Suggerimenti

Come piantare tulipani e avere un giardino spettacolare: [12 passaggi + immagini]

Lo sapevi che uno di  le bolle finanziarie più discusse della storia in cui hanno recitato i tulipani?

Hai ragione. Nell’Olanda del XVII secolo , la gente iniziò a impazzire per i tulipani . La bolla ha raggiunto il picco quando Ha venduto una casa per un tulipano! 

Incredibile, vero?

Mi dispiace, ma è difficile per te diventare ricco oggi vendendo tulipani. Anche se puoi avere un giardino impressionante.

  • Quando coltivare i tulipani: [temperatura ed emisfero]
  • Parassiti e malattie dei tulipani: [rilevamento, cause e soluzioni]

Punti importanti quando si piantano i tulipani:
  • Quando? durante l’ autunno , quando il clima si è riscaldato e le notti sono diventate più fredde.
  • Dove? Zona di luminosità moderata.
  • Come prepariamo il terreno? Non è molto esigente in termini di supporto . Terreni sciolti, soffici, ricchi di sostanza organica e con buon drenaggio.
  • Come innaffiamo? Ideale con gocciolamento. Non sopporta affatto bene le pozzanghere e richiede terreno costantemente umido.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Associazioni favorevoli? Gli spicchi d’aglio.
  • Piaghe e malattie? Afide, Nematodi, Fuoco del Tulipano, Fusariosi, Mal del Sclerotium.

I tulipani L os sono piante bulbose molto utilizzate per decorare giardini e altri spazi , grazie alla sua incredibile diversità e alla sua capacità di sopravvivenza che ne assicura la fioritura .

Una delle sue caratteristiche principali è quella di vivere dipendono da un fusto sotterraneo. 

I loro organi sono adattati per conservare l’umidità e le sostanze nutritive necessarie per sopravvivere a condizioni difficili , come la siccità e il caldo intenso , permettendo loro di giacere dormienti sottoterra quasi senza luce.

Questa riserva di nutrienti permette di ricominciare un nuovo ciclo di fioritura quando le condizioni diventano favorevoli.

Quando coltivare i tulipani? Gli appuntamenti

Stiamo per piantare i tulipani  Durante l’autunno Quando il tempo è ha temperato e notti sono diventati più freddo.

Si consiglia di piantare i bulbi prima del primo gelo, in modo che il terreno non sia così duro.

Dove piantiamo i nostri tulipani? Temperatura e luminosità

I bulbi dovrebbero essere piantati quando la temperatura del suolo è compresa tra 13 e 16°C 

Ciò è particolarmente importante , poiché la temperatura del suolo ha un impatto diretto sulla durata della coltura.

I tulipani resistono molto bene alle basse temperature e tollerano meno i climi più caldi .

Temperature molto elevate aumentano la possibilità di attacco da parte del Fusarium oxysporum .

 Non sono esigenti quando si tratta di illuminazione. 

Nelle zone con alta incidenza della luce e temperature elevate , la fioritura è avanzata , il che fa sì che i tulipani raggiungano un’altezza più breve.

Per evitare ciò è possibile limitare i tempi di esposizione alla luce e utilizzare l’ombreggiatura.

Come innaffieremo? Umidità

Il terreno deve essere umido , ma non fradicio.

 Le pozzanghere fanno marcire i bulbi. 

Il tulipano richiede un alto tasso di umidità , superiore all’85% per evitare l’incidenza di attacchi fungini come Botrytis tulipae.

Ambienti molto secchi o a bassa umidità causano bruciature delle foglie e avvizzimento dello stelo , oltre ad aumentare le possibilità di aborto dei boccioli dei fiori.

Trucco:

Puoi mettere un pacciame fatto di paglia o corteccia o uno strato superficiale di sabbia per mantenere umido il terreno.

Il tulipano va annaffiato frequentemente fino alla fioritura, mantenendo il terreno sempre umido senza pozzanghere .

 Per questo motivo, l’opzione di irrigazione ideale è a goccia

Successivamente le irrigazioni si riducono ad una frequenza moderata.

Come prepariamo il terreno? Il substrato

Il tulipano non è molto esigente in termini di substrato . Possono crescere in diversi tipi di terreno , quindi non è necessaria un’ampia preparazione per la semina .

Prediligono comunque terreni sciolti, soffici, ricchi di sostanza organica e con buon drenaggio.

Inoltre, sono sensibili a concentrazioni molto elevate di sale nel terreno.

Se il terreno in cui vuoi piantare i tulipani è molto secco o duro, puoi inumidirlo leggermente e quindi allentare il terreno.

 Il pH ideale è tra 6.5 e 7.5 

Quando si concima, bisogna evitare che il letame sia fresco , poiché aumenta il rischio di contaminazione da parte di vari funghi, soprattutto Fusarium.

Come ottenere i bulbi di tulipano

Puoi ottenere bulbi di tulipano   in negozi specializzati. A seconda della varietà che acquisti, ognuno può generare da 1 a 4 fiori

Assicurati che i tuoi bulbi siano di colore marrone e abbiano una buccia sottile e consistente, simile alla buccia di una cipolla .

Evita di piantarlo se il bulbo si sente molle o appare appassito .

È meglio piantare i bulbi entro e non oltre una settimana dopo averli ricevuti, poiché non dovrebbero rimanere a lungo fuori dal terreno.

Come seminare i tulipani passo dopo passo

esistere  diversi metodi per piantare i tulipani . Qui spieghiamo due dei più semplici:

In vaso

  1. Se hai intenzione di piantare tulipani in vaso, dovresti considerare la varietà di tulipani che vuoi coltivare. A meno che tu non abbia un vaso eccessivamente grande, è meglio evitare di coltivare varianti giganti.
  2. Utilizzare vasi alti 30 cm per le varietà che raggiungono i 35 cm di altezza e vasi più piccoli per quelle varietà che raggiungono a malapena i 30 cm di altezza. Si consiglia di disporre di fori adeguati per un buon drenaggio.
  3. Mettere un pollice di pietre o ghiaia sul fondo della pentola per aiutare a mantenere i bulbi fuori dall’acqua .
  4. Quindi, posizionare il terriccio sulla ghiaia o sulle pietre , riempiendo il vaso a metà, assicurandosi che rimanga sciolto. Il terriccio è più consigliato del terriccio da giardino, poiché il primo ha meno batteri e più sostanze nutritive.
  5. Il migliore è una miscela appositamente realizzata per i tulipani che puoi acquistare in qualsiasi negozio specializzato.
  6. Una volta che la miscela è a posto e allentata , posizionare un sottile strato di sabbia sopra il terrenoServirà come secondo meccanismo di drenaggio che impedirà ai bulbi di inzupparsi.
  7. Su questo strato andrai a posizionare i bulbi , con la punta verso l’alto e facendo attenzione che rimangano stabili. Se pianti più di un bulbo in ogni vaso, cerca di mantenere una distanza tra 5 e 15 cm tra ciascuno.
  8. Infine, metterai l’impasto su di essi fino a riempire il contenitore , cercando di lasciare 2 o 3 centimetri prima di raggiungere il bordo.
  9. Mantieni il terreno umido, ma mai fradicioIl terreno saturo di acqua può far marcire i bulbi.
  10. Dopo la semina, conservare i bulbi in un luogo fresco per circa 3 mesi.
  11. Trascorso questo tempo, riponete la pentola in un luogo caldo e soleggiato. I tulipani stanno meglio alla luce diretta del sole, quindi posizionali vicino a una finestra o in un luogo soleggiato sul balcone o sul patio.

In giardino

  1. Scegli un luogo con luce diretta e, se possibile, con periodi di ombra. Dovrebbe essere ben ventilato e ben drenato.
  2. Pulisci il terreno. Si rimuove le erbacce e tutti i tipi di detriti per garantire che i bulbi ricevono la giusta quantità di nutrienti.
  3. Allenta la terra. Quindi, scavare buche di 6 pollici di diametro e 8 pollici di profondità, per varietà piccole e medie. Per le varietà più grandi potrebbe essere necessaria una profondità compresa tra 23 e 27 cm.
  4. Spargi un po’ di ghiaia sul fondo della buca. Puoi anche usarlo per fertilizzare il terreno. I bulbi di tulipano sono perenni , cioè rinascono più di una volta. A volte, tuttavia, il substrato e il clima consentono loro di fiorire solo una volta. Se vuoi che i tuoi tulipani fioriscano di nuovo dopo il primo anno, aggiungi un po’ di compost ai fori prima di coprirli.
  5. Posizionate i bulbi con le punte rivolte verso l’alto e copriteli con il terriccioSpremere un po’, ma fare attenzione a non spostare i bulbi. Se le punte si muovono, gli steli proveranno a crescere in quella direzione.
  6. Innaffia dolcemente la terra. Prima della fioritura conviene annaffiare frequentemente, mantenendo il terreno sempre umido senza pozzanghere.
  7. Dopo la fioritura dovresti annaffiare solo quando il terreno si è asciugato. È possibile sfruttare le piogge autunnali e invernali per fornire l’umidità necessaria.

Malattie e parassiti comuni dei tulipani

afidi

L’applicazione di liquame di ortica è raccomandata come prevenzione.

Per combattere gli afidi , si può applicare sulla parte inferiore delle piante sapone di potassio o biodegradabile .

Va applicato molto presto al mattino o al pomeriggio , quando il sole non colpisce più le foglie. Il sapone aiuterà a pulire la melata espulsa dagli afidi e ad ammorbidire le cuticole.

Se la peste persiste o è molto abbondante, dopo aver pulito le foglie con il sapone, applicheremo l’ estratto di neem , che fungerà da insetticida.

Nematodi

Per controllarli, possiamo piantare spicchi d’aglio come repellente. Possono essere trattati anche con sterilizzazione a vapore e solarizzazione.

Tulipano di fuoco (Botrytis tulipae)

È causato dal compost di petali e foglie.

È una malattia frequente e molto grave, in quanto attacca tutti gli organi della pianta .

I sintomi si manifestano come foglie ricurve e deformate e presenza di macchie grigiastre su foglie e fiori.

Per prevenirlo, si raccomanda:

  • Fai rotazioni di 4-5 anni senza tulipani.
  • Non riutilizzare il pacciame vegetale.
  • Rimuovere il fogliame essiccato in modo che non si decomponga nel vaso.

Fusarium appassimento (Fusarium oxysporum f. Sp. Tulipae)

È una malattia frequente e grave , che si manifesta più frequentemente durante il periodo vegetativo . I sintomi si manifestano come marciume sui bulbi.

Per prevenirlo, si raccomanda:

  • Fai delle rotazioni.
  • Evitare di conservare le lampadine o, in mancanza, di farlo in luoghi ben ventilati ed evitare lesioni durante la conservazione.

Malattia dello sclerozio (Sclerotium tulipae)

Questo fungo si diffonde attraverso il materiale vegetale e i terreni agricoli. L’interno del bulbo diventa grigio e marcisce a secco, sebbene mantenga radici sane.

Per prevenirlo, si raccomanda:

  • Disinfezione di bulbi e terreno.
  • Non crescere nello stesso campo dopo un altro bulbo.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.