Suggerimenti

Seminare il grano: come, quando e dove in [12 passaggi + immagini]

Lo sapevi che la parola grano deriva dal latino triticum , che significa spezzato, schiacciato o trebbiato , riferendosi  all’operazione effettuata per  separare il chicco  di grano dalla lolla che lo ricopre ?

Nel seguente articolo spieghiamo  i punti più importanti quando si pianta il grano  e poter gustare questo ricco alimento in modo ecologico.

Punti importanti per la semina del grano:
  • Quando? seminare il frumento invernale in autunno , mentre il frumento primaverile viene seminato, come suggerisce il nome, durante la primavera.
  • Dove? Richiede molta luce solare. Minimo 8 ore al giorno.
  • Tempo di raccolta? Circa 5-6 mesi dalla semina.
  • Come prepariamo il terreno? Il miglior terreno da utilizzare è quello argilloso con un adeguato contenuto di calce. È importante fare una buona scorta di materia organica e humus .
  • Come innaffiamo? Se vuoi godere di una buona produzione, dovresti annaffiarla due o tre volte l’anno, a seconda dell’umidità del terreno.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo .
  • Come raccogliamo? Il momento più conveniente per falciare è quando gli steli hanno perso completamente il colore verde e la grana è molto consistente.
  • Associazioni favorevoli? Legumi ( fagioli , fave , lenticchie , ceci o piselli ).
  • Piaghe e malattie? Cimici dei letti , afidi , nematodi, ruggine, oidio .

I benefici del grano sono innegabili.

Non per niente è stato per migliaia di anni uno degli alimenti più importanti per l’uomo .

È un cereale appartenente alla famiglia delle graminacee originario dell’Asia ed è attualmente una delle piante più coltivate al mondo.

Non hai bisogno di molto spazio per seminare il grano , anche se devi pianificare con attenzione. 

Nel seguente articolo vi diamo  i migliori consigli per il tuo successo  nella sua coltivazione.

Di cosa abbiamo bisogno per piantare il grano?

Quando? Gli appuntamenti

Vogliamo  seminare grano invernale in autunno,  mentre il grano primaverile viene seminato , come suggerisce il nome, durante la primavera. 

Vendemmia : il grano invernale viene raccolto all’inizio della primavera. Il grano primaverile viene raccolto in autunno.

Dove? Temperatura e luminosità

Il grano richiede un  molta luce solare. 

Idealmente, dovrebbe ricevere circa 8 ore di luce solare al giorno, indipendentemente dalla varietà.

La temperatura ideale per la sua crescita e sviluppo è compresa tra 10 e 25 ºC costanti.

La temperatura non dovrebbe essere troppo fredda in inverno o troppo alta in primavera. Può resistere a temperature minime di 3°C e massime di 35°C

Come innaffiamo? Umidità

È una pianta poco esigente in termini di annaffiature e si sviluppa bene con 300 o 400 mm di pioggia , purché la distribuzione di questa pioggia sia scarsa in inverno e abbondante in primavera.

Se vuoi goderti una buona produzione , dovresti annaffiarlo due o tre volte all’anno , a seconda dell’umidità della terra .

In genere si effettua una prima abbondante annaffiatura , dopo l’aratura.

Si deve poi effettuare un’irrigazione durante la fase di incastro, cioè quando l’aspetto del canneto comincia ad essere apprezzato.

Successivamente, durante la spigatura , è necessario annaffiare nuovamente il terreno poiché la pianta è in piena attività e consuma rapidamente l’acqua.

Infine, un’ultima annaffiatura deve essere effettuata durante la maturità delle spighe.

Come prepariamo il terreno? Il substrato e i nutrienti

Il frumento predilige terreni profondi , per il corretto sviluppo del suo apparato radicale .

Il miglior terreno da utilizzare è quello argilloso con un adeguato contenuto di calce .

In caso di utilizzo di un terreno molto povero di contenuto organico , fertilizzare con humus e materia organica. 

I terreni argillosi trattengono troppa umidità durante gli inverni piovosi , mentre i terreni sabbiosi richiedono piogge abbondanti in primavera , data la loro bassa capacità di ritenzione .

In generale si raccomanda che i terreni abbiano un buon drenaggio .

Allo stesso modo, il grano fa male in terreni acidi . Li preferisci neutri o alcalini.

 Il pH ottimale varia tra 6.0 e 7.5. 

Come seminare il grano passo dopo passo [9 passi]

  1. Pulisci il terreno. Si toglie le erbacce e detriti da colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che le piante ricevono la giusta quantità di nutrienti.
  2. Fare un aratro per spianare il terreno ad una profondità di 15 cm . Al termine, la terra dovrebbe essere il più uniforme possibile
  3. Fertilizzare il terreno. Spargi un po’ di compost sul terreno per migliorare la qualità generale prima di iniziare a seminare i semi. Ciò è particolarmente necessario se il terreno è eccessivamente secco o poco sassoso. Non è necessarioulteriore compost se il terreno è marrone scuro e si sente bagnato al tatto
  4. Forma solchi nel terreno, separati a una distanza compresa tra 15 e 20 cm. Introdurre i semi ad una profondità compresa tra 3 e 6 cm, a seconda della varietà. In terreni molto sciolti la profondità può essere maggiore, fino a 7,5 cm.
  5. Copri i semi per evitare che si secchino o vengano mangiati dai predatori. I semi di frumento estivo andranno ricoperti con circa 4 cm di terriccio, mentre i semi di frumento invernale dovranno essere profondi 6 cm.
  6. Innaffia dopo aver piantato i semi. Il terreno deve rimanere umido fino a quando il grano non inizia a crescere. Se l’area in cui hai piantato passa più di una settimana senza pioggia, dovrai annaffiarla tu stesso.
  7. Controlla regolarmente le tue piante per evitare parassiti e malattie .
  8. Mantieni le piante libere dalle erbacce.
  9. Proteggi le piante dai forti venti e dai predatori.

Raccolta e raccolta del grano

Se il grano essiccato viene lasciato nel campo troppo a lungo , i venti e le tempeste possono distruggere il raccolto.

Il modo migliore per raccogliere il grano è con una mietitrebbia .

La raccolta viene effettuata da dalla tarda primavera al tardo autunno , a seconda della regione.

Il momento più conveniente per falciare è quando gli steli hanno perso completamente il colore verde e la grana è molto consistente.

 Il taglio dello stelo va eseguito a 30 cm da terra. 

È meglio falciare in pieno sole, quando la rugiada è scomparsa, poiché la mietitrebbia funziona meglio in tali condizioni.

Avrai bisogno di asciugare il grano dopo il raccolto. L’essiccazione all’aria produce chicchi di qualità superiore.

Associazioni favorevoli di grano

Si associano molto bene ai legumi (fagioli, fave, lenticchie, ceci o piselli). I legumi producono aminoacidi che il grano assorbe direttamente.

Parassiti e malattie comuni

Cimici

Attaccano le punte e le deformano.

Per il suo controllo si consiglia:

  • Semina rapida e precoce.
  • Raccolta simultanea in tutta l’area di coltivazione.
  • Controllo biologico da parte di parassiti come Trissolcus grandis e Telenomus chlorops.
  • Applicare sapone di potassio sul lato inferiore delle piante.

afidi

La presenza di afidi è intensa dalla primavera all’inizio dell’estate .

Se l’ attacco è grave, provoca una diminuzione della resa del raccolto . Oltre a indebolire le piante, possono trasmettere alcuni virus .

Per combatterli , il sapone di potassio può essere applicato alla parte inferiore delle piante.

Se la peste persiste o è molto abbondante , dopo aver pulito le foglie con il sapone , applicheremoestratto di neem , che fungerà da insetticida.

Il controllo biologico è consigliato anche utilizzando il Neurottero Chrysopa vulgaris , le cui larve possono divorare centinaia di afidi.

Sono efficaci anche alcuni imenotteri, che vivono allo stadio larvale all’interno degli afidi.

Nematodi

I nematodi penetrano nel tessuto radicale , succhiano il succo cellulare e depongono le uova nella corteccia radicale.

Tutte le sue fasi di sviluppo sono presenti durante tutto l’anno.

Vengono trattate con sterilizzazione a vapore e solarizzazione , che consiste nell’innalzare la temperatura del terreno ponendo sul terreno un telo di plastica trasparente per un minimo di 30 giorni.

Inoltre puoi posizionare un anello di cartone attorno alla base di ogni stelo per proteggere la pianta.

Ruggine

Sono funghi che provocano pustole sulle foglie e sulle spighe dei cereali , contengono un gran numero di spore , che vengono trasportate dal vento, diffondendo la malattia.

Per il suo controllo si consiglia l’ uso di varietà resistenti .

Per prevenirne la comparsa, l’arbusto Berberis vulgaris va rinvenuto ed eliminato nelle zone di coltivazione vicine.

oidio

La temperatura favorevole per il suo sviluppo è compresa tra 15 e 20 ºC.

Il suo sintomo principale è il fatto che le foglie sono ricoperte da uno strato di cotone bianco a forma di stella.

In un attacco forte le foglie girare giallo e poi seccano.

Per prevenirlo, è meglio installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto come preven

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.