Suggerimenti

Mosca bianca: come eliminarla

Insieme al ragno rosso e alla cocciniglia, la mosca bianca è oggi uno dei parassiti più comuni sia nel giardinaggio che nell’orticoltura. Questo piccolo insetto, che sembra aggrapparsi saldamente ad alcune piantagioni o colture, è il terrore di molti agricoltori quando arriva la stagione calda e umida. Se non stiamo attenti e appare questa piaga o se una volta rilevata non la combattiamo, rovina molto facilmente raccolti e giardini.

Se vuoi imparare come eliminare le mosche bianche e prevenirle, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde dove troverai una guida pratica con consigli e rimedi.

Come identificare la mosca – caratteristiche e sintomi nelle piante

La mosca bianca, che fa parte della famiglia degli insetti aleurodidae (Aleyrodidae), ha una dimensione di circa 2 mm o meno, è molto dannosa per le piante. Tende ad essere posizionato sul lato inferiore delle foglie, dove sfrutta la loro maggiore porosità per assorbire gli zuccheri e le sostanze nutritive della pianta. È un parassita molto ben adattato, infatti è uno dei parassiti più comuni sulle piante, e la maggior parte delle sue specie ha la capacità di nutrirsi di una vasta gamma di piante, motivo per cui a volte diventano così difficili da combattere.

Il pericolo maggiore di questa piaga non è la debolezza che provoca alla pianta (anche se in casi molto gravi è sufficiente per metterla in pericolo) ma la melassa che secernono, che attira le formiche e può causare la comparsa di un gran numero di malattie, come come funghi.

Se sospetti che ci possa essere un’infestazione di mosche bianche sulle tue piante, controlla la parte inferiore delle foglie per loro. Un metodo molto semplice e veloce per localizzarli è scuotere leggermente le foglie della pianta: se le mosche bianche sono su di esse, voleranno via immediatamente.

Come rimuovere la mosca bianca – rimedi

Come combattere la mosca bianca? La verità è che esistono insetticidi con sostanze chimiche artificiali che sono prodotti commerciali facili da reperire, ma esistono anche diversi metodi ecologici per combattere questo parassita e quindi non dover ricorrere espressamente a un insetticida artificiale per la mosca bianca, salvandoci dal contaminare il raccolto. Questi sono i rimedi per mosche bianche più efficaci e popolari:

sapone di potassio

Come con il ragno rosso e la cocciniglia, il sapone di potassio è un ottimo strumento nella lotta contro questo parassita. Diluisci il sapone in acqua e spruzza la miscela sulle piante colpite, assicurandoti che raggiunga tutti gli angoli, in particolare la parte inferiore delle foglie. Molti degli esemplari adulti voleranno via e l’azione del sapone ucciderà gli insetti rimasti, comprese le larve, permettendoci di porre fine al problema se manteniamo l’applicazione per alcuni giorni.

In questo altro articolo vi spieghiamo come fare il sapone al potassio così potrete preparare questo prodotto a casa vostra.

olio di neem

L’olio essenziale di Neem o Nim è un altro insetticida naturale molto efficace. Questo olio essenziale si applica allo stesso modo del sapone di potassio: diluito in acqua e spruzzato sulle piante colpite. Infatti, è comune applicarli insieme nella stessa soluzione per aumentarne l’efficacia.

insetticida apichi

Questo insetticida naturale fatto in casa è molto utile per combattere vari parassiti, tra cui la mosca bianca. Si prepara con peperoncino o peperoncino piccante, aglio e pepe nero non macinato, oltre ad alcool a 96º come base del composto. È un rimedio naturale molto utilizzato in America Latina ed è davvero molto efficace. L’apichi si applica nebulizzato, preferibilmente nel tardo pomeriggio quando la luce non c’è più sulla pianta. È un prodotto molto potente e devi diluirlo molto.

estratto fermentato di edera

Un altro preparato molto utile contro mosche bianche, ragni rossi o afidi è l’estratto fermentato o liquame di edera. È molto facile da preparare e ha il vantaggio di poter essere conservato a lungo prima di perdere le sue proprietà. Per fare questo bisogna mescolare 1 kg di steli e foglie di edera tritate con 10 litri di acqua, mescolando per cinque minuti ogni giorno per due settimane, che è il tempo medio necessario affinché avvenga la fermentazione; non smettere di mescolare ogni giorno perché se rimane statico e non si ossigena marcisce. Una volta che il liquame di edera è pronto, devi solo spruzzarlo sulle piante per eliminare le mosche bianche o qualsiasi altro parassita, o anche usarlo di tanto in tanto per prevenirli.

Altri metodi contro la mosca bianca

Per colture più grandi o professionali, è comune anche ricorrere a strumenti come, ad esempio, l’introduzione di predatori naturali, come l’ Encarsia formosa o la coccinella. In questo altro articolo di EcologíaVerde si parla di disinfestazione biologica: cos’è, vantaggi, svantaggi ed esempi. Oltre a questo metodo naturale, le trappole cromatiche gialle, un colore a cui la mosca prova un’attrazione particolare, sono anche molto facili e utili.

Puoi scoprire più opzioni in questo altro post su Come fare insetticidi naturali per le piante.

Come prevenire la mosca bianca

Come sempre, la prevenzione è l’opzione migliore di fronte alla minaccia di tutti i tipi di parassiti. Nel caso della mosca bianca, ci sono alcune misure universali che possono aiutarti a tenere questo insetto lontano dalle tue piante:

  • Innaffia le tue piante in modo corretto e continuo. L’irrigazione continua che non provoca ristagni d’acqua o consente al terreno di asciugarsi regolarmente aiuterà a mantenere il raccolto pulito dai parassiti. Per fare ciò, puoi provare a utilizzare il sistema di irrigazione a goccia. In questo altro articolo spieghiamo come realizzare un impianto di irrigazione a goccia.
  • Rimuovere sempre le erbacce e i detriti delle piante sia dal terreno che dalle piante stesse. Avere il terreno pieno di steli o foglie in decomposizione è sinonimo di problemi, poiché è perfetto per lo sviluppo di parassiti e malattie, come i funghi.
  • Evita il più possibile la monocoltura, poiché è molto debole contro tutti i tipi di parassiti e malattie.
  • Le formiche proteggono le mosche bianche, quindi è una buona idea tenere sotto controllo il loro numero o evitarle del tutto.
  • Infine, un’abbondante popolazione di coccinelle o merletti è una garanzia che la popolazione di mosche bianche non salirà alle stelle.

Se desideri leggere altri articoli simili a Whitefly: come sbarazzartene, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.