Suggerimenti

come potare i pomodori

La pianta di pomodoro, o pianta di pomodoro, è una delle colture più apprezzate dagli appassionati di orticoltura praticamente in tutto il mondo. Questa pianta ha la sua origine nel Sud e Centro America, ma attualmente il suo frutto ha trovato un posto di grande pregio in gran parte della cucina mondiale.

Questa pianta richiede alcune cure a cui dobbiamo prestare attenzione se vogliamo imparare a coltivare i pomodori e, quindi, ottenere frutti di buona qualità. Uno dei più importanti in alcuni tipi di pomodoro è la potatura. Se vuoi saperne di più su come potare i pomodori e quando farlo, continua a leggerci in questa guida EcologíaVerde.

Quando potare i pomodori

È necessario differenziare i diversi tipi di potatura che si applicano alla pianta di pomodoro per sapere quando effettuarle ciascuna. Quindi, per sapere quando potare i pomodori, fate attenzione:

  • La potatura o potatura dei tralci, in cui vengono rimossi i cosiddetti polloni dei pomodori, viene effettuata una o due volte alla settimana durante i mesi caldi. Non appena arriva la primavera, una pianta di pomodoro indeterminata inizierà a produrre un gran numero di questi germogli, che dobbiamo rimuovere prima che diventino troppo grandi.
  • La sverniciatura delle foglie o la sverniciatura di manutenzione viene eseguita regolarmente, rimuovendo le foglie quando appassiscono o si danneggiano.
  • La potatura dovrebbe essere eseguita quando riteniamo che la pianta di pomodoro non avrà il tempo di sviluppare completamente nuovi frutti. Cioè circa un mese e mezzo prima che arrivino le temperature peggiori nei mesi caldi, o tre mesi in quelli freddi.

In ogni caso non si deve mai effettuare la potatura con la pianta umida o bagnata, perché potremmo farla ammalare. Sapendo tutto questo, ora vediamo come potare correttamente le piante di pomodoro.

Tipi di piante di pomodoro

La prima e più importante cosa che dobbiamo sapere prima di iniziare a potare la nostra pianta di pomodoro è identificare che tipo di pianta abbiamo. A seconda di ciò, richiederà cure diverse. Esistono due tipi principali di pomodoro: determinato e indeterminato.

piante di pomodoro indeterminate

Le piante di pomodoro indeterminate crescono senza sosta, quindi la potatura dei polloni è molto necessaria se vogliamo raccogliere frutti gustosi e di buona qualità. Queste piante di pomodoro necessitano anche di graticcio e producono pomodori abbastanza sfalsati durante l’intera stagione. Alcuni pomodori indeterminati sono il cuore di bue, l’amarena o il tanto miele.

determinate piante di pomodoro

I pomodori determinati, invece, sono più cespugliosi e compatti. Una volta raggiunta la maturità, smettono di crescere e producono anche tutti i loro frutti contemporaneamente, il che richiede un raccolto molto più veloce. Questi pomodori sono molto meno schizzinosi riguardo alla potatura, poiché non producono tanti polloni. Alcuni pomodori decisi sono la marmande, la pepita d’oro ciliegino o il roma.

Inoltre, ti consigliamo di conoscere +30 tipi di pomodori. Una volta identificato che tipo di pianta di pomodoro abbiamo, passiamo alla potatura.

Come potare le piante di pomodoro

Come potare i pomodori in casa o in giardino? Che le piante di pomodoro che possiedi siano nel tuo campo o giardino o se le hai in un vaso a casa, prendi nota di questi passaggi e linee guida per la potatura delle piante di pomodoro:

diserbo

I pomodori indeterminati necessitano di una potatura regolare quando arriva la stagione di crescita. In caso contrario, la pianta produce polloni in buona parte delle ascelle tra il fusto principale ei rami secondari. Se lasciamo crescere questi germogli, si svilupperanno delle stesse dimensioni dei rami da cui sono nati e, a loro volta, daranno origine a nuovi polloni sui pomodori. L’intero processo di sviluppo comporta un dispendio energetico enorme per la pianta, che non le consente di destinare risorse sufficienti alla produzione di frutta, motivo per cui finirebbe per produrre pomodorini in piccole quantità.

Pertanto, la rifilatura dovrebbe essere eseguita una o due volte alla settimana, e dobbiamo semplicemente rimuovere i polloni dai pomodori a mano. Se non si sono sviluppate troppo, usciranno facilmente con la pressione delle dita e delle unghie, senza causare grandi danni alla pianta. Se sono diventati troppo grandi, usa forbici da potatura adeguatamente sterilizzate.

senza foglie

Poiché la pianta di pomodoro presenta foglie gialle o appassite, bisogna rimuoverle per favorire l’aerazione e l’utilizzo dei nutrienti. Tuttavia, è meglio non rimuovere grandi quantità di foglie o rami in una volta per non indebolire eccessivamente la pianta.

Solitamente è necessario asportare le foglie più vecchie e più vicine al terreno, oltre a quelle che si trovano sui rami dei frutti. La potatura delle foglie sulle piante di pomodoro va fatta con forbici sterilizzate, anche se in alcuni casi dove sono molto secche si possono togliere a mano.

guarnizione

Quando la pianta non avrà il tempo di produrre le nuove generazioni di pomodori, si procede alla potatura del germoglio apicale o della parte superiore del fusto. In questo modo la pianta concentra i suoi sforzi sull’ingrasso dei pomodori che ha a disposizione, invece di continuare a crescere. Si fa lasciando uno o due rami sopra il grappolo di fiori più alto. Nella stagione successiva va ripetuta con il gambo che si è formato come principale nel suo sviluppo verticale.

Riepilogo dei passaggi fondamentali per la potatura dei pomodori:

  1. Se hai intenzione di utilizzare le forbici da potatura, sterilizzale prima.
  2. Osserva la pianta da lontano per individuare le parti che andrai a potare in base al tipo di potatura che andrai a fare. Quindi, se hai intenzione di fare solo uno stripping, guarda le foglie appassite o molto vecchie, se hai intenzione di potare la pianta, cerca i polloni e i germogli che devono essere potati e se vedi che non è conveniente affinché la pianta cresca più in alto, osserva bene l’area della gemma apicale.
  3. Procedere ad asportare con le mani o tagliare con le forbici le parti necessarie per effettuare una buona potatura della pianta di pomodoro.
  4. Controlla bene l’intera pianta, sollevando alcuni rami per assicurarti di aver rimosso tutto ciò di cui hai bisogno e il gioco è fatto. Ricordati di pulire di nuovo bene le forbici.

Consigli per la potatura dei pomodori

Per finire, ecco alcuni consigli su come potare i pomodori, sia che si stia potando pomodorini o pomodorini grandi sia che siano in vaso, in serra o in piena terra.

  • Utilizzare sempre strumenti sterilizzati durante la potatura di qualsiasi parte del pomodoro. Inoltre, e soprattutto se fumi, lavati le mani con acqua e sapone prima di eseguire il diserbo manuale.
  • Quando compaiono i primi fiori, pota i rami sotto di loro. Nei pomodori indeterminati pulire direttamente, mentre in quelli determinati si può aspettare che le foglie ingialliscano.
  • La maggior parte dei pomodorini sono determinati, quindi non necessitano di potature estese. Inoltre, la quantità è valutata più della qualità, quindi possono crescere di più.
  • Nei pomodori da serra è particolarmente importante potare i rami inferiori in modo che non facciano ombra al terreno e ne consentano una maggiore aerazione.
  • I gambi rimossi durante il diserbo tendono a mettere radici molto facilmente, consentendo di creare una nuova pianta di pomodoro in soli 15 giorni.

Ora che sai molto di più sulla potatura delle piante di pomodoro, potresti essere interessato a saperne di più sulla coltivazione del pomodoro. Per fare questo, ti consigliamo queste altre guide Green Ecology su Come coltivare pomodori biologici e Coltivazione di pomodoro in serra.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come potare i pomodori, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.