Suggerimenti

Seminare i carciofi: il modo più efficiente in [12 passaggi]

Se sei arrivato fin qui, probabilmente è perché vuoi imparare a farlo carciofi vegetali. . E se non vuoi, dovresti. Ma perché?

Perché oltre ad essere un ottimo compagno per un sacco di piatti culinari , si tratta di un impianto che è bello quando fiorisce

La cosa migliore è che  Siete venuti nel posto giusto . Davvero . Continua a leggere e ti prometto che in pochi passaggi ti sarà chiarissimo come piantare i carciofi.

 

Pianta i carciofi passo dopo passo:
  1. Quando? Stagione primaverile.
  2. Dove? Area che riceve il sole, anche se non è necessario tutto il giorno. Sono sufficienti circa 5 o 6 ore.
  3. Tempo di raccolta? 3 o 4 mesi dopo la semina.
  4. Come prepariamo il terreno? Leggero, ricco di humus . Rimosso e aerato. Se è asciutto, inumidirlo con l’irrigazione precedente. Con un buon apporto di sostanza organica.
  5. Come paghiamo? Materia organica animale. Non deve essere gravemente rotto.
  6. Come seminiamo? Con i semi, seppelliamo i semi di un paio di centimetri e lasciamo una distanza di 40-50 cm.
  7. Come innaffiamo? Ideale, con gocciolatoio.
  8. Quanto spesso annaffiamo? In estate tutti i giorni. Il resto delle stagioni ogni 3 giorni a seconda delle piogge.
  9. Come raccogliamo? Tagliamo il gambo quando raggiunge i 15 cm e la testa ha un buon colore.
  10. Che malattie hai? Eccesso di umidità (funghi), afidi e vermi.
  11. Che buone associazioni ha? Cipolla , lattuga , piselli , fagiolini e fagioli di Lima .
  12. Quali cattive associazioni ha? Nessuno noto.

 

L come i carciofi sono un tipo di ortaggio a foglia la cui caratteristica principale è quella di essere una pianta invernale. 

Il carciofo è molto gustoso e può essere utilizzato in molti piatti culinari. 

In questo articolo imparerai passo dopo passo come piantare i carciofi nel tuo giardino .

Lo sapevate…
Il carciofo è l’adattamento dei cardi selvatici che si produce da secoli nel bacino del Mediterraneo. Infatti, quando si abbandona la coltivazione dei carciofi, possono diventare selvatici e li possiamo trovare piccoli e spinosi (poco commestibili).

Una delle parti positive del carciofo è che possiamo prepararlo da mangiare in quasi tutti i modi: bollito, saltato, alla griglia, con una frittata, in pastella, con purea, con aglio o semplicemente crudo in insalata. 

Ad ogni modo, è probabile che ti diverta a mangiare questo ortaggio floreale.

Oltre a quanto sopra, il carciofo è un’ottima pianta per colorare il vostro giardino o giardino .

Quando viene lasciato maturare e sbocciare, il fiore assume un colore rosso intenso molto spettacolare.

Proprietà del carciofo

Come un buon ortaggio, possiamo trovare una buona manciata di proprietà positive nel carciofo. Tra questi segnaliamo i seguenti:

  • Proprietà diuretiche, energetiche e stimolanti.
  • Sono coleretici , depurativi e antianemici .
  • Hanno vitamina A, B1, B2, C e PP. 
  • Hanno anche minerali come calcio, fosforo , ferro , magnesio e sodio.

Quando piantiamo i carciofi?

I carciofi richiedono un clima temperato , tendente al freddo. Tuttavia, non tollerano bene il gelo e nemmeno nelle giornate eccessivamente calde. 

È ideale per iniziare la coltivazione dei carciofi nei mesi di marzo e aprile.

Aree come il Mediterraneo in inverno , primavera e autunno sono generalmente buone per questo ortaggio. 

Per questo motivo pianteremo i carciofi nei mesi che compongono la primavera, l’ autunno e l’inverno . Quindi tra aprile e maggio.

Dove piantare i carciofi?

Il carciofo ha bisogno di sole , come la maggior parte delle verdure. Tuttavia, non eccessivamente .

Basterebbero circa 5-6 ore al giorno .

Anche nelle estati calde è interessante piantarle in una zona che riceva ombra per la maggior parte della giornata.

Avrai bisogno di spazio, poiché il carciofo, oltre a crescere tra 1 metro e 1,5 m di altezza , si allarga notevolmente anche in larghezza (circa 1 m).

Come prepariamo il terreno?

Il carciofo è una pianta esigente con il terreno. 

Vogliamo un terreno agitato e aerato. Che ha profondità ed è ricco di humus . Incorporeremo anche materia organica animale , preferibilmente ben decomposta. 

Eviteremo terreni pesanti e secchi. Prima di seminare i carciofi , è interessante rimuovere il terreno con una motozappa. Che il compost sia ben miscelato. 

Fatto quanto sopra, faremo un’irrigazione generale per inumidire la terra , non per allagarla .

Come concimiamo i carciofi?

I carciofi richiedono una buona scorta di compost. Un’area che ha avuto un raccolto precedente è l’ideale. Ma devi anche aggiungere materia organica . Ideale che sia di origine animale, come il letame .

All’inizio daremo un abbonato di circa 7-10 kg per metro quadrato . Quindi, aggiungeremo del compost man mano che la pianta cresce , almeno nelle fasi iniziali.

Come innaffiamo e con che frequenza?

I carciofi sono anche schizzinosi riguardo all’irrigazione . Tuttavia, non tollerano affatto l’acqua in eccesso e le pozzanghere. Quindi dobbiamo evitarli. 

Come sempre, l’opzione di irrigazione ideale è a goccia

Innaffieremo ogni 2-3 giorni, per circa 30-40 minuti . In estate aumenteremo la frequenza delle annaffiature giornaliere. 

Trucco:
I carciofi sono buoni per attirare la tua attenzione. Un modo per vedere se hanno bisogno di acqua è guardare le foglie. Quando le foglie sono cadute o mostrano segni di appassimento, hanno bisogno di acqua.

Come piantare i carciofi?

I carciofi possono essere seminati direttamente all’aperto e con i semi .

Tuttavia, si consiglia di farlo durante il mese di aprile . Questo mese offre le migliori condizioni meteorologiche per la sua crescita.

Vogliamo seminare dei semi ogni 40-50 cm . Quando iniziano a crescere rimuoveremo i gambi più deboli che escono (potatura).

Nel caso in cui abbiamo piantine di carciofo , le cose diventano molto più facili . Aspetteremo fino a maggio per piantare le piantine. 

È conveniente posizionare le piantine a una distanza di 90 cm tra loro . Dovresti anche assicurarti che il terreno sia sufficientemente fertilizzato e con un pH di circa 6,5.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee di carciofo .

Come sono cresciuti?

I carciofi possono essere fatti alti . Soprattutto se piove o se viene data acqua a sufficienza. 

Se ciò accade sei fortunato, tuttavia devi assicurarti che la pianta non si rompa a causa del peso . È importante che all’occorrenza prendi un paletto o un bastoncino e appoggiaci sopra i carciofi. Simile alle piante di pomodoro.

Come raccogliamo i carciofi?

Possiamo raccogliere carciofi per diversi anni. Quindi sei interessato a prenderti cura di loro.

I carciofi possono essere raccolti 3-4 mesi dopo la semina.

La prima stagione produrrà solo una singola testa sullo stelo principale. Negli anni successivi verranno prodotte diverse teste e l’impianto sarà più grande. 

Tagliamo la testa del carciofo quando raggiunge circa 15cm di gambo e vedremo che ha un buon colore . È importante non aspettare che sbocci, nel qual caso non sarà più commestibile.

Quali parassiti e malattie hanno?

Bisogna ricordare che il carciofo è stato adattato dall’uomo , a partire dal cardo .

Quindi sarà molto meno resistente e vulnerabile a parassiti e malattie di questo. 

L’ eccesso di umidità provoca malattie fungine e micotiche.

Quando l’irrigazione è troppo elevata e anche i fertilizzanti azotati , è frequente trovare l’afide . L’afide si trova alla base del carciofo e su alcune foglie, provocando scompiglio sulla pianta.

L’applicazione dell’estratto di neem è solitamente una soluzione ecologica per gli afidi.

Ci sono anche i lombrichi , che entrano nel gambo del carciofo e talvolta raggiungono la testa. Le trappole per farfalle sono di solito una buona misura contro di loro.

Che buone associazioni ha?

I più favorevoli sono:

  • Cipolle.
  • Fave.
  • Piselli verdi.
  • Lattuga

Cosa NON seminiamo accanto a loro?

Non sono note associazioni sfavorevoli per il carciofo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.