Suggerimenti

Thuja Orientalis: [Coltivazione, Irrigazione, Associazioni, Parassiti e Malattie]

Punti importanti quando si semina Thuja orientalis
  • Dove seminare?  Pieno sole. Non ha bisogno di molta luce solare. Semi-ombra
  • Quando?  In primavera .
  • Come prepariamo il terreno?  Rimosso, eliminando le erbacce . Substrato di coltura universale, miscelato con 20% di perlite.
  • Come innaffiamo?  Con gocciolamento
  • Quanto spesso annaffiamo?  Irrigazione moderata durante tutto l’anno.
  • Piaghe e malattie?  Cocciniglie, acari, trivellatori. Seiridium, caduta autunnale delle foglie.

La conifera sempreverde Platycladus orientalis continua ad usare ancora oggi il suo vecchio nome: thuja orientalis . È conosciuto con il nome di tuia orientale, albero della vita, cipresso a ventaglio o albero della vita cinese.

È un piccolo albero. a crescita lenta, che può raggiungere i 15-20 m di altezza (eccezionalmente 30 m di altezza e 2 m di diametro nei vecchi esemplari).

La forma del fogliame è a squame piatte da 2 a 4 mm di lunghezza. I coni sono lunghi da 15 a 25 mm, verdi e marroni a maturità, con 6-12 squame spesse disposte a coppie opposte. Un olio essenziale viene distillato dalle sue foglie, corteccia e semi , e il suo legno viene utilizzato in colonne e mobili.

L’origine del thuja orientalis è molto estesa e spazia dall’Iran alla Cina e alla Corea.

Quando piantare una Thuja orientalis?

L’albero Thuja orientalis viene piantato in primavera.

Dove farlo?

È una pianta che si sviluppa molto bene all’aperto , sia in pieno sole che in mezz’ombra e tollera bene gli inverni molto freddi.

Oltre alla forma tipica, ma con portamento di alberello, sono presenti altre specie di thuja orientalis nane molto utilizzate nel giardino roccioso.

L’azione del freddo tinge il fogliame di toni marroni, cosa che non deve preoccupare, perché quando le temperature si alzano, il colore verde si riprende.

Thuja orientalis viene utilizzato per il rimboschimento e il giardinaggio solo nelle siepi e nei frangivento. È importante che la thuja orientalis sia messa a dimora ad una distanza di circa 3-4 metri dai tubi per evitare problemi che può causare con la crescita delle sue radici.

Come preparare il terreno?

Thuja orientalis è una specie molto resistente e tollerante che ne sostiene la coltivazione in molti tipi di terreni, anche se li preferisce piuttosto umidi.

E sebbene si adattino a tutti i tipi di terreno, anche calcareo, la thuja orientalis predilige terreni neutri o leggermente acidi che abbiano un buon drenaggio in modo che non si accumuli.

In vaso: può essere coltivato con il substrato di thuja orientalis coltura universale miscelato con 20% di perlite. In Giardino si può seminare in tutti i tipi di terreno, anche argillosi se non molto compatti.

Come innaffiamo un Thuja orientalis?

Le esigenze idriche e nutrizionali delle piante variano a seconda delle specie coltivate, della loro salute ed età, del tipo di terreno, del clima, tra gli altri.

Le innaffiature per thuja orientalis dovrebbero essere abbondanti durante l’ estate e un po’ meno il resto dell’anno.

Come seminiamo passo dopo passo una Thuja orientalis?

Si riproduce per seme con relativa facilità, anche se per migliorare la germinazione i semi vengono stratificati prima della semina.

Effettuare la stratificazione dei semi per 60 giorni a circa 4°C. La moltiplicazione per innesto e per talea è possibile anche utilizzando ormoni radicanti.

Metti dei pali piccoli, morbidi e lunghi diversi centimetri presi in tarda primavera all’aperto. Radicamento in letti di nebbia se trattati con un agente radicante.

L’innesto laterale viene talvolta utilizzato nella propagazione di cloni selezionati di thuja orientalis, utilizzando come standard piante di 2 anni, in vaso, derivate da semi . L’innesto avviene a fine inverno in serra.

Una volta effettuato l’innesto, le piante in vaso vengono poste in banchi aperti, riempiendoli di torba umida fino a coprire l’unione dell’innesto. A metà primavera le piantine saranno pronte per andare in campo per un ulteriore sviluppo.

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

Trattandosi di una specie di albero che fornisce ombra, si potrebbe considerare la possibilità di associare la thuja orientalis ad altre piante che richiedono questo ambiente per la loro riproduzione , sebbene non siano noti studi sulla sua associazione favorevole.

Quali parassiti e malattie attaccano Thuja orientalis?

parassiti

Tra i parassiti che colpiscono thuja orientalis ci sono:

cocciniglie

Sui rami e sulle foglie della pianta compaiono vari tipi di cocciniglie: Aspidiotus hederae, Diaspis visci, Pseudococcus citri e altri.

Ragno

Nella stagione calda, thuja orientalis può essere invasa da un minuscolo ragno (Paratetranychus ununguis), che ne disidrata le foglie.

Borers

Due specie possono attaccare thujas orientalis (Phloeosinus thujae e Phloeosinus bicolor) che danneggiano la pianta per gli effetti del freddo o della siccità prolungata, ma non provocano danni alle piante sane.

A parte il danno diretto che provocano, i tanti piccoli fori che aprono nella corteccia dei rami sono punti di ingresso per le spore del fungo Seiridium.

Malattie

Tra le malattie che possono colpire thuja orientalis ci sono:

seiridio

Le foglie dei rami superiori si seccano a causa del fungo Coryneum cardinale. Il disseccamento delle foglie e dei rametti può essere causato da altri funghi come Cercospora thujina, Pestalozzia funerea, ecc.

Per combattere questi funghi si consiglia di utilizzare il rame . Il seiridium produce cancri che di solito iniziano alla base dei rami e si seccano.

Per sradicare il Seiridium, la pianta deve essere tagliata 20-25 centimetri sotto il cancro di tutti i rami secchi. Quindi, polverizzare il resto con il rame.

Autunno autunno delle foglie

Le foglie vecchie all’interno della siepe di thuja orientalis spesso si seccano e cadono durante l’ autunno .

Doratura primaverile delle foglie

Le foglie diventano marroni perché il sudore supera l’approvvigionamento idrico delle radici.

Bibliografia e riferimenti

  • Enciclopedia La mia prima conoscenza. Piante di serpente e conservazione. Pubblicato da Grolier Incorporated. New York, 1961. Pagine 80-81.

Banca dati digitale

  • Giardino Botanico.ima.es. Thuja orientali. Riprodotto da: http://www.jardinbotanico.uma.es/bbdd/index.php/jb-106-05/
  • Alberi ornamentali.es. Thuja Orientalis . Riprodotto da: https://www.arbolesornamentales.es/Platycladusorientalis.htm
  • Infojardin.com. Albero della Vita, Biota, Tuya Orientalis . Riprodotto da: https://fichas.infojardin.com/arboles/thuja-orientalis-arbol-de-la-vida-biota.htm

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.