Funghi

Phellinus pomaceus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo perenne di forma variabile, di solito a zoccolo o semicircolare, a volte a forma di zoccolo, ma meglio definito come una billetta attaccata ad un albero. La parte superiore è di colore grigio opaco, che diventa bruno rossastro e persino nerastro con l’invecchiamento, ed è solitamente screpolata.

Imenio o parte inferiore del fungo, composto da più strati di tubi sovrapposti, tubi di più o meno 2 mm di diametro. Questi tubi sono marroni, terminano con pori molto stretti di colore carne o cannella, per avere un’idea delle dimensioni diremo che in 1 mm ci possono essere fino a 5 pori.

Piede inesistente, aderisce direttamente al legno.

Carne dura come il legno stesso, senza odore apprezzabile, se qualche persona coraggiosa può provarla e dirci che sapore ha.

Habitat:

È un fungo abbastanza comune che si può trovare in qualsiasi periodo dell’anno, immancabilmente attaccato ai tronchi o ai rami degli alberi da frutto.

Commenti:

Il suo habitat sotto gli alberi da frutto lo differenzia da altre specie affini come la Fomitiporia robusta, tipica dei planifogli. Forse la specie che più gli assomiglia è il Phellinus igniarius, che invece del grigio opaco è nero lucido. Sono tutte specie parassite.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Ardagai beltz.
  • Sinonimo:
    Phellinus tuberculosus Niemelä.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Hymenochaetales
  • La famiglia:
    Imenocaetacee

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.