Suggerimenti

Come utilizzare il substrato di akadama nei bonsai

Quando si parla di tipi di substrati, l’  akadama  è il grande sconosciuto. Per substrato si intende il mezzo in cui si sviluppa una pianta, è dato dalla qualità e dalla composizione del terreno. In questi aspetti, l’akadama si distingue come uno dei substrati più ricchi di nutrienti.

Va chiarito che più ricchi di vari nutrienti essenziali necessari per la pianta, migliore sarà la sua qualità finale.

Cos’è il substrato di akadama?

Akadama è uno dei substrati più consigliati da agricoltori e giardinieri.

Ciò è dovuto alle sue qualità e qualità come il fatto che è molto poroso, la sua composizione è argilla granulare di origine vulcanica. L’Akadama è un substrato che si trova solo in Giappone, questo lo ha portato ad essere associato ad elementi della cultura giapponese come i bonsai, quindi l’ akadama  sarà il tipo di substrato più utilizzato nei bonsai.

A differenza di molti altri tipi di terreno, il fatto che sia molto poroso significa che l’umidità è molto meglio conservata e dura più a lungo nel terreno della pianta. L’akadama è l’opzione perfetta per quelle piante che non necessitano di acqua in eccesso, ha il vantaggio di trattenere l’umidità, ma senza che si allaga, un eccesso di acqua può causare il soffocamento delle radici.

Leggi di più: perché dovresti usare la fibra di cocco nel tuo substrato?

Questo substrato, come tutti gli altri, può essere utilizzato da solo o miscelato con qualsiasi altro, i più comuni da miscelare sono il kiryuzuna o il kanuma, che, come suggerisce il nome, sono anch’essi di origine giapponese e ampiamente utilizzati nei bonsai.

È importante dare a ciascuna pianta il substrato di cui ha bisogno, solo così potrà crescere forte nel giusto ambiente. Ciò è particolarmente complesso nelle piante esotiche che necessitano di caratteristiche molto specifiche e non sempre possono essere raggiunte.

È comune per diversi substrati aggiungere torba di perlite, palline di argilla o qualsiasi tipo di nutriente aggiuntivo di cui una pianta specifica ha bisogno.

Nel caso dell’akadama non sarà necessario, si può fare a meno di elementi aggiuntivi perché ha già un numero elevato di nutrienti, oltre alla sua caratteristica di essere così poroso, che sarà uno dei grandi punti a suo favore.

Leggi tutto:  vermiculite: come utilizzare questo substrato inerte

Qual è il suo prezzo e dove possiamo acquistarlo?

Per cominciare, ci sono tre diversi tipi di akadama, i seguenti sono sul mercato:

  • Akadama a grana grossa: la grana di questa varietà ha uno spessore compreso tra 4 e 11 mm. Questo lo rende particolarmente consigliato per le piante autoctone.
  • Akadama Shohin: la grana di questo tipo di akadama è molto più piccola, ha uno spessore compreso tra 1 e 4 mm. Akadama Shohin è altamente raccomandato per l’uso come terriccio per acquari o in generale per varie piante acquatiche.
  • Standard Extra Quality:  questa varietà ha una grana intermedia, tra 1 e 6 mm di spessore, questo ha un punto in più, la rende adatta a tutti i tipi di piante.

Qualunque sia la varietà, i tre diversi tipi di questo substrato hanno un pH simile compreso tra 6,5 ​​e 6,9. Sebbene il prezzo vari considerevolmente, in termini di prezzo, akadama non è esattamente un substrato economico, anche se impiega molto tempo a decomporsi, cioè a perdere l’utilità dei suoi nutrienti, quindi a lungo termine può essere un buon investimento.

Il suo prezzo in qualsiasi mercato è di solito di circa 7 € per un sacco da 2 kg e di circa 30 € per un sacco da 14 kg di Akadama Shonin, la varietà più venduta.

Per saperne di più:  substrato di perlite: quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

Vantaggi dell’utilizzo di akadama come substrato

Nonostante il suo prezzo, ci sono numerosi vantaggi che lo renderanno un investimento redditizio a lungo termine.

Il fatto che sia molto poroso significa che l’ umidità è costante, ma la pianta non si allaga mai, quindi la quantità di acqua che dovrà essere irrigata sarà notevolmente ridotta.

Ciò comporta anche un minor rischio che la pianta finisca per soffocare a causa dell’eccesso di acqua grazie alla facilità di regolare la quantità di umidità che ha.

Il prezzo di molti substrati può essere elevato, e lo sarà ancora se iniziamo ad aggiungere integratori di diversi tipi di nutrienti o alcuni elementi che facilitano l’assorbimento dell’acqua, in questo caso l’akadama può essere utilizzato perfettamente come unico substrato, a lungo termine si rivelerà redditizia.

L’Akadama  è spesso  usato per bonsai e varie piante esotiche, questo è dovuto alla sua grande versatilità. È altamente consigliato per piante acidofile che vivono in un clima che non è il loro, è il caso degli aceri giapponesi che si trovano in zone a clima mediterraneo.

Ciò consentirà alle piante di adattarsi facilmente a un nuovo ecosistema e di diventare alberi e arbusti sani e rigogliosi.

Per quanto riguarda la sua composizione, il fatto che sia molto ricca di nutrienti oltre che porosa, la rende un substrato perfetto sia per le piante esotiche che per quelle più comuni che possiamo immaginare.

Esiste un sostituto dell’akadama fatto in casa?

L’Akadama può essere costoso, quindi esiste un’alternativa fatta in casa che può farci risparmiare denaro senza influire sulla vita della pianta, in particolare dei bonsai.

Un’alternativa all’akadama per gli amanti dei bonsai è l’argilla o l’argilla espansa. A volte è difficile trovare nei negozi un substrato di origine vulcanica, e sono in tanti a scegliere di realizzarne uno fatto in casa.

Puoi utilizzare un substrato di base che può essere utilizzato su qualsiasi tipo di pianta e aggiungere grani di argilla.

L’argilla è un materiale comune in ogni casa, quindi sarà facile come prendere una vecchia piastrella o un mattone e schiacciare la grana alla dimensione desiderata. Fatto ciò, viene miscelato con il substrato di base, calcolando una quantità approssimativa necessaria al tipo di bonsai che verrà piantato in questo caso, e con ciò il substrato sarebbe pronto per vedere crescere e prosperare i nostri bonsai.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.