Suggerimenti

Cura dell’arancio in vaso: [terreno, umidità, potatura e problemi]

Quali caratteristiche ha l’albero di arancio in vaso?

L’arancio è uno degli alberi da frutto più importanti in natura, il cui nome scientifico è Citrus sinensis.

È originario della Cina e distribuito in tutto il mondo dove viene gustato in diversi modi, direttamente come agrumi, in succhi, confetture, conserve e persino nei liquori.

È una delle piante più gentili dell’ecosistema naturale, sia per le sue caratteristiche frondose che per gli apporti che apporta alla tavola.

Come membro delle Rutáceas, appartiene alla famiglia del limone, del lime e del mandarino, altri agrumi molto ricercati dall’uomo.

I suoi fiori sono bianchi e belli, le sue foglie sono ovali e di un verde brillante.

Come albero raggiunge un’altezza di sette metri, ma in buone condizioni può raggiungere i 13 metri, il che la rende una pianta imponente di bellezza esotica per la sua grande e densa chioma conica.

L’arancio però è anche una pianta che possiamo coltivare in vaso tramite semi e innesti, per tenere in casa le nostre arance in agrodolce, che fanno invidia ad altre piante meno favorite.

Eseguire questo processo è conveniente in quei luoghi in cui il terreno non si presta alla semina diretta, dove è difficile annaffiarlo o dove le gelate invernali sono difficili da superare.

Ben fatto, questo lavoro lascia molte soddisfazioni, ma niente come avere un elemento decorativo bello e aromatico che diventa un ottimo sostituto delle comuni piante ornamentali .

Al suo fogliame fitto e al suo caratteristico profumo, aggiungeremo la facilità di coltivarlo in vaso, in quanto esistono specie nane che si adattano molto facilmente. In questo modo possiamo posizionarlo ovunque in casa come ornamento, mentre ci godiamo il frutto squisito.

Questi vasi vengono utilizzati per decorare gli angoli, il balcone, il terrazzo, il piccolo frutteto e il giardino, ma per mantenere sana la pianta dobbiamo applicare una serie di cure che le daranno uno sviluppo duraturo.

Di che terreno ha bisogno l’albero di arance in vaso?

L’arancio in vaso predilige terreni sabbiosi, profondi e freschi, non argillosi, calcarei o salini, perché non va d’accordo con la salinità a cui è molto sensibile; miglior terreno permeabile con pH 6-6,5.

Sarà molto conveniente che si drena, quindi aggiungeremo terreno con una miscela di terra nera o materia organica fatta in casa come compost , pacciame e sabbia grossolana, con argilla espansa in modo che il vaso abbia il drenaggio.

Possiamo anche utilizzare terriccio, fertilizzante per agrumi , sabbia (per facilitare il drenaggio) e pacciame di qualità.

Come far crescere forte e vigoroso l’albero di arancio in vaso?

La cura che gli daremo affinché cresca con forza prevede un vaso ampio e profondo che gli dia abbastanza spazio per svilupparsi.

Cambieremo il piatto ogni due o tre anni. Bene, questa è una pianta che frutti molto bene per il nostro piacere.

Per la semina, è meglio farlo all’inizio della primavera con semi o innesti. Raccoglieremo da ottobre a giugno.

L’irrigazione va applicata regolarmente, soprattutto in quei momenti in cui fa molto caldo, ma senza esagerare con l’acqua.

Ricorda che l’acqua in eccesso è controproducente, tenendo conto che in un vaso le radici sono vicine alla superficie, ma non possiamo nemmeno far asciugare completamente il fertilizzante.

Preferibile sarà l’irrigazione con acqua piovana immagazzinata al posto dell’acqua corrente, non abbondante come quando abbiamo la pianta in piena terra, facendola coincidere con concime solubile. Innaffieremo due o tre volte a settimana in estate e solo una volta a settimana in inverno.

Un altro aspetto di cui dobbiamo occuparci è la concimazione, che faremo dalla primavera all’autunno in tre occasioni, concimando prima della fioritura, a giugno e settembre, aggiungendo sostanza organica in autunno, in quanto ciò migliorerà la qualità del terreno.

L’irrigazione è meglio fatta di notte per evitare una rapida evaporazione, ma in inverno sposteremo il vaso all’interno della casa dove lo avremo ben riparato, coperto da un velo.

Questo sarà uno dei vantaggi della coltivazione dell’arancio in vaso: il controllo che avremo su di esso quando cercheremo riparo in inverno , questo controllo che ci permetterà di spostarlo verso spazi interni dove ha luce e, se necessario, rimuoverlo al sole nelle ore centrali della giornata.

Lo terremo lontano da luoghi caldi, con il riscaldamento spento. Se non vogliamo rimuoverli, averlo vicino alle finestre è meraviglioso, ma, come è stato detto, evitare il freddo, le gelate, che tanto danno.

Essere in grado di spostarlo da un luogo all’altro ci permetterà di salvarlo, poiché dobbiamo ricordare che in un vaso l’albero di arancio è più incline a seccarsi o congelare rispetto agli alberi piantati nel terreno, più resistenti ai capricci del tempo e clima .

Di quale umidità ha bisogno un albero di arancio in vaso?

L’arancio richiede un ambiente umido nell’atmosfera che lo circonda e nel terreno del vaso in cui si trova. Bagnato, non freddo, eh. non dimenticare.

Per sviluppare bene i suoi frutti richiede molta luce e temperature calde in estate, tenendo conto che il forte vento causerà la caduta dei frutti e macchie sulle foglie.

Non resiste a temperature sotto lo zero e all’interno della casa dobbiamo averlo in un luogo dove non subisca l’urto di forti venti.

È necessario potare l’albero di arancio in vaso?

La potatura è importante per rinfrescare la pianta e darle la forma che più ci piace, tenendo conto della decorazione che intendiamo per la nostra casa. Anche la potatura igienico-sanitaria, che è sempre vitale per le piante, è fondamentale nel caso di specie.

Quanto spesso dovremmo potare l’albero di arancio in vaso?

Nell’arancio in vaso, ogni potatura ha il suo momento; Quindi, dal primo anno dobbiamo tagliare i gambi di più di 30 centimetri; Alla fine dell’inverno, la potatura aiuterà a tagliare rami e steli morti.

Poco prima della primavera, cercheremo di togliere le foglie agli abbondanti mazzi, perché in questo modo si favorirà la crescita dei frutti.

Come possiamo evitare parassiti e malattie dell’albero di arancio in vaso?

Il vaso di agrumi ha gli stessi pericoli piantati a terra, perché i suoi nemici non riposano sull’ignobile intenzione di far loro del male.

Quindi, dobbiamo essere consapevoli della cocciniglia , degli afidi, degli acari e della mosca bianca, e nel caso in cui verifichiamo il loro attacco, difenderemo la nostra bella pianta con una miscela di acqua e sapone di potassio e con olio di Neem, che sono molto utili. quei momenti.

Forse ti interessano anche:
  • 7 parassiti che colpiscono i tuoi alberi di arancio: [rilevamento, cause e soluzioni]
  • Come fertilizzare Naranjo: [Componenti, esigenze e importanza]
  • Cura di Naranjo: [Terra, umidità, potatura e problemi]
  • Malattie dell’arancio: [Caratteristiche, tipi, rilevamento e trattamento]
  • Talee di arance: [innesto, stagione, radicamento e semina]
  • Potatura dell’arancio in vaso: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]
  • Potatura Naranjo: [Date, modi per farlo e strumenti]
  • Potare un albero di arancio malato: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]
  • Irrigazione del Naranjo: [Necessità, frequenza e procedura]
  • Tipi e varietà di arance più famose e deliziose

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.