Suggerimenti

La Zamioculcas: [Cura, Semina, Irrigazione, Substrato]

La Zamioculcas o Zamioculca zamicifolia è una pianta da interno molto bella, resistente, con un portamento moderno e poche cure.

Originario del continente africano, questo pianta erbacea perenne ha foglie verde scuro smerigliate con foglioline rotonde, un fusto e grosse radici fungono da ottime riserve idriche.

 

Caratteristiche delle zamioculcas

  • Famiglia vegetale: famiglia degli arum (Araceae).
  • Genere: Zamioculcas.
  • Specie: Zamioculcas zamiifolia.
  • Nomi banali: ZZ Plant, Zanzibar Gem, Aromatic Palm , Eternity Plant.
  • Origine: Kenia
  • pianta erbacea perenne.
  • Altezza: da 30 centimetri a 90 centimetri.
  • Tutte le parti della pianta sono velenose .
  • Infiorescenze luminose e bulbose.
  • Pianta d’appartamento popolare per i principianti.

La Zamioculca cresce infatti di circa 60 cm di altezza grazie all’ausilio di un succulento rizoma sotterraneo da cui spuntano foglie di 40 cm o poco più.

Queste foglie sono composte da numerose foglioline a taglio ellittico molto carnose.

Gli esemplari di questa specie possono crescere fino a raggiungere i 60 centimetri di altezza e svilupparsi da un succulento rizoma sotterraneo , da cui partono foglie pennate lunghe da 40 a 60 centimetri, composte da decine di foglie ellittiche, carnose, dentate, di colore verde scuro lucido, ciascuna Lunghezza da 7 a 15 centimetri e larghezza da 2 a 5 centimetri.

  1. Temperatura : Il calore medio va bene intorno ai 15-24°C e non inferiore agli 8°C.
  2. Luce : la luce intensa è buona ma non essenziale. Zamioculcas zamiifolia cresce bene in condizioni di scarsa illuminazione, è meglio evitare la luce solare diretta.
  3. Irrigazione : Lasciare asciugare il terreno sopra al tocco tra un’annaffiatura e l’altra e non annaffiare troppo. È meglio annaffiare questa pianta meno che troppo perché l’acqua in eccesso può causare la putrefazione dello stelo e del rizoma.
  4. Terreno : la maggior parte delle miscele di terriccio ben drenate sarà sufficiente se contengono una grande quantità di perlite o sabbia nella miscela (è possibile aggiungere più perlite o sabbia se necessario). È essenziale che ci siano buoni fori di drenaggio sul fondo del vaso.
  5. Fertilizzante : Durante la stagione di crescita principale (aprile – agosto) nutrire con un fertilizzante liquido bilanciato che viene diluito una volta al mese.
  6. Umidità : Si consiglia un’umidità media in casa, ma aumentare l’umidità se il riscaldamento artificiale all’interno della casa o del luogo di lavoro è piuttosto secco.
  7. Propagazione : Si può propagare per divisione dei rizomi o per talea di foglia. Le talee devono essere poste in un vaso con un coperchio di plastica e quindi si prevede che le radici inizino a crescere, il che potrebbe richiedere fino a un anno.
  8. PotaturaTagliare le foglioline che stanno diventando gialle vicino alla base dello stelo. Una volta che uno stelo è cresciuto molto più a lungo di tutti gli altri gambi, quello può essere rimosso o tagliato alla misura della punta. Il problema con il tagliarlo a misura in punta è che può essere piuttosto raro, quindi rimuoverlo completamente potrebbe essere l’opzione migliore.

Temperatura: dove piantare le zamioculcas?

Goditi temperature comprese tra 10 e 18 ° C

Sebbene le piante di questa specie possano svilupparsi in luoghi con poca luce, si consiglia di posizionare il vaso in zone ben illuminate con temperature che vanno dai 10 ai 18 gradi centigradi.

Luz: Che bisogni hai?

Questa succulenta perenne non richiede davvero elevate esigenze di illuminazione naturale. Può crescere in luoghi dove invece della luce solare abbonda la luce artificiale.

Ma lo stato di illuminazione ideale sarà quello in cui riceve luce naturale indiretta, in modo che i suoi germogli siano robusti e di colore verde scuro prodotto di un buon processo di fotosintesi .

Substrato e Compost: come prepariamo il terreno?

Uno degli aspetti principali della sua cura è che le radici crescano molto forte fino a ridurre il volume del terreno o del substrato , quindi è consigliabile passare a un vaso o vaso più grande ogni due anni. Non farlo rallenterà la tua crescita.

Per quanto riguarda la coltivazione da piccole piantine acquistabili nel vivaio di vostra fiducia, è ideale il trapianto in primavera, con l’ausilio di un vaso più grande della zolla dell’esemplare acquisito.

Per prima cosa viene posto uno strato di materiale per favorire un ottimo drenaggio, costituito da pellet di argilla, sassi spezzati, corteccia di pino , ghiaia o ceramica.

In secondo luogo, aggiungi un substrato composto al 50% di compost di foglie, terriccio di erica e perlite, insieme a un altro 50% di sabbia. Un’altra opzione è quella di acquistare un substrato universale per l’invasatura.

Poiché la pianta a volte deforma o danneggia il vaso a causa dell’ispessimento delle radici, potrebbe essere necessario romperlo con l’aiuto di uno strumento. Fare attenzione a non danneggiare le radici durante la procedura.

Irrigazione: come e con che frequenza annaffiamo?

La Zamioculca, come abbiamo già detto, ha una potente capacità di riservare acqua nei periodi di siccità grazie alle sue qualità rizomatose, per sopravvivere nelle zone aride da cui proviene.

L’irrigazione, quindi, non sarà mai abbondante, ma moderata e, come in quasi tutte le piante perenni, si ripeterà solo dopo aver verificato che il terreno o il substrato sia completamente asciutto.

Nel periodo invernale, le riserve idriche sono notevolmente ridotte. Inoltre, se smetti di annaffiarlo, non accadrà nulla di male. Una o due volte al mese sarà sufficiente. Non occorre nemmeno irrorarne il fogliame in estate , nei periodi di gran caldo, perché la Zamioculca saprà amministrarsi.

L’importante è che in primavera si aggiunga una volta al mese un buon concime all’acqua di irrigazione, perché in questo periodo è maggiore il consumo energetico della pianta.

Tollera perfettamente gli ambienti secchi, quindi non necessita di nebulizzazione sulla sua chioma in quanto si attiveranno le riserve idratanti dei suoi rizomi.

Questa perenne africana molto elegante abbellirà qualsiasi stanza della tua casa, in cambio di pochi affetti e due chiavi principali: irrigazione controllata e buona luce indiretta.

Lo zamioculca è tossico?

Sì, stai molto attento. Tutte le parti della zamioculca sono tossiche e quindi sconsigliamo di coltivare e utilizzare questa pianta in casa se si hanno bambini piccoli o animali domestici.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.