Suggerimenti

Come piantare gigli nel tuo giardino o frutteto: [Guida completa]

 I gigli ( lillium, detti anche gigli , sono piante da fiore che hanno due tipi principali: quelle con fiori bianchi che formano un tubo e gli ibridi a forma di calice.

Lo sapevate…
I gigli sono tra le 5 piante ornamentali più vendute al mondo? Il primo posto è ancora per la rosa .

Sono usati come piante ornamentali in vaso o mazzi. Vengono dall’Asia e dalla Turchia. Il più grande produttore di bulbi è l’Olanda, come per i tulipani

  

Punti importanti quando si piantano gigli:
  • Quando? Dipende da quando vuoi raccogliere i bulbi di giglio. Si seminano 5 mesi prima del raccolto. Emisfero Nord (mesi di agosto e ottobre) ed emisfero sud (mesi di marzo e maggio).
  • Dove? Un luogo semiombreggiato. Anche se ha bisogno di un po’ di luce. Idealmente, dovresti ricevere 4-6 ore al giorno. Non resiste al gelo e alle temperature troppo elevate.
  • Tempo di crescita? Circa 5 mesi dalla semina.
  • Temperatura ottica? Tra 14ºC e 19ºC.
  • Tipo di terreno? Sopporta bene la maggior parte dei terreni, anche se evita quelli argillosi. Prova che il pH è  6 e 7 o anche 5,5.
  • Come innaffiamo? Si consiglia l’irrigazione a goccia .
  • Quanto spesso annaffiamo? Bisogna essere generosi, soprattutto d’ estate . Acqua ogni giorno ad alte temperature. Resto dell’anno, in caso di assenza di pioggia, ogni 3 giorni.
  • Quali associazioni favorevoli hanno? Altre piante ornamentali, anche se nessuna in particolare.
  • Piaghe e malattie? Afidi, acari, tripidi, formiche, lumache e nematodi.

Tipi di gigli

Le principali specie di gigli sono:

  • Longiflorum Group : o anche conosciuti come i classici gigli, hanno da tre a cinque fiori rivolti verso l’esterno, a formare una specie di tubo.
  • Gruppo orientale : questi fiori hanno un po’ più di fragranza oltre ad essere a forma di stella. Può essere di diversi colori e anche le foglie sono orientate verso l’alto.
  • Gruppo asiatico : questa spezia ha un po’ più di fiori (5-9). Non hanno odore e hanno la forma di un calice. 

 

I gigli hanno un fusto verticale , generalmente corto, anche se può raggiungere un metro di altezza e ricoperto da foglie che possono essere separate e piantate in un mezzo di propagazione per un’eventuale riproduzione .

Le sue radici contengono una funzione ormonale molto importante per cui devono essere preservate quando si conserva il bulbo della pianta .

Il frutto invece è un contenitore di semi con uno schema di germinazione molto complesso, quindi di solito non vengono utilizzati per questo scopo . Per la moltiplicazione dei gigli si usa solitamente il suo bulbo.

Quando seminare il giglio? Gli appuntamenti

Puoi piantare i bulbi di giglio circa cinque mesi prima del raccolto.

Questo varia a seconda dell’emisfero ; al Nord si raccolgono tra i mesi di agosto e ottobre  nel frattempo a  al sud si raccolgono tra i mesi di marzo e maggio. 

Se vuoi conservare i bulbi devi mescolarli con la torba in modo che siano completamente asciutti e confezionarli in sacchetti completamente ermetici e permeabili.

Successivamente conservarli in un luogo asciutto e senza luce. Puoi anche scegliere di congelarli a temperature comprese tra 1 e -2°C. 

Puoi conservarli per un periodo di poco superiore ai dodici mesi , anche se prova a  considerare che più lungo è il periodo di conservazione, più breve sarà il successivo ciclo di crescita.

 

Dove piantare il giglio? Luce e temperatura

Se hai intenzione di seminarlo all’aperto, assicurati che abbia sempre un buon substrato e che sia compatto in modo che i fusti della pianta siano robusti e in generale ci sia un buon drenaggio, soprattutto nelle stagioni calde.

quanto a  la luce i gigli preferiscono la penombra. 

Tuttavia, la pochissima presenza di luce fa apparire foglie pallide , steli deboli e fiori recisi hanno una vita più breve nel vaso. D’altra parte, la luce in eccesso, soprattutto in estate, può produrre pali corti.

Come preparare il terreno? PH e tipo di terreno

Puoi seminare i gigli in  tutti i tipi di terreno, purché possiedano una buona struttura e una corretta permeabilità durante tutto il periodo di coltura , soprattutto per lo strato superficiale, dove si trovano i bulbi , ovvero dove si sviluppano le radici.

Se puoi, evita i terreni argillosi.

Nel caso non si disponesse di altre alternative, è possibile miscelarli con un substrato come l’ humus in modo da trattenere l’umidità e assimilare l’ingresso di ossigeno.

Questo è un elemento essenziale nel terreno per ottenere un apparato radicale sano e abbondante dei bulbi.

È di grande importanza mantenere un pH adeguato. Per quanto riguarda i livelli di pH, cerca di mantenerlo tra 6 e 7 o anche 5,5 . Ricorda che un eccesso o una carenza di pH può rendere la pianta più suscettibile a contrarre parassiti o malattie .

 

Come innaffiamo?

È importante annaffiare continuamente le ninfee, soprattutto nelle prime fasi di vita . Se hai dei dubbi su quanto hai innaffiato la tua pianta, ricorda che è meglio che il terreno sia un po’ asciutto piuttosto che si allaga.

L’eccesso di acqua provoca una minore traspirazione della coltura , il che significa una riduzione del trasporto di minerali causando carenze nella pianta compreso lo sviluppo dei fiori.

Se il vostro impianto è troppo allagata, dare  maggiore ventilazione e substrati asciutti come la torba o fibra di cocco.

La semina del giglio passo dopo passo

  1. Una volta acquisiti i bulbi, cerca di piantarli il prima possibile su un terreno umido.
  2. Quindi fai un buco nel terreno della larghezza del tuo bulbo e seppelliscilo in modo che sia un po’ meno della metà sopra la superficie. Cioè, deve sembrare un iceberg.
  3. Assicurati che le radici siano ben interrate e che l’apice sia completamente verticale.
  4. Quindi metti del substrato attorno ad esso per livellarlo e non schiacciare il terreno.
  5. Se avete acquistato i bulbi congelati è molto importante non scongelarli al sole , ma piuttosto lasciarli a temperature di circa 10°C.
  6. Se lo scongela a temperature più elevate, causerai una perdita di qualità.
  7. I bulbi che hai scongelato non potranno mai più essere congelati .
  8. Lasciali scongelare per circa due o tre settimane e poi semina come il processo già descritto.

 

Quali associazioni favorevoli ha?

I Daylilies sono tipicamente conservati in vaso singolarmente , ma puoi metterli insieme ad altre piante ornamentali per dare al tuo giardino o frutteto un aspetto bellissimo .

Quali parassiti e malattie ti colpiscono?

I principali parassiti della coltura sono afidi, tripidi, acari e nematodi:

afidi

Gli afidi succhiano la linfa dalla pianta riducendone la forza. Si trovano nella parte apicale della pianta, in teneri germogli e boccioli di fiori. Si consiglia di spruzzare con estratto di neem o sapone di potassio

viaggi

I tripidi si sviluppano sulle scaglie dei bulbi piantati e conservati, producendo una colorazione marrone e raggrinzimento delle scaglie.

Le misure preventive contro afidi e tripidi comprendono : l’uso di zanzariere nelle serre e l’eliminazione delle erbe infestanti.

 

acari

Gli acari attaccano le squame sui bulbi immagazzinati che diventano di colore bruno-rossastro . Queste ferite possono portare alla putrefazione del bulbo.

Nematodi

I nematodi provocano striature brune sulle foglie, fusti rigonfi e fessurati , e sui bulbi scaglie a macchie brune, dall’aspetto rugoso e duro. Possono essere controllati disinfettando il bulbo con il vapore e potando le piante.

Che cosa  parassiti secondari  ma che provocano gravi danni se sono presenti sono le lumache, lumache , formiche da potatura, trivelle e roditori.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.