Suggerimenti

Riego de Geranios: [Necesidades, Frecuencia y Procedimiento]

I gerani sprigionano bellissimi fiori che riescono a catturare l’attenzione di chiunque passi.

Questa è stata una ragione più che preziosa per essere utilizzata nella decorazione di interni ed esterni, fornendo un aspetto unico e speciale.

Ci sono una serie di raccomandazioni che devono essere prese in considerazione affinché la pianta rimanga sempre sana. E uno di questi è l’annaffiatura dei gerani, argomento di cui parleremo approfonditamente nelle righe seguenti

Puoi venire con noi?

Punti importanti quando si innaffiano i gerani:
  • Frequenza di irrigazione: per dargli esattamente ciò di cui ha bisogno, saranno sufficienti un paio di annaffiature settimanali in estate e una settimanale in inverno .
  • Metodo di irrigazione: con annaffiatoio o tubo flessibile.
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: tardo pomeriggio o prima mattina.
  • Identificare l’acqua in eccesso: foglie che diventano marroni, steli flaccidi, radici annegate.
  • Identificare la mancanza d’acqua: poca fioritura, foglie che si seccano e si indeboliscono.

Che esigenze di irrigazione hanno i gerani?

Il geranio ha bisogno di un equilibrio attorno all’umidità presente nel terreno in cui è piantato. Ciò implica che le annaffiature devono rimanere una parte obbligatoria della loro cura, anche in inverno , quando sembra che non siano necessarie a causa della letargia.

Tuttavia, devi essere molto attento alle possibilità che soffra di inondazioni perché le sue radici sono facili da collassare e annegare. E, quando ciò accade, è abbastanza difficile che la pianta si riprenda, poiché è anche comune che venga attaccata da funghi.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nei gerani?

Se il substrato in cui hai i tuoi gerani non gode di un’umidità relativa in ogni ciclo, è probabile che diminuisca l’opportunità di una fioritura da impatto .

Questo perché l’acqua è una fonte di energia all’interno della pianta e, se non ne ha in quantità adeguate, sarà poco vigorosa.

Le foglie possono mostrare alcuni sintomi extra, come perdere la loro consistenza fresca e diventare un po’ rugose e persino giallastre. Dovresti sapere che queste parti che si sono asciugate non saranno in grado di riprendersi, quindi è meglio potarle in modo che la pianta non sembri brutta.

La soluzione per evitare che si ripeta è aumentare la frequenza delle irrigazioni in quel periodo dell’anno.

Quanto spesso dovremmo innaffiare i gerani?

La frequenza dell’irrigazione sarà definita da diversi aspetti, in cui le condizioni ambientali dell’ambiente sono la cosa principale. In genere sarà sufficiente effettuare un paio di irrigazioni durante l’estate e ridurle ad una settimanale quando arrivano le fredde giornate invernali .

Tuttavia, non è uno standard che vale per tutti i casi, devi valutare come si comporta il tuo cavallo e, soprattutto, controllare lo stato del terreno. Forse in ambienti più secchi è necessario aumentare la frequenza, mentre in ambienti più umidi ridurla un po’.

Qual è il modo migliore per innaffiare i gerani?

Il modo corretto di procedere con l’irrigazione del geranio è con l’utilizzo di un sistema localizzato, come il tubo o l’annaffiatoio. Questo aiuterà l’acqua a concentrarsi alla base della pianta e non c’è umidità nelle altre zone della pianta, come foglie e fiori .

Se si dispone di pot gerani teste di serie , assicurarsi che la base ha abbastanza fori per l’acqua per drenare fuori e evitare la stagnazione.

Il modo migliore per raggiungere questo obiettivo è posizionare un piatto sotto il vaso che riempirai con dei sassolini per isolare le radici dall’ambiente umido.

Puoi lasciarlo lì per un paio d’ore e poi rimuovere il piatto per svuotarlo. Non lasciare mai acqua stagnante vicino alle piante per evitare malattie.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nei gerani?

Quando i gerani sono sottoposti a un eccesso di acqua, ci inviano messaggi per notare che qualcosa non va prima che le radici finiscano per soccombere. Questi messaggi compaiono sulle foglie e sugli steli, che diventano deboli e fragili.

Le foglie a volte diventano marroni come segno che si sta verificando la putrefazione delle foglie . Qui sarà necessario dare il tempo necessario affinché il substrato si asciughi prima di annaffiare nuovamente.

Le parti che sono molto danneggiate, dovrai potarle perché alla fine non sarai in grado di recuperarle. E bisogna stare molto attenti perché un ambiente di eccessiva umidità è il più adatto ad attaccare certi parassiti e malattie.

Ottenere una fioritura davvero spettacolare nei gerani è molto possibile, devi solo prendere in considerazione le informazioni più adatte a questo proposito. In questo caso l’irrigazione è un fattore determinante per la buona salute degli esemplari, quindi agite con decisione ogni volta che dovete applicarne una.

Forse ti interessano anche:
  • Talee di geranio: [Concetto, tempo, radicamento e semina]
  • Parassiti e malattie del geranio: [rilevamento, cause e soluzioni]
  • Gerani da potatura: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]
  • Gerani trapiantati: [Condizioni, strumenti e passaggi da seguire]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.