenze necessarie per iniziare il nostro giardino. Alcuni di noi sono fortunati ad avere persone anziane (oh, quelle nonne che aiutano tanto) ma se cerchiamo su Googlestart garden”  otteniamo un totale di 988.000 risultati!!

La pagina Giardini condivisi  ha uno spazio con suggerimenti e aiuto per le persone che vogliono davvero iniziare a coltivare. Da qui il successo di un altro tipo di social network come YouTube su Agrohuerto TV o pagine come la nostra  Agrohuerto.com

Come abbiamo iniziato a vedere qualche settimana fa nell’articolo 4, buone applicazioni mobili per iniziare con il nostro orto biologico, gli  orti biologici   possono avere il loro spazio in questa era tecnologica. Allo stesso tempo, questo articolo vuole essere un piccolo omaggio a ciò che i frutteti hanno significato per molto tempo: uno spazio di comunicazione e di conoscenza di sé e della propria natura. Quello che possiamo trovare in un social network, ma con un vero FarmVille.

Speriamo che iniziative come Huertos Compartidos continuino a prendere forma. Se conosci qualche altro progetto simile, commentalo nel forum. Vi lascio un proverbio cinese per chiudere.

Se vuoi essere felice per un’ora, ubriacati. Se vuoi essere felice un giorno, uccidi un maiale. Se vuoi essere felice per una settimana, fai un viaggio. Se vuoi essere felice per un anno, sposati. Se vuoi essere felice per tutta la vita, coltiva un giardino.

Ci vediamo nel frutteto!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *