Funghi

Fuscoporia contigua

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Un carpoforo perenne resupinato che forma croste di varie dimensioni attaccate al legno. Su un micelio color camoscio si formano dei corpi fruttiferi di colore ocra che assumono la forma del legno che funge da substrato. È abbastanza comune che abbiano un margine o una zona di crescita di colore marrone più scuro, essendo la zona centrale più spessa, più imbottita, e i margini più sottili.

Imenio formato da diversi strati di pori che si sovrappongono annualmente, poiché la specie è perenne. Questi pori sono di piccole dimensioni, 3 pori per millimetro al massimo, più o meno ocra scuro o marrone con una tonalità cannella. Sono arrotondati, ma a volte un po’ irregolari.

Piede inesistente, aderisce direttamente al substrato.

Carne o contesto di colore chiaro, con una consistenza dura e coriacea simile al legno stesso, senza un odore specifico.

Habitat:

Gli esemplari fotografati sono stati trovati su legno degradato di Rosa canina, un rosaio selvatico comunemente chiamato rosa canina, nel mese di gennaio. È una specie che si può trovare anche sul legno morto di varie pianure durante tutto l’anno. Si tratta di una specie a cui non si fa spesso riferimento in letteratura, quindi dobbiamo capire che si tratta di una specie molto rara.

Commenti:

È un fungo decomposto del legno che forma marciume bianco. Ci sono molte specie con le quali potremmo facilmente confonderlo, richiedendo un’analisi esaustiva per la sua determinazione. La Fuscoporia ferruginosa è praticamente identica e condivide anche un habitat su legno di biancospino, rose selvatiche e latifoglie, le sue differenze macroscopiche sono scarse, semmai quest’ultima ha una zona di crescita molto più leggera che contrasta con il resto, e i suoi pori sono più piccoli, 5 o 6 per mm. Anche la distesa di Donkioporia è molto simile, ma di spessore maggiore e con un habitat diverso.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Phellinus contiguus (Pers.) Pat.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Hymenochaetales
  • La famiglia:
    Imenocaetacee

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.