Suggerimenti

Stipa Tenacissima o Esparto: [Semina, cura, irrigazione, substrato]

La Stipa Tenacissima o Macrochloa tenacissima è una pianta perenne a forma di erba molto cespugliosa che si adatta facilmente a diversi tipi di terreno .

Questo è il nome concordato per nominarlo scientificamente, tuttavia il suo nome comune è Sparta. Sebbene in passato fosse ampiamente utilizzato per creare prodotti tessili, oggi ha uno scopo più sintetico.

Tuttavia, molte persone preferiscono ancora riempire i loro spazi con dell’erba di sparto, quindi è meglio sapere come prendersene cura.

   

Punti importanti per la semina di Stipa Tenacissima o Sparto
  • Quando? Durante la primavera .
  • Dove? In uno spazio che riceve molta luce solare.
  • Come prepariamo il terreno? Non ha bisogno di grandi preparazioni perché su qualsiasi terreno si comporta bene.
  • Come dovremmo annaffiare? Per gocciolamento .
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Nel primo anno, 3 volte a settimana. Successivamente, 1 o 2 volte a settimana.
  • Quali parassiti e malattie hanno? Nessuna. Sono molto resistenti in generale.

Cos’è Stipa Tenacissima o Sparta?

Stipa Tenacissima è un’erba di medie dimensioni che proviene da alcune zone della Spagna.

Durante il suo massimo sviluppo non riesce a superare il metro di altezza , quindi vale la pena dargli una buona posizione se si vuole goderselo in vista.

Genera fiori a forma di spighe note come antochín.

È una pianta dalla tessitura rustica che può resistere alle condizioni atmosferiche più avverse e anche, se bruciata, potrebbe riemergere molto tempo dopo le proprie ceneri.

Dove seminare la Stipa Tenacissima o l’Esparto?

Stipa Tenacissima ha bisogno di molta luce solare ogni giorno, quindi è conveniente piantarla in un luogo sgombro da grandi alberi .

Poiché non è impegnativo per il tipo di terreno , la selezione del luogo potrebbe essere il lavoro più semplice che avremo con esso.

L’unica cosa molto importante è che abbia un buon drenaggio .

È anche in grado di essere protetto durante l’inverno, purché le temperature non scendano oltre i 4°C.

E per quanto riguarda il caldo, può vivere anche sopra i 35º C in zone molto aride.

Quando coltivare Stipa Tenacissima ?

Il periodo indicato per avanzare nella coltivazione dello sparto è durante la primavera .

Sebbene sia una pianta molto robusta nella sua età adulta, non appena inizia a crescere deve essere trattata con cura affinché possa prosperare.

Quindi bisogna fare attenzione che gli effetti climatici affinché nasca non siano molto avversi e che facciano diventare il clima fresco primaverile l’ideale.

Come prepariamo il terreno?

Il terreno non ha bisogno di grandi preparazioni, come fa molto bene in terreni privi di sostanze nutritive.

Inoltre, questi non devono avere una consistenza specifica poiché possono essere rocciosi, sabbiosi, calcarei , tra gli altri.

L’area che ama di più coltivare è dove ha un clima semi-arido, lavorando bene con la siccità ma senza diventare eccessivo.

Ciò di cui si dovrebbe aver cura è che il terreno abbia un ottimo drenaggio perché se si verificano ristagni d’acqua, la Stipa Tenacissima morirà.

Come seminare Stipa Tenacissima passo dopo passo?

Il metodo per seminare la Stipa Nacissima è attraverso i semi . Questa procedura deve essere molto attenta perché anche con tutte le caratteristiche descritte della pianta, le versioni giovani sono molto deboli.

Quindi, per far sì che gli esemplari raggiungano la versione adulta, è necessario lavorare molto attentamente sullo sviluppo dal seme.

  1. In genere la Stipa Tenacissima ha una germinazione difficile , quindi a seconda del numero di piante che andremo ad ottenere sarà necessario porre fino al doppio dei semi.
  2. D’altra parte, la cura deve essere sufficiente intorno all’irrigazione e all’esposizione al sole. In caso contrario, il risultato che si otterrà strada facendo risulterebbe in molte meno unità.
  3. La buona notizia è che dopo aver raggiunto l’età adulta, sarà in grado di resistere a quasi tutti gli attacchi meteorologici, vivendo fino a quattro decenni.
  4. È una pianta che agisce e cresce in modo molto intelligente, facendo partire le nuove foglie dal centro di essa.
  5. Questo fa sì che le foglie nuove, più lunghe e robuste, offrano sostegno e riposo a quelle più vecchie.
  6. Quando l’erba di sparto viene tenuta in un ampio campo con buon vento, il più comune è che i semi siano sparsi su di esso.
  7. Di conseguenza, si diffonderanno sul terreno con facilità, senza la necessità di troppi sforzi.

Di quale cura ha bisogno l’erba di sparto?

Una delle cure più importanti dello sparto riguarda l’ irrigazione poiché varierà a seconda dell’età della pianta.

Finché Stipa Tenacissima avrà meno di un anno, avrà bisogno di acqua almeno tre volte a settimana.

Questa irrigazione deve essere a goccia, senza allagare e preferibilmente senza bagnare le foglie, solo a diretto contatto con la terra.

Con il tempo questa volta si è passato, uno o due giorni di irrigazione può essere data una settimana, seguendo le stesse raccomandazioni, come nel paragrafo precedente.

Molte piante hanno bisogno di essere concimate per crescere sane, ma nel caso della Stipa Nacissima non è indispensabile.

Quali parassiti e malattie ha?

È una pianta resistente a tutti i tipi di parassiti e malattie.

Il motivo principale è che le sue condizioni di vita lo allontanano dagli ambienti che la maggior parte dei parassiti e dei funghi richiedono per il loro sviluppo.

Il problema più grande che lo sparto può presentare ha a che fare con la sua raccolta, poiché in molti casi viene effettuata senza le relative misure di sicurezza.

Trattandosi di un lavoro che solitamente viene svolto a mano, è molto importante attendere la maturazione della pianta, che avviene tra i mesi di maggio e luglio. In caso di raccolta precipitosa, si verificano danni alle radici delle piante che richiederanno tempo per riprendersi, tornando a produrre un raccolto fino a sei anni dopo.

In altri casi, la piena esposizione delle radici all’esterno e con molto sole, può provocarne la morte.

La raccolta dovrebbe essere sempre effettuata nella stagione secca. Se lo fai sotto la pioggia, puoi anche morire per annegamento.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.