Suggerimenti

Agricoltura di precisione: [Concetto, usi, esempi]

 Agricoltura di precisione  è un tipo di agricoltura in forte espansione.

Ciò è dovuto al sostanziale aumento che esso provoca nella produttività delle colture utilizzando tecniche di geolocalizzazione e statistiche e tenendo conto dell’eterogeneità delle diverse colture .

Per esempio:
  • La geolocalizzazione consente di ottenere maggiori informazioni sulla trama , con molti più dettagli.
  • Tiene conto di variabili come clima, suolo, crescita delle erbe infestanti , malattie , ecc. per uso statistico.
  • Adotta un approccio preventivo utilizzando campioni fisici o il telerilevamento satellitare.

Che cos’è l’agricoltura di precisione?

L’agricoltura di precisione comprende l’attività di osservazione, studio e analisi della gestione della produzione agricola , con l’obiettivo di risolvere qualsiasi fattore che influenzi il successo o il fallimento di una coltura.

La chiave principale dell’agricoltura di precisione è l’uso della tecnologia, che fornisce maggiori informazioni all’agricoltore , grazie all’utilizzo di un’ampia varietà di strumenti come sistemi GPS, droni, robotica, utilizzo di sensori, veicoli a guida autonoma e sistemi di controllo , tutto questo aiutato da hardware automatizzato, telematica e software.

Per la corretta applicazione di queste tecnologie specializzate, è necessario avere il supporto di professionisti  come ingegneri agrari, elettronici e di sistema, tra gli altri specialisti che possono interpretare correttamente i dati prodotti da questi dispositivi intelligenti.

Le tecnologie formate dal cosiddetto Global Navigation Satellite System (GNSS), sensori e immagini satellitari e aeree , insieme ai sistemi di informazione geografica (GIS) consentono stimare, valutare e comprendere tali variazioni inter o intra-coltura.

Per esempio:
Queste informazioni ci consentiranno di adottare con maggiore precisione quanto, ad esempio, dobbiamo applicare ai terreni di fertilizzante, ma soprattutto, sarà molto utile prevedere con maggiore precisione quanto sarà buona la resa e la produzione delle colture.

Come nasce questo tipo di agricoltura?

Questo metodo ha il suo diretto antecedente negli studi condotti da ricercatori dell’Università del Minnesota, nel 1985, quando ottennero cambiamenti o variazioni nei fertilizzanti a base di calcio negli appezzamenti agricoli.

Si è diffusa anche la cosiddetta pratica del grid-sampling, che consiste nel prelevare campioni su rete o punto fisso per ettaro.

In questa fase, già verso la fine degli anni ’80, furono prelevati campioni di estrazioni dove comparvero le prime mappe di raccomandazione per apporti modulati di elementi fertilizzati.

Sono emerse anche correzioni del pH del suolo .

Ma indubbiamente, lo straordinario sviluppo delle tecnologie in tutti gli ambiti della vita ha portato anche a sostanziali miglioramenti della produttività delle colture.

 I cosiddetti sistemi GPS Sono stati una benedizione per la grande agricoltura, riuscendo a coprire milioni di ettari in tutto il mondo per realizzare dettagli che migliorano la qualità delle colture e, quindi, elevano la qualità della vita delle persone , perché l’ economia migliora anche l’aumento della redditività di colture.

L’evoluzione della tecnologia ha permesso lo sviluppo di sensori prestazionali e il loro utilizzo, insieme alla comparsa del GPS, non ha smesso di crescere fino a raggiungere attualmente diversi milioni di ettari coperti da questi sistemi.

Lo sapevate…
I paesi pionieri dell’agricoltura di precisione sono Stati Uniti, Canada e Australia.

In America Latina, l’Argentina è all’avanguardia nell’uso di questi strumenti di precisione, sia in sviluppo di agro-componenti come nei tassi di adozione. 

Raggiunge un’ampia copertura di ettari seminati con la modalità dell’agricoltura di precisione, dove sono stati formati anche professionisti secondo questa filosofia di lavoro che cerca di aumentare la produttività dei campi.

Il Brasile, paese dalla biodiversità impressionante , ha sviluppato anche un’interessante agricoltura di precisione , utilizzata anche per prendersi cura dell’ambiente e realizzare studi su colture varie come la soia, il mais , l’eucalipto, il cotone, il riso , il grano , la canna da zucchero e frutti come uva , arance e pesche .

Nel vecchio continente europeo i pionieri furono gli inglesi e poi i francesi , che con lo sviluppo dei sistemi GPS hanno ottenuto una diffusione modulare di queste pratiche, con ottimi risultati, al punto che attualmente solo il 10% della popolazione francese non ha questi strumenti di modulazione nei campi.

Perché è importante l’agricoltura di precisione?

Come è già stato visto, il supporto in questi  gli strumenti tecnologici ottimizzano la gestione delle parcelle agricole, sotto vari punti di vista. Questi sono:

agronomico

 Agronomico: le pratiche colturali sono adattate alle esigenze delle piante . Per esempio: determinare il fabbisogno di azoto

Ambientale

 Ambientale: vi è una riduzione dell’impatto dell’attività agricola sui suoli e sull’ambiente.

Economico

 Economico: La competitività è aumentata, perché le pratiche agricole sono ora più efficienti , generando meno perdite e dividendi più elevati.

Per esempio:
Gestione dei costi del letame azotato.

Anche questa modalità di agricoltura di precisione permette di stabilire azioni corrette avendo a disposizione informazioni scientifiche della massima veridicità , di avere una memoria del campo che ci permetta di prendere decisioni assertive che alla fine si tradurranno in un notevole miglioramento della qualità dei prodotti nazionali. 

Quali vantaggi e svantaggi ha?

Vantaggio:
  • Permette di identificare di quale tipo di irrigazione l’area necessita.
  • Aiuta anche sapere se dobbiamo applicare fertilizzanti e quale tecnica di coltivazione è la più conveniente.
  • Con il supporto delle tecnologie utilizzate è inoltre possibile identificare il tipo di parassiti che possono attaccare la produzione ed effettuare un rigore molto più efficiente nei controlli antiparassitari .
  • Vengono risparmiate risorse vitali come acqua, sostanze nutritive ed energia.
  • Diminuisce anche l’impatto ambientale, perché è meglio specificare quali sono le risorse naturali che possiamo utilizzare per migliorare la produttività dei campi . Ad esempio, con il supporto nell’uso dei droni, è possibile visualizzare e identificare su mappe le quantità di fertilizzanti, pesticidi ed erbicidi di cui abbiamo realmente bisogno e i luoghi specifici dove applicarli, una metodologia che evita di danneggiare altre colture e che ne beneficia l’ambiente.
  • Riduce i costi di produzione e si ottengono rese più elevate , migliorando i margini di redditività.
Svantaggi:
  • Forse la difficoltà più grande è che l’utilizzo di queste tecnologie richiede personale addestrato per attivare e quindi interpretare i dati lanciati da sensori di terra e aria, droni e apparecchiature in grado di identificare tutte le carenze e le esigenze degli impianti.
  • Un altro svantaggio è legato ai costi di tutte le attrezzature necessarie affinché la gestione delle colture sia migliore e più produttiva . Sempre, sempre la tecnologia agricola sarà un’acquisizione che porterà grande redditività e produttività sostenibile a lungo termine .

In cosa si differenzia dagli altri tipi di agricoltura?

Fondamentalmente si differenzia da altre forme di agricoltura ( intensiva , di sussistenza o biodinamica ) perché non funziona empiricamente, ma sulla base dello studio di tutte le variabili che influiscono sulla stabilità delle colture, con il supporto di tecnologie che spaziano dai sistemi del GPS all’uso dei droni.

Permette di effettuare un’analisi molto più approfondita del territorio,  che implica conoscere la variabilità del campo, È possibile sapere se il luogo è ottimale per coltivare ciò che può essere prodotto in esso e ciò che serve per elevare la qualità dei suoli.

Grazie a questa tecnica si possono effettuare prelievi di terreno per conoscerne le condizioni , il tipo di sostanza organica che ha, le carenze e i nutrienti che può fornire.

Pertanto, l’agricoltura di precisione è uno dei pilastri della cosiddetta agricoltura sostenibile , perché è molto rispettosa delle colture, della terra e degli agricoltori , dove si identificano limiti ecologici, economici e sociali che garantiscono il mantenimento della produzione a lungo termine.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.