Suggerimenti

Mughetto cura

I gigli sono una delle piante da fiore più apprezzate dai giardinieri per la loro eleganza e il gradevole aroma. Tra le sue oltre 100 specie ce n’è una selvatica: la Convallaria majalis, detta anche mughetto o mughetto.

Questa bellissima pianta da esterno delizierà qualsiasi giardino e, sebbene abbia una certa reputazione per essere difficile da coltivare, la verità è che non è così difficile se sappiamo cosa aspettarci. Se vuoi saperne di più su come prenderti cura dei mughetti, continua a leggere in questo articolo di EcologíaVerde in cui abbiamo preparato una pratica guida al giardinaggio sulla cura dei mughetti.

Caratteristiche dei mughetti

Queste sono le caratteristiche principali dei mughetti:

  • Per cominciare, va detto che sebbene i mughetti tendano a essere venduti come piante bulbose, non lo sono. La Convallaria majalis nasce da un rizoma che viene tenuto interrato, che non è esattamente la stessa cosa di un bulbo pur mantenendo alcune somiglianze.
  • I suoi steli raggiungono generalmente un’altezza compresa tra 15 e 30 cm.
  • Nei mesi caldi produce fiori a campana con petali bianchi o rosa.
  • Nonostante ciò, i suoi fiori non sono l’unica cosa sorprendente, poiché le sue foglie verde brillante sono molto decorative e un ottimo strumento per la moquette e le aree del giardino.
  • È una pianta con la quale dobbiamo stare attenti se abbiamo animali domestici o bambini piccoli, in quanto è tossica se ingerita, quindi deve essere posizionata fuori dalla loro portata.
  • Il periodo migliore per piantare i rizomi è l’autunno, poiché questa pianta apprezza di trascorrere qualche mese al freddo prima di germogliare forte.
  • In Francia questa pianta è simbolo di felicità e buona fortuna, motivo per cui è quella che rappresenta il Primo Maggio, giorno in cui è tradizione regalare questo fiore alle persone più vicine. Inoltre, è anche il fiore nazionale della Finlandia.

Tempo per i mughetti

Il mughetto è originario dell’Europa centrale, essendo più difficile da trovare nell’area mediterranea, poiché richiede climi più freddi in generale. Tenendo presente ciò, è una pianta che necessita di un inverno freddo per crescere vigorosamente nei mesi caldi, arrivando ad accogliere la presenza del gelo, nonostante le sue foglie possano essere leggermente danneggiate dalle temperature molto basse: si riprenderà più tardi. con profitto.

In climi molto caldi, probabilmente avrai difficoltà a mantenere questa pianta in condizioni ottimali, soprattutto se gli inverni sono molto miti.

Luce e posizione per i mughetti

Il mughetto è una pianta da esterno, poiché necessita di essere in un luogo arieggiato e pulito. Nonostante questo, in giardino possiamo piantarle sia direttamente in terra che in vaso, anche se è importante che questi ultimi abbiano fori di drenaggio e nessun vassoio sottostante. Se è necessario posizionare il piatto, svuotarlo dall’acqua circa 10 minuti dopo ogni irrigazione.

Per quanto riguarda la luce, questa pianta non tollera l’esposizione diretta al sole ad alta intensità. Trova un’area ombreggiata o semi- ombreggiata, in cui sia protetta dall’incidenza diretta, ma riceva luce ambientale.

Irrigazione del mughetto

L’irrigazione è uno dei punti chiave per garantire il corretto sviluppo dei nostri mughetti. Questa pianta ha bisogno che il terreno o il substrato siano sempre umidi, anche se sempre senza allagamenti, poiché ciò causerebbe marciume delle radici e malattie.

Sono quindi necessarie annaffiature frequenti ma non troppo abbondanti, per mantenere un adeguato livello di umidità, soprattutto durante i mesi caldi. A seconda del clima, è consuetudine annaffiare ogni 48 ore in primavera e in estate e ogni 5 giorni nei mesi freddi.

Ti consigliamo di leggere anche questo altro post su Quando innaffiare le piante.

Substrato e concime per il mughetto

Questa pianta necessita di un terreno ricco di sostanza organica, quindi sarà necessario averlo preventivamente arricchito con humus di lombrico, compost o altro apporto simile. Inoltre, il drenaggio è fondamentale anche per evitare pericolose pozzanghere, quindi sarà necessario che il terreno sia il più sciolto e leggero possibile.

Nel terreno mescolare per piantare il mughetto nel terreno, aggiungere perlite e ghiaia per migliorare la sua capacità di drenare l’acqua. Per piantare questa pianta in vaso, potete utilizzare una miscela di torba, humus di lombrico e fibra di cocco in parti uguali, a cui dovreste poi aggiungere perlite e vermiculite.

Come molte piante da fiore, il mughetto necessita di concimazioni regolari durante i mesi di crescita, quindi si consiglia l’aggiunta di vermifere o altro fertilizzante in primavera e in estate, ogni 15 giorni.

La potatura del mughetto

La potatura del mughetto o della pianta del mughetto è molto semplice. Più che una potatura di accrescimento, di cui molte piante hanno bisogno, ciò di cui ha bisogno questa pianta è semplicemente una potatura di mantenimento, che la mantenga pulita da foglie, fiori e steli danneggiati, tagliandoli a fine inverno in modo che possano ricrescere con energia con il arrivo di calore.

Quando lo fai, prova a farlo con le mani pulite o usando forbici da potatura disinfettate, che dovrai disinfettare anche quando avrai finito di potare la pianta. In questo modo eviterai la comparsa di malattie e parassiti.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura dei mughetti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.