Suggerimenti

Semina orchidee nel tuo giardino: [8 passaggi + immagini]

L orchidee come hanno affascinato il mondo per secoli a causa della sua bellezza e delle sue numerose caratteristiche che rendono  unico nel regno vegetale.

Può essere considerata una pianta ornamentale , per la sua enorme bellezza.

Sono presenti quasi ovunque nel mondo, sebbene si sviluppino preferenzialmente ai tropici.

Punti importanti per piantare orchidee:
  • Scegli bene la varietà di orchidee che vuoi piantare. Tieni presente che ci sono molte varietà e tutte richiedono condizioni diverse.
  • Consigliamo di piantare le orchidee in vaso , poiché sono fiori che crescono su pietre e alberi . Non tollerano di crescere bene sulla terra e finiscono per morire.
  • Il substrato che ti consigliamo per riempire il vaso:  foglie secche, stoppa di cocco, carbone, muschio, corteccia d’albero frantumata, ecc.
  • Richiedono umidità, ma senza ristagni d’acqua. Idealmente, irrigazione a goccia .
  • Le orchidee richiedono un alto contenuto di potassio e calcio , poiché questi sono nutrienti che non possono prendere dal substrato in cui vengono coltivate e richiedono che noi gliele forniamo.
  • Possiamo coltivare orchidee tutto l’anno .
  • Non piantarli in un luogo con esposizione diretta al sole . Bruciano facilmente.
  • Possono impiegare fino a 2 o 3 anni per fiorire .

Le orchidee appartengono infatti ad  una famiglia numerosa sia quella che la maggior parte delle specie hanno intorno il regno vegetale e sono in grado di crescere sia in interni che in esterni .

Tuttavia, alcune orchidee sono più facili da coltivare di altre e, in molti casi, la loro messa a dimora e manutenzione può essere difficile.

Questo è il motivo per cui la sua commercializzazione è diventata così costosa, poiché per  seminare orchidee con successo È necessario soddisfare determinati requisiti.

Questo non vuol dire che non puoi farlo da solo. Al contrario, qui ti diciamo il modo più efficace per coltivare le tue orchidee.

Di cosa abbiamo bisogno per coltivare le orchidee?

Varietà di orchidee

Ci sono così tante varietà di orchidee , ognuna con caratteristiche di crescita diverse, che sarebbe impossibile descrivere il processo di crescita per ognuna.

  • Genere Cymbidium.
  • Genere Cattleya.
  • Genere Phalaenopsis.

Ognuna richiede diverse condizioni ideali di umidità, temperatura, irrigazione e luce.

Se vuoi piantare orchidee di una specie diversa , ti consigliamo informarvi in ​​dettaglio tutte le caratteristiche  necessario per far crescere la tua orchidea nel modo più efficiente.

Per saperne di più, leggi: Varietà di orchidee

In vaso, vaso o contenitore?

Un’altra considerazione da tenere in considerazione prima di piantare orchidee è che  è più pratico e più facile farlo in vaso. 

Devi ricordare che quasi tutte le orchidee sono epifite , cioè vivono sugli alberi e sulle rocce , e le loro radici non amano essere sepolte.

Pertanto, se provi a piantarlo nel terreno , nel tuo giardino o frutteto , la cosa più probabile è che le radici si decompongano e la tua orchidea morirà.

Nei negozi specializzati puoi trovare vasi speciali per coltivare orchidee. 

Sono vasi comuni, tranne per il fatto che hanno fori su tutti i lati per consentire alle radici di respirare.

Per scegliere il vaso più adatto bisogna tenere conto della varietà che si vuole coltivare .

La maggior parte delle orchidee fa bene in  contenitori piccoli e medi . Altri, come Cymbidium, hanno bisogno di vasi più grandi per ospitare il loro esteso apparato radicale.

Se non vuoi usare vasi di terracotta e non vuoi investire in un vaso speciale per le orchidee, puoi utilizzare una delle seguenti opzioni:

Tipi di vasi per orchidee:
  • Vasi in rete metallica: Facilitano la respirazione dell’apparato radicale e poiché sono leggeri, sono facili da appendere in luoghi dove possono ricevere meglio la luce solare.
  • Vasi di plastica trasparente: aiutano le radici a ricevere una migliore luce solare, oltre a consentire di monitorare l’apparato radicale senza disturbare l’orchidea.
  • Legno vasi :  questi sono fatti di Rot- resistenti in legno e hanno piccoli interstizi che consentono un buon drenaggio e la respirazione delle radici. Metti uno strato di muschio su di esso prima di aggiungere il mix di substrato.

Il substrato: come prepariamo il terreno per piantare le orchidee?

Prima di piantare le orchidee, assicurati che  la tua pentola è ben disinfettata. 

Successivamente, riempirlo con un substrato a base di torba : foglie secche, stoppa di cocco, carbone, muschio, corteccia d’albero frantumata, ecc.

Ricorda, è molto importante: non usare il terreno. Le radici delle orchidee hanno bisogno di aria, motivo per cui beneficiano di un mix più sciolto e poroso.

È possibile preparare tre tipi fondamentali di substrati :

Substrato fine

Adatto alla stragrande maggioranza delle orchidee Oncidium o Dancing Ladies, orchidee Paphiopedilum o Zapatito, orchidee Oncidiinae o Miltonia e, in generale, per tutte quelle orchidee con radici piccole che necessitano di maggiore umidità:

  • 4 parti a grana fine di corteccia di abete o guscio di cocco.
  • 1 parte di carbone a grana fine.
  • 1 parte di perlite.

Substrato medio

Adatto per orchidee Cattleya, Phalaenopsis e altre orchidee mature:

  • 4 parti a grana media di corteccia di abete o guscio di cocco.
  • 1 parte di carbone a grana media.
  • 1 parte di perlite.

Substrato grossolano

Adatto per orchidee Cymbidium e altre orchidee di grandi dimensioni:

  • 4 parti a grana grossa di corteccia di abete o guscio di cocco.
  • 1 parte di carbone a grana media.
  • 1 parte di perlite.

Se non sei sicuro della miscela da utilizzare , prova un substrato medio o spesso prima di utilizzare un substrato sottile o consulta un esperto.

Varietà di orchidee Cymbidium

Si consiglia un pH compreso tra 5,0 e 6,0Questa varietà si adatta relativamente bene a un buon numero di substrati.

Uno dei substrati più consigliati è:

  • 6 parti di corteccia di conifere.
  • 2 parti biondo nuvoloso.
  • 2 parti di polistirolo granulato di 1,5 cm di spessore, che viene posto come scarico nel fondo della pentola.
  • Abbonato: ogni dodici giorni.

Varietà di orchidee Cattleya

Si consiglia un pH compreso tra 5,0 e 6,0Richiede un substrato poroso, facilmente drenante dall’acqua di irrigazione e con una buona circolazione dell’aria.

Uno dei substrati più consigliati è:

  • 7 parti di corteccia di conifere.
  • 2 parti nuvoloso.
  • 1 parte di polistirolo o perlite.
  • Abbonato: ogni 15 giorni.

Varietà di orchidee Phalaenopsis

Il substrato a base di torba e corteccia di pino è il più appropriato.

La dimensione del vaso è molto importante . È preferibile un vaso piccolo, poiché la pianta è compattata all’interno del contenitore e cresce molto meglio che in un vaso più grande.

Abbonato: una volta al mese.

I nutrienti di cui hanno bisogno le orchidee

Si consiglia di concimare al massimo una volta al mese. Un’eccessiva fertilizzazione aumenterà le possibilità che le radici brucino e impediscano la fioritura.

Durante i periodi autunnali e invernali , puoi concimarle ogni 15 giorni, a seconda delle condizioni della tua regione.

Usa fertilizzante per orchidee o, se preferisci, puoi creare il tuo mix.

Le orchidee richiedono un alto contenuto di potassio e calcio , poiché questi sono nutrienti che non possono prendere dal substrato in cui vengono coltivate e richiedono che noi gliele forniamo.

Crea i tuoi fertilizzanti con:
  • Guscio d’uovo schiacciato  (assicurati di lavarli bene e lasciarli asciugare prima di schiacciarli). Più fine è la macinatura, meglio è. Basta cospargerlo sulle radici.
  • Acqua di cottura per patate o riso : L’acqua dove abbiamo cotto le patate è ricca di potassio e calcio. L’acqua di cottura del riso è ricca di vitamina B. Puoi conservarli in frigorifero e usarli ogni due settimane per innaffiare le orchidee. 
  • Latte: è un’altra fonte di calcio. Diluire 1 parte di latte in 4 parti di acqua e utilizzare questa miscela per innaffiare le orchidee ogni due settimane. 
  • Bustine di tè usate: lasciale asciugare e distribuisci il contenuto sulla base dell’orchidea circa una volta al mese. Puoi anche usare il tè alle foglie di quercia. 

Mescolare 1 parte di acqua con 2 parti di foglie di quercia e lasciare al sole per due settimane. Trascorso questo tempo, usa il liquido per innaffiare le tue orchidee.

Per evitare un’eccessiva fertilizzazione, utilizzare al massimo due di questi rimedi contemporaneamente.

Quando piantare le orchidee?

I generi Cymbidium, Dendrobium e Oncidium può essere coltivata durante tutto l’anno, in quanto a condizione che siano protetti da gelo, pioggia e diretta estate sole .

Altri, come la Phalaenopsis, richiedono una temperatura notturna di 18ºC , quindi non è raccomandata nelle regioni dove gli inverni sono molto rigidi.

Anche nelle regioni temperate è indispensabile dotarli di luogo luminoso e caldo. 

Dove? Temperatura e luminosità

Come abbiamo già visto, per la loro natura tropicale , le orchidee sono abituate a una buona circolazione dell’aria e all’illuminazione.

Cerca di posizionare le piante in luoghi soleggiati durante l’autunno e l’inverno , evitando la luce solare diretta a mezzogiorno .

La maggior parte delle orchidee gode della luce solare indiretta, poiché la luce solare diretta può bruciarle .

La temperatura (a seconda della specie di orchidea) oscilla tra i 18 ei 23°C di giorno , con una differenza di non più di 7°C rispetto alla notte.

Se le orchidee non ricevono abbastanza luce solare, non daranno fiori.

Se vuoi assicurarti che le condizioni di luce siano adeguate , controlla che le foglie della tua orchidea siano verde scuro . Se le foglie sono giallastre o rossastre , significa che stanno ricevendo un eccesso di luce.

  • Le orchidee Paphiopedilum, Phalaenopsis e Oncidium sono meno esigenti in termini di luminosità .
  • Le orchidee Cattleya, Dendrobium e Vanda richiedono molta luce . 

Puoi posizionare la tua orchidea dietro la tenda o alla cieca. In questo modo potrai ricevere molta luce, ma in modo indiretto.

Varietà di orchidee Cymbidium

Nel periodo estivo richiede una temperatura massima diurna di 28ºC con illuminazione normale e una temperatura massima notturna di 14ºC.

Durante i periodi autunnali e invernali, per la fioritura sarà necessaria una temperatura compresa tra 12 e 15 ºC.

Se si superano le temperature massime , le foglie cadranno e la fioritura ne risentirà.

Varietà di orchidee Cattleya

Richiede

Sommario

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.