Suggerimenti

Muffa bianca nel terreno delle piante: perché esce e come eliminarla

È molto comune vedere apparire uno strato biancastro di muffa sul substrato della pianta, soprattutto quando si tratta di piante da interno in vaso e il substrato è una miscela acquisita in precedenza. E sebbene sia normale farsi prendere dal panico quando si scopre la muffa bianca nel terreno delle piante, non sempre significa qualcosa di necessariamente dannoso: in piccole quantità, alcune muffe possono anche essere benefiche ostacolando lo sviluppo di altri elementi indesiderati per le piante. Tuttavia, quando la muffa colonizza l’intero substrato, deve essere eliminata perché diventa un pericolo per la pianta. Se vuoi conoscere le cause della muffa bianca nel terreno delle piante e come eliminarla o prevenirla, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde.

Perché la muffa bianca cresce sul terreno?

La prima cosa che devi sapere è che non ogni volta che vedi uno strato biancastro sopra il terreno nel tuo vaso è muffa. È molto comune che, soprattutto se irrigato con acqua corrente, il terreno accumuli nel tempo un piccolo deposito di sali e calce. Questo perché la pianta assorbe i nutrienti e l’acqua dal terreno, lasciando dietro di sé queste sostanze di cui non ha bisogno. All’inizio sembrerà una specie di velluto biancastro, ma man mano che si accumula finirà per diventare uno strato fragile, che è molto facile da rimuovere con le mani o rimuovendo i primi centimetri di supporto e poi mettendone un po’ di nuovo uno.

Se invece lo strato biancastro è umido, si tratta di muffa bianca nel terreno delle piante. È anche facile da identificare dal modo in cui si diffonde: se colonizza rapidamente l’intero substrato, o anche la pianta, è sicuramente un fungo.

È molto comune che questo appaia in miscele di substrati con sostanze nutritive, poiché sono un ambiente che ne favorisce anche lo sviluppo. Questo apparirà sul terreno quando le condizioni di umidità e temperatura sono elevate, che insieme ai nutrienti nel substrato favoriranno la crescita di muffe.

Nel caso delle muffe saprofite, si nutrono solo di materia vegetale morta, quindi non rappresentano alcun pericolo per la pianta o per le persone. In ogni caso, un loro eccezionale accumulo potrebbe formare uno spesso strato sul substrato, rendendo difficile per la pianta assorbire l’acqua trattenendola. In questi casi sarà anche necessario rimuoverlo.

Come sbarazzarsi della muffa bianca nel terreno dalle piante

Se non si sa che tipo di muffe stanno comparendo nel substrato e crescono troppo o generano cattivi odori, è meglio rimuoverli per ogni evenienza. Alcuni casi di muffa nel terreno delle piante possono essere dannosi e attaccare la nostra pianta.

Se è presente della muffa nella pentola stessa, sarà necessaria una pulizia approfondita. Inizia rimuovendo la zolla dalla pentola e scuoti con cura quanto più terreno possibile dalle radici. Se questi sono colpiti dalla muffa, puoi anche potarli. Successivamente, sarà necessario utilizzare un nuovo substrato e un nuovo contenitore, oppure disinfettare accuratamente il vaso.

Se non è così diffuso nel vaso, puoi usare un antimicotico. I fungicidi organici sono sempre più consigliati. Ad esempio, puoi usare il latte sciolto in nove parti di acqua, spruzzato quotidianamente sul substrato e sulle parti interessate della pianta fino alla scomparsa della muffa.

È anche importante spostare il vaso in un luogo aerato che sia il più asciutto possibile, nonché ridurre l’irrigazione sulla pianta mentre dura il trattamento dei funghi. Senza molta umidità, sarà molto più facile uccidere la muffa.

Come prevenire la muffa bianca nel terreno dalle piante

Prevenire la comparsa di muffe nel terreno delle piante è semplice come fornire quelle condizioni che i funghi non possono sopportare: aerazione e bassa umidità. Ovviamente non si tratta di smettere di annaffiare la pianta, ma di aspettare che il substrato si asciughi leggermente prima di annaffiare nuovamente sarà di grande aiuto. Inoltre, è fondamentale che, se la pianta è in vaso, abbia dei fori di drenaggio per non accumulare acqua.

Per quanto riguarda l’aerazione, è sufficiente assicurarsi che la pianta si trovi in ​​un luogo con circolazione d’aria naturale. Tuttavia, alcune specie sono influenzate dalle correnti, quindi non è consigliabile farlo. In questi casi, quello che devi fare è rimuovere leggermente gli strati superiori del substrato, dove non danneggiamo le radici. Mescolando e allentando il substrato, verrà anche aerato naturalmente, rendendo difficile lo sviluppo del fungo.

È inoltre importante fornire alla pianta il concime necessario, né in eccesso né in carenza, e rimuovere sempre dal terreno o dal substrato i resti di foglie e fiori caduti. Una buona opzione è anche irrigare a vassoio sotto la pianta invece di spruzzare acqua dall’alto, ma ricordarsi di lasciarla solo per pochi minuti e poi rimuoverla o mettere ogni volta la giusta quantità d’acqua, per evitare pozzanghere nelle radici.

Se desideri leggere altri articoli simili a Muffa bianca nel terreno delle piante: perché compare e come eliminarla, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.