Suggerimenti

Talee di mele: [Innesto, Stagione, Radicazione e Semina]

Tra i frutti più deliziosi e dolci che si possano raccogliere in un frutteto, la mela è la regina.

Il suo albero, il melo, è molto ambito per questo motivo e la sua moltiplicazione per talea è molto possibile.

In questo modo possiamo sfruttare le buone caratteristiche di un albero che esegue una grande produzione e ottenere un nuovo esemplare.

La cosa migliore è che è una procedura abbastanza semplice che riassumiamo in questo post, ci accompagni a rivedere tutte le informazioni?

Con quali altre piante o alberi possiamo innestare la talea del melo?

Il melo, essendo un albero dalla struttura legnosa, supporta molto bene il processo di innesto. Ciò può verificarsi tra due meli di condizioni identiche o di sottospecie diverse.

Sebbene sia possibile sviluppare variazioni con altre specie simili di alberi da frutto, come il pero , non sempre si ottengono buoni risultati.

Qual è il momento migliore per piantare talee di mele?

Il melo ha la proprietà di fare una buona talea in due periodi dell’anno totalmente diversi: inizio primavera o fine estate . In questi casi ciò che varierà è la tessitura della talea, poiché all’inizio della primavera non si sono generate foglie e alla fine dell’estate inizia a perderle.

Come far radicare correttamente le talee di mela?

Il successo di questo metodo di impianto partirà dal prelievo di un albero che abbia buone caratteristiche salutistiche. 

Le talee , per migliorare le possibilità di produzione di radici, vale la pena immergerle nell’ormone radicante. Successivamente verrà interrato in un vaso di dimensioni adeguate per aiutarlo a generare il suo apparato radicale.

Questo vaso dovrebbe essere coperto con terriccio da giardino, preferibilmente in uno stato sterile per evitare la diffusione di microrganismi. 

È una buona idea aggiungere anche sabbia per aiutare a generare un efficace drenaggio dell’acqua, poiché è una specie che richiede molta umidità. Sulla base di questa affermazione, è necessario innaffiare adeguatamente il supporto assicurandosi che penetri fino al fondo. 

Le condizioni di umidità devono essere controllate giornalmente, in modo che il taglio non sia mai allo stato secco perché potrebbe intaccarlo. È anche importante premere leggermente con le dita attorno al taglio in modo che sia ben stabile nella pentola. 

In questa fase, le talee di mela hanno bisogno di un ambiente caldo in cui stare. Quindi, è così importante mantenere l’irrigazione ben controllata, poiché l’umidità tenderà ad evaporare più rapidamente. Se la talea è primaverile si può tenere all’aperto , in mezz’ombra, dove non ci sono correnti d’aria.

Se è estate, è meglio tenerlo in casa (visto che l’ autunno si avvicina ) in modo che mantenga una temperatura calda e stabile.

Come dovremmo prendere le talee di melo per piantarle?

Le talee di mela possono essere prelevate con una struttura tenera, senza aver prodotto foglie, quando il processo è avanzato in primavera.

Nel caso in cui questa azione avvenga a fine estate, la tessitura delle talee sarà legnosa, di legno duro. Se viene prelevata una talea giovane, verrà utilizzata così come è stata estratta dall’albero.

Tuttavia, quando si utilizza legno legnoso, le foglie più vecchie dovranno essere rimosse per aiutare il processo a funzionare in modo più efficiente. Le talee dovrebbero essere lunghe circa 8 pollici.

Quanto tempo dobbiamo lasciare le talee di mela in acqua?

Il melo, nonostante richieda un buon livello di umidità per prosperare, non è consigliabile lavorarlo in acqua perché potrebbe generare marciumi.

È conveniente usare il compost o il compost?

Il melo andrà bene con un piccolo aiuto con la nutrizione, quindi vale la pena aggiungere materia organica al substrato .

Ovviamente bisogna dosare molto bene le quantità per non arrecare danni alla struttura delle radici.

Successivamente, nei tempi adeguati all’età dell’albero, verranno effettuate le concimazioni corrispondenti per migliorare la produzione di frutti.

Quanto tempo ci vuole di solito prima che esca un taglio di melo?

Le talee di mela dovrebbero iniziare a produrre radici 30 giorni dopo averle seppellite.

Un modo per verificare che i cambiamenti vengano generati è rimuovere il terreno dalla superficie con le dita e mostrare se le radici stanno crescendo.

Questo può essere fatto dopo 15 giorni, ad esempio, per darti il ​​tempo di andare avanti. In alcune occasioni, quando tutte le condizioni ambientali sono presenti, le talee possono riprodursi naturalmente.

Questo ci dà un chiaro segnale che è un processo che il melo può eseguire senza molto aiuto, anche se avrà sempre più successo se ce ne occupiamo noi. Dopo che la talea ha pronto il suo apparato radicale, può essere trapiantata all’esterno per continuare il suo sviluppo.

Se vuoi approfondire, puoi vedere: Pianta un melo .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.