Suggerimenti

Liquidambar Styraciflua: [Semina, cura, irrigazione, substrato, parassiti]

Il Liquidambar styraciflua , noto anche come Liquidambar, Amber Tree, Estoraque, Ocozol, Estoraque Tree.

È un albero deciduo del genere Liquidambar originario delle zone temperate calde del Nord America orientale e delle regioni montuose tropicali del Messico e dell’America centrale.

Liquidambar Styraciflua è uno dei principali alberi forestali di pregio negli Stati Uniti sudorientali ed è un albero ornamentale popolare nei climi temperati.

Si riconosce dalla combinazione delle sue foglie a forma di stella a cinque punte e dei suoi frutti duri e appuntiti.

Pochi alberi sono spettacolari come Liquidambar Styraciflua durante l’autunno.

Attualmente è classificato nella famiglia delle piante delle Altingiaceae , ma in precedenza era considerato un membro delle Hamamelidaceae.

 

Punti importanti quando si semina un Liquidambar Styraciflua
  • Origine: Nord America e Centro America.
  • Tipo di foglia: decidua .
  • Quando fiorisce? Durante la primavera .
  • Che esigenze di luce hai? Seminare in un luogo con molta luce, preferibilmente.
  • Altezza approssimativa: tra 15 e 40 metri.
  • Può essere considerato un albero a crescita rapida .
  • Può essere considerato un albero ornamentale.
  • È estremamente resistente al freddo. No alla siccità.
  • La potatura, anche se a volte ti favorisce, non è essenziale.

 

Caratteristiche di Liquidambar Styraciflua

Dimensione

Liquidambar styraciflua è un albero di medie e grandi dimensioni, cresce tra 15 e 21 m in coltivazione e fino a 46 m in natura , con un tronco fino a 0,61 a 0,91 m di diametro, in media.

Questi alberi possono vivere fino a 400 anni!

L’albero ha una forma simmetrica e una chioma ovoidale, quando i rami diventano troppo pesanti dopo i primi due anni di coltivazione.

Piccoli rami

Un’altra caratteristica distintiva dell’albero è l’aspetto peculiare dei suoi piccoli rami e ramoscelli.

La corteccia aderisce a queste su placche marginali piuttosto che lateralmente, e con un po’ di fantasia un pezzo del ramo senza foglie assume facilmente la forma di un rettile; infatti, l’albero è talvolta chiamato “legno di alligatore”.

La corteccia è marrone chiaro sfumata di rosso e talvolta grigia con striature scure. È profondamente fessurato con creste squamose. I rami sono stratificati con sughero.

Le ramificazioni sono molto corte, molto angolate, alate e dapprima ricoperte di peli rugginosi, poi virano al bruno rossastro, grigio o bruno scuro.

Come albero ornamentale, Liquidambar styraciflua ha un inconveniente: i rami possono avere creste o “ali” che formano più superficie, aumentando il peso a causa dell’accumulo di neve e ghiaccio sull’albero .

Il legno è però pesante e duro con venature ad incastro, ma è difficile da stagionare.

 

Liquidambar styraciflua fiori

I fiori compaiono solitamente in primavera e persistono in autunno/autunno, a volte persistono in inverno .

Normalmente hanno un diametro di 25-38 mm e sono ricoperti di peli arrugginiti.

I fiori sono unisessuali e di colore verdastro. I fiori stami in racemi terminali lunghi da due a tre pollici, il pistillo in una testa solitaria su un peduncolo sottile portato sull’asse di una foglia superiore.

I fiori staminati sono privi di calice e corolla, ma sono circondati da brattee pelose.

stami indefiniti; filamenti corti; antere invadenti. Fiori pistillati con ovario a due cellule e due spighe, i carpelli prodotti in uno stile lungo, ricurvo e persistente.

Le ovaie più o meno si uniscono e diventano dure nel frutto. Ci sono molte uova ma poche maturano.

 

Come prepariamo il terreno?

È importante che il terreno dreni correttamente e che l’acqua non sia facilmente pozzanghera.

Vogliamo che sia acido, cioè con un pH compreso tra 4 e 6.

Quanto spesso annaffiamo?

Durante i primi mesi e anni, il liquidambar styraciflua ha bisogno di umidità. Soprattutto in estate .

All’inizio annaffia praticamente tutti i giorni se fa caldo e in inverno ogni 2-3 giorni.

Si consiglia l’irrigazione a goccia .

 

La semina di un Liquidambar styraciflua passo dopo passo

  1. Ottieni semi liquidambar nel tardo autunno dopo che i baccelli spinosi e rotondi maturano in un solido colore marrone chiaro. Raccogliere i semi di baccelli direttamente dalla pianta piuttosto che raccogliere da terra, perché baccelli cadenti possono trasportare insetti o parassiti fungini.
  2. Metti i baccelli liquidambar in un sacchetto di carta.
  3. Chiudi la parte superiore della borsa. Col ócalas in un luogo caldo e asciutto per 3-10 giorni o finché non lasciano cadere i baccelli.
  4. Scuoti periodicamente il sacchetto per aiutare i semi a muoversi.
  5. Immergere i semi del liquidambar in una ciotola d’acqua durante la notte per determinare quali sono vitali. Scartare tutti i semi che galleggiano sulla superficie dell’acqua. Scava i semi che affondano sul fondo. Mettili ad asciugare su un foglio di giornale mentre prepari i contenitori.
  6. Riempire i vasi inizialmente con compost sterile.
  7. Seminare un seme liquidambar in ogni vaso. Premere sulla superficie del compost. Coprire il seme con uno strato di sabbia grossolana.
  8. Spruzza abbondantemente la sabbia per sistemarla.
  9. Avvolgere ogni vasetto di avviamento in un sacchetto di plastica trasparente. Conservare i vasetti in frigorifero per un mese per stratificare a freddo i semi. Spruzzare i semi quando il compost e la sabbia sono bagnati sotto la superficie.
  10. Spostare le barche di avviamento in un telaio fresco leggermente ombreggiato e isolato o al chiuso vicino a una grande finestra dopo che il periodo di stratificazione fredda è terminato.
  11. Continua ad innaffiare i semi liquidambar finché il compost è leggermente umido sotto la superficie. Usa uno spruzzatore per innaffiare i semi, poiché un getto d’acqua più pesante li laverà dal terreno.
  12. Cerca le prime piantine liquidambar aspettando da due a quattro settimane.
  13. Trapiantare le piantine in contenitori individuali pieni di terriccio quattro settimane dopo la germinazione.
  14. Coltiva le tue piantine liquidambar in un luogo ben illuminato e riparato all’aperto con il sole mattutino e pomeridiano.
  15. Acclimateli alla luce solare diretta per una settimana a fine estate.
  16. Trapiantare i liquidambar a terra in autunno dopo le prime piogge. Scegli un luogo soleggiato con terreno abbastanza umido e drenante. Dagli acqua durante la stagione secca nel suo primo anno.

 

Liquidambar styraciflua cura

Fai attenzione se hai erba e i frutti cadono. Passare il tosaerba può rimbalzare forte e ferirti. Si consiglia di tracciare preventivamente.

La potatura del liquidambar styraciflua viene invece effettuata prima della fioritura. Si eliminano quei rami secchi e si cerca di aerare l’interno dell’albero.

Per il resto, questo albero non ha bisogno di molte più cure.

Piaghe e malattie

Successivamente mostreremo un elenco dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono il liquidambar syraciflua.

Liquidambar styraciflua parassiti

  • Bagworms (membri della famiglia Psychidae ).
  • Punteruolo nero la vite ( Otiorhynchus sulcatus).
  • Scala Calico (scala di cotone-cuscino).
  • Verme di ragnatela autunnale ( Hyphantria cunea ).
  • Rullo per alberi da frutto ( Archips argyrospila ).
  • Gigante della mosca bianca ( Aleurodicus dugesii ).
  • Minatori fogliari (appartiene a molti generi).
  • Bruco gobba rosso ( Schizura concinna ).
  • Bruchi di carpa (trovati nel genere Malacosoma ).
  • Falene tussock (quelle della famiglia Lymantriidae ).
  • Squama di noce ( Quadraspidiotus juglansregiae ).

Malattie liquidambar styracifluaa

  • Bruciatura batterica delle foglie.
  • Chancre (causato da batteri e funghi).
  • Clorosi ferrica (nei terreni alcalini).
  • Macchie fogliari (causate da funghi e batteri).

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *