Suggerimenti

Irrigazione Kalanchoe: [Necessità, frequenza e procedura]

La Kalanchoe è una pianta nota per le sue foglie e i suoi fiori, che solitamente sono molto vistosi e permettono di decorare qualsiasi ambiente.

Non sono però solo piante che possono crescere benissimo in giardino o in casa, ma hanno anche proprietà medicinali .

Questa caratteristica accompagna un folto gruppo di tipi di Kalanchoe, quindi molte persone si preoccupano di coltivarle e di prendersene cura adeguatamente.

Se questo è il tuo caso, è meglio che tu continui con noi in questo articolo in cui spiegheremo tutto sull’irrigazione del Kalanchoe.

Punti importanti quando si innaffia un kalanchoe:
  • Frequenza di irrigazione: durante l’ estate due o tre volte alla settimana, il resto dell’anno solo una o due volte a settimana.
  • Metodo di irrigazione: a goccia .
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: in qualsiasi momento della giornata.
  • Identificare l’acqua in eccesso: foglie marce, radici con danni irreversibili e malati.
  • Identificare la mancanza d’acqua: substrato secco, perdita di vitalità nelle sue foglie, fiori chiusi o con colori spenti.

Che esigenze di irrigazione ha la kalanchoe?

Questa pianta ha un bisogno di irrigazione che dipende molto dal tipo con cui viene trattata, dal momento che alcune annaffiano più di altre. Tuttavia, hanno in comune la necessità di non avere troppa umidità e molta meno acqua stagnante intorno a loro .

L’ideale è mantenere il substrato mediamente umido, ma senza esagerare, poiché l’acqua in eccesso può causare problemi alla pianta. Allo stesso modo, è indicato che il terreno ha un buon drenaggio per evitare che l’acqua ristagni e causino problemi all’esemplare.

Si consiglia di evitare l’uso di piatti sotto le pentole, se sono in una. Questo perché le stoviglie raccolgono e ristagnano l’acqua, facendo aumentare l’umidità nella pianta causando un impatto negativo.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione a Kalanchoe?

Tieni presente che questa pianta ha una resistenza significativa quando si tratta di mancanza di irrigazione. Per questo motivo può presentare segnali negativi a lungo termine.

Il primo segno di mancanza di irrigazione è che il substrato dove è piantata la pianta è secco e fragile.

Ciò renderà il terreno molto duro e potrà ostacolare lo sviluppo delle radici, provocandone l’atrofia. Allo stesso modo, la carenza d’acqua a lungo termine farà sì che le foglie diventino sottili e fragili e possano cambiare colore .

Allo stesso modo, i fiori di alcune specie possono mostrare perdita di colore e rimanere chiusi o con poca crescita. Nel peggiore dei casi, la mancanza di acqua potrebbe portare ad un completo degrado della pianta , impedendo la nascita dei fiori e l’appassimento delle foglie.

Ogni quanto bisogna innaffiare la kalanchoe?

L’irrigazione della Kalanchoe dipenderà molto dal tipo di pianta e dalla stagione in cui si trova. Questa pianta è molto brava a resistere al caldo, anche se di solito richiede un po’ più di acqua in quei momenti.

Pertanto, durante la stagione estiva è conveniente dargli due o tre irrigazioni alla settimana , facendo attenzione a non creare pozzanghere attorno ad esso. In primavera, autunno e inverno, invece, si consiglia di annaffiare solo una o due volte a settimana. 

Considera che il modo migliore per sapere quando innaffiare la tua kalanchoe è controllare che il suo substrato sia asciutto, segno che l’acqua è necessaria.

Qual è il modo migliore per innaffiare la kalanchoe?

Poiché l’acqua in eccesso è uno dei punti deboli di questa specie vegetale, è meglio utilizzare il metodo a goccia per l’irrigazione . Questo metodo ti consente di non correre rischi in termini di quantità di acqua che fornirai al tuo impianto, poiché sarai in grado di controllare l’intero processo.

Per poterlo svolgere in modo efficace è possibile installare un impianto di irrigazione a goccia, questi essendo molto economici e veloci da installare. Tuttavia, se non si desidera l’installazione o si dispone di poche copie, è possibile utilizzare un annaffiatoio da giardino per eseguire questo processo .

Durante l’irrigazione, mantenere sempre l’acqua nel substrato, evitando che tocchi le foglie oi fiori, poiché ciò può causare marciumi.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nella kalanchoe?

Poiché è una pianta molto resistente alla siccità, di solito soffre molto quando ha un’alta dose di acqua. Per questo motivo, uno dei principali segni di eccesso di acqua è il marciume delle foglie e delle radici .

Questo, nel caso delle radici, è un problema che potrebbe non avere una soluzione, e si consiglia di fare molta attenzione. Inoltre, l’acqua in eccesso può portare con sé una serie di malattie che impediranno alla pianta di svilupparsi correttamente.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • http://scielo.sld.cu/pdf/bvg/v20n2/2074-8647-bvg-20-02-129.pdf
  • https://revistabioagro.mx/index.php/revista/article/download/124/143
  • https://revista.ibp.co.cu/index.php/BV/article/download/571/pdf
Forse ti interessano anche:
  • 4 tipi e varietà più famosi di Kalanchoe
  • Kalanchoe Blossfeldiana Care: [terreno, umidità, potatura e problemi]
  • Kalanchoe Care: [sporco, umidità, potatura e problemi]
  • Talee di Kalanchoe: [Innesto, Stagione, Radicazione e Semina]
  • Prune Kalanchoe: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.