Suggerimenti

Nandina Doméstica: [Coltivazione, cura, parassiti e malattie]

La nandina domestica è una pianta ornamentale che ha una dimensione media compresa tra 1 e 2 metri .

In alcuni luoghi è conosciuto come bambù sacro. Ha foglie dai colori particolari e, come indica il nome principale, possiamo averlo all’interno della casa .

Ti piacerebbe avere un esemplare di questa specie nel tuo soggiorno? Sì, puoi e oggi ti istruiremo su tutto ciò che devi sapere.

Qual è la nandina domestica?

La nandina domestica è una specie della famiglia delle Berberidaceae che ha origine nel continente asiatico.

Una delle principali caratteristiche che ha ruota attorno alle sue foglie , che attraversano tre fasi di colorazione durante il loro sviluppo .

All’inizio sono rosse, poi diventano verdi . Infine, prima di cadere, tornano ad un bel colore rosso.

Produce anche fiori e frutti .

I primi sono bianchi e sono prodotti da una punta.

Nel caso dei frutti, assomigliano alle ciliegie per la loro forma tondeggiante e per il colore rosso intenso.

È una pianta molto utile per le zone fredde perché preferisce l’inverno più che l’ estate , quindi bisogna fare attenzione a non averla a più di 35°C.

Dove dovremmo seminare la nandina domestica?

Lo spazio per piantarlo deve essere intorno ad altri alberi o edifici che offrano ombra parziale per buona parte della giornata .

È importante che tu possa ricevere anche pochi raggi di sole al giorno, perché nei periodi freddi ne avrai bisogno. Un altro punto importante è tenerlo al riparo dalle correnti d’aria , poiché non le tollera.

Quando dovrebbe essere coltivata la nandina domestica?

La stagione migliore per Nandina domestica di sviluppare bene e crescere è durante la primavera .

È in questo momento che si effettua la semina dei semi , per talea o che si anticipano quelli trapiantati se necessario. Inoltre, mentre i climi freddi vanno bene, devi lasciarlo diventare più forte prima che l’ inverno bussi alla porta.

Come prepariamo il terreno?

È una specie molto esigente intorno alle proprietà del terreno, che richiede una buona quantità di nutrienti, drenaggio e umidità .

Quindi, la preparazione passerà attraverso l’aggiunta di materia organica al terreno del giardino prima di procedere alla semina. Nel caso di quelli che vengono disposti in vaso, sarà fondamentale creare un substrato adeguato.

Prima di procedere alla semina, è buona norma aggiungere acqua al terreno senza formare pozzanghere, in modo da sentire l’umidità fin dal primo contatto.

Come seminare una nandina domestica passo dopo passo?

La semina della nandina domestica può essere effettuata tramite seme o talea .

Metodo 1: semina per seme

I semi saranno prelevati dai frutti che cadono alla fine dell’autunno . Questi dovranno essere mantenuti protetti fino alla prossima primavera .

Per consentire la germinazione della pianta , i semi possono essere posti in semenzaio 60 giorni prima dell’inizio della primavera. Successivamente, la pianta può essere trapiantata in giardino o in vaso a seconda delle preferenze.

Metodo 2: semina per talea

La moltiplicazione per talea può avvenire anche grazie alle piante base.

È importante sapere che la nandina domestica che si conserva in vaso dovrà essere trapiantata ogni 4 anni .

Questo ti permetterà di rimuovere il terreno che hai e alcune radici in cattive condizioni in modo che rimanga sano più a lungo.

In questo momento è ideale estrarre la talea e seminare direttamente nel terreno o nel nuovo vaso. Questa procedura dovrebbe essere eseguita durante le giornate primaverili.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee Nandina .

Di che cure hai bisogno?

La nandina domestica ha bisogno di prestare attenzione a punti come la concimazione, l’irrigazione e il pH del terreno .

L’abbonato

L’ abbonato dovrà essere fatto in maniera regolare, sfruttando i benefici dei fertilizzanti organici o fatti in casa come il compost .  La stagione migliore per applicare è durante la primavera, ma una dose mensile potrebbe essere pianificata durante l’estate.

Irrigazione

Per quanto riguarda l’irrigazione, è necessario che il terreno sia sempre umido, anche se non impregnato d’acqua .

Quindi è indispensabile annaffiare frequentemente, a giorni alterni in estate e 2 o 3 volte a settimana in inverno.

Il modo migliore sarà il gocciolamento per evitare la formazione di pozze d’acqua. Se piove, non sarà necessario annaffiare in alcun modo.

Per valutare il momento giusto in base all’area in cui è piantato, un buon piano è controllare quanto tempo impiega il terreno ad asciugarsi.

pH del terreno

Il pH sarà appropriato quando è poco acido, tra 5 e 6 , seguendo una condizione simile in caso di averlo in un vaso. Per quanto riguarda la potatura , è uno di quei lavori che non crea problemi perché non ne ha bisogno .

Gli unici motivi che potrebbero portare a questa azione sono: una crescita disordinata dei rami o quando c’è qualche malattia.

Quali parassiti e malattie attacca la nandina domestica?

L’ albero è abbastanza resistente agli agenti che possono colpirlo. Tuttavia, sono stati trovati esemplari attaccati da cocciniglie .

Potrebbe anche presentare foglie marroni quando la quantità di sole è eccessiva, situazione che si risolverà spostandola.

La nandina domestica ti darà quel tocco di vita e colore di cui ogni giardino ha bisogno e senza pretendere così tanto in cambio dei suoi buoni servizi.

Quindi, cosa succede se hai anche il coraggio di avere una copia di questi e riempire di colore il tuo terrazzo, balcone o giardino?

Bibliografia e riferimenti

  • Sánchez de Lorenzo Cáceres, José Manuel. (2001). Guida alle piante ornamentali . Libri di stampa Mundi. Madrid, Spagna.
  • Papà, Heinrich. (1977). Parassiti di fiori e piante ornamentali. Oikos-Tau. Barcellona, ​​Spagna.
  • Santos, Rixio. (1986). Identificazione e proprietà in vitro di un virus del gruppo X della patata (“Gruppo Potexvirus”) isolato dal bambù sacro (Nandina domestica) . Università di Zulia. Maracaibo Venezuela. Riprodotto da: http://www.agronomiajournal.com/index.php/path/article/download/320/315
  • Nieto-Jaenes, Pablo; Fernández-López, Carlos. Elenco bibliografico delle piante ornamentali dell’Andalusia. Facoltà di Scienze Sperimentali. Jaen-Spagna. Riprodotto da:  https://sites.google.com/site/digitblancoana/AE001986OCR.pdf

Felci da semina: [coltivazione, irrigazione, cura e problemi]

Le felci sono fantastiche nella decorazione della casa, perché aggiungono un tocco naturale insostituibile, …
Leer Más

Cardo muschiato: [coltivazione, irrigazione, cura e problemi]

È stata classificata come una delle specie più invasive al mondo a causa …
Leer Más

Aloe Ferox: [coltivazione, cura, irrigazione, substrato, parassiti e malattie]

L’aloe ferox rappresenta una specie con caratteristiche molto simili all’aloe vera che…
Leer Más

El Tajinaste: [Pianta, cura, irrigazione, substrato, caratteristiche]

Il tajinaste (Echium wildpretii) è una specie di pianta dalla bellezza esuberante che è …
Leer Más

Adiantum: [coltivazione, substrato, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’adiantum, meglio conosciuto come capelvenere, rappresenta una specie ideale per aggiungere vegetazione a …
Leer Más

Aucuba giapponese: [coltivazione, cura, substrato, irrigazione, parassiti e malattie]

L’aucuba japonica o alloro maculato è un piccolo arbusto che raggiunge, al massimo, circa…
Leer Más

Abelia Floribunda: [Coltivazione, substrato, cura, irrigazione e caratteristiche]

L’abelia floribunda è una di quelle specie da giardino ideali per abbellire…
Leer Más

Pianta Riccia Fluitans: [Cura, Coltivazione, Caratteristiche e Necessità]

Riccia Fluitans è una delle nostre piante preferite da aggiungere ad un acquario, laghetto…
Leer Más

Monstera: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Monstera, conosciuta anche come costola di Adamo, è una delle piante più facili…
Leer Más

Gelsomino: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il gelsomino è una delle piante più interessanti per decorare i giardini perché produce fiori…
Leer Más

Kentia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Kentia è una specie vegetale con una struttura a forma di palma ideale per …
Leer Más

Capperi: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

I capperi sono famosi per l’uso gastronomico che viene fatto dei loro germogli, …
Leer Más

Dipladenia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

La dipladenia è una specie vegetale che sviluppa fiori molto belli con i quali è …
Leer Más

Durillo: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Durillo, o alloro selvatico, è una specie vegetale che fa bene nei climi temperati …
Leer Más

Dalie: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Le dalie sono piante che generano fiori di ineguagliabile bellezza e in grande quantità…
Leer Más

Iresine: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

L’iresine è una pianta tropicale molto suggestiva perché le sue foglie sono rosse, …
Leer Más

Aconitum: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

L’aconito è una pianta originaria delle montagne eurasiatiche. In alcuni paesi viene seminato …
Leer Más

Bidens: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

Bidens è un genere della famiglia delle Asteraceae. È composto da 250 specie …
Leer Más

Cai xin: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Sebbene la sua origine non sia nota con precisione, il noto anche come cavolo cinese, il …
Leer Más

Assenzio: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Artemisia absinthium, meglio conosciuta come assenzio, erba santa, erba maestra, tra molte altre varianti, …
Leer Más

Carpobrotus: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Carpobrotus edulis è una specie autoctona del Sud Africa, originaria della regione subtropicale del …
Leer Más

Anice: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

La Pimpinella anisum è una pianta medicinale appartenente alla famiglia delle Apiaceae. È …
Leer Más

Aptenia: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Originario dei deserti della costa orientale del Sud Africa, il genere Aptenia è stato …
Leer Más

Borsa del pastore: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Originaria dell’Europa, la borsa del pastore è una delle piante più esotiche …
Leer Más

Sedano: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il sedano è una pianta originaria della regione mediterranea. Tuttavia, la sua coltivazione …
Leer Más

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *