Suggerimenti

Malattie e parassiti della fava: guida completa con foto

Ciao a tutti agrohuerter! Nell’articolo di oggi impareremo quali sono i parassiti e le malattie più importanti delle fave e come possiamo controllarli. L’identificazione dei diversi sintomi è essenziale quando si effettua una buona diagnosi nei nostri giardini. Pertanto, con l’aiuto delle foto e delle varie linee guida, spero che dopo questo articolo possiamo confermare se i nostri fagioli sono in buone condizioni o meno.

Ti ricordo alcune informazioni importanti:

Nel mondo scientifico è conosciuta come  Vicia faba. Appartiene alla famiglia delle fabaceae (dette anche legumi) come soia, lenticchie, erba medica, … Il fagiolo è una pianta erbacea rampicante (i fusti si aggrovigliano) e annuale. Questa specie è coltivata in tutto il mondo grazie ai suoi semi, utilizzati negli alimenti. Nelle radici possiamo trovare una sorta di noduli per la loro capacità di fissare l’azoto nel terreno.

1. Parassiti e malattie delle fave: i parassiti più importanti

Insetti marroni: legume sitonia

La sitona è una specie di coleottero che colpisce principalmente i legumi da granella (fave, lenticchie, fagioli, piselli, …). In primavera si nutrono sul bordo delle foglie. Dopo la riproduzione, la deposizione avviene nel terreno e da lì le piccole larve si nutrono delle radici.

Per rilevare la sua presenza dobbiamo guardare il bordo delle foglie danneggiate. Questi danni si traducono in ritardo della crescita. Le larve, invece, non provocano danni significativi alle radici.

Ecco una foto di alcune sitonia che ho incontrato durante il mio stage in Francia:

Afidi neri su fave

Gli afidi appartengono alla famiglia degli afidi e come abbiamo visto in altri articoli, sono uno dei parassiti più comuni nei frutteti e nei giardini. Sono di piccole dimensioni (1-3 mm di lunghezza) e possono presentare colorazioni diverse a seconda della specie a cui appartengono.

Attaccano i giovani germogli di colture ad alto contenuto di zucchero. Le larve provocano danni creando gallerie nelle foglie delle piante. Per quanto riguarda gli adulti, si nutrono succhiando la linfa da foglie, gemme e giovani germogli utilizzando lo stiletto dell’apparato boccale. Inoltre, espellono un liquido appiccicoso e zuccherino chiamato  melassa  che attira le formiche.

Favoriscono la comparsa di un fungo noto come  grassetto  e possono anche trasmettere virus da una pianta all’altra.

Esistono molti metodi per combattere gli afidi che puoi consultare negli articoli precedenti. Oggi vi lascio un link su come preparare un infuso all’aglio per terminarli.

Tripidi di piselli su fagioli

Segni argentei o brunastri possono essere visti sulle piante colpite da questo insetto. I tripidi adulti sono neri e le ninfe, al contrario, sono di colore giallo pallido. Questa specie è molto dannosa soprattutto nelle estati calde e secche.

Controllo: Sorveglianza e trappole cromatiche.

2. Malattie della fava

Ruggine della fava ( Uromyces viciae-fabae )

Come suggerisce il nome, questo tipo di ruggine colpisce le fave ma possono essere colpiti anche altri generi come Pisum, Lens, Lathyrus e Orobus. È presente su tutto il territorio nazionale. Ha bisogno di temperature miti e umidità molto elevata. Può comparire dopo lunghi periodi di abbondanti piogge.

È caratterizzato dalla comparsa sulle foglie di macchie circolari di almeno 1 mm di diametro. Successivamente, si possono vedere pustole color cannella e, nelle fasi successive, pustole di colore nero compaiono sugli steli e sulle foglie. Può causare una significativa defogliazione delle piante.

Macchie marroni sui fagioli: muffa

Uno dei funghi che più colpisce le fave è la peronospora. Questo fungo colpisce anche altri tipi di colture come pomodori, meloni, broccoli, ravanelli, rape, … Può essere danneggiato dal fungo in qualsiasi fase di crescita. Tuttavia, a causa delle condizioni che richiede il freddo e l’umidità per svilupparsi, di solito compare allo stadio di piantina e nelle piante mature. Produce macchie dall’aspetto untuoso di diverse tonalità sulle foglie, che in seguito diventano marroni e appassiscono.

Per controllare questa malattia bisogna evitare che le piante trapiantate vengano infettate e si consiglia di scegliere varietà resistenti a questa malattia. Inoltre, è importante mantenere il terreno pulito da erbacce o infestanti e fare attenzione con l’acqua di irrigazione in eccesso.

Nell’immagine seguente potete vedere l’aspetto di una pianta di fagiolo colpita da Muffa .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.