Funghi

Tricholoma colombetta

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello con un diametro che varia negli esemplari adulti tra i 5 e i 10 cm, con una forma a camera convessa nel primo stadio, poi convessa e infine appiattita, con un umbone ottuso a volte non troppo definito. La cuticola è glabra e bianca pura negli esemplari giovani, mentre in quelli più sviluppati può acquisire un tono ocra al centro; anche negli esemplari più vecchi non è raro trovare una macchia verdastra o rossa, preludio alla necrosi dell’esemplare, lucida in condizioni di umidità e satinata in condizioni di asciutto, facilmente separabile dalla carne. Il margine viene intaccato quando è giovane e poi ondulato.

I vecchi esemplari sono cremosi, con bordi irregolari, a volte merlati, colorati o a volte anneriti con macchie rossastre.

Piede cilindrico e allungato, pieno e massiccio, spesso attenuato alla base, bianco come il resto della basilica, fibroso e fibrillare in apparenza soprattutto all’apice, con macchie turchesi o rosa relativamente frequenti alla base, essendo questo un carattere molto volubile.

La carne non è troppo spessa ma consistente, più fibrosa sul piede che sul cappello, di colore bianco e inalterata al taglio, tranne che alla base del piede dove a volte può assumere tonalità rosate, è praticamente inodore e ha un sapore leggermente farinoso.

Habitat:

Specie fondamentalmente legata alle foreste di planifolia, di solito compare soprattutto nelle faggete, nelle querce e negli argini dei fiumi, non è una specie molto prolifica, potremmo etichettarla come rara, essendo molto più rara anche sotto le conifere. Inoltre non è molto comune, e tutt’altro che abbondante, in quanto può crescere da solo o in gruppi di pochi esemplari. Il suo periodo preferito è la fine dell’estate e l’autunno.

Commenti:

Questa specie è un commestibile di aspetto gradevole e di buon sapore, forse eccessivamente fibroso, soprattutto nel piede. Si caratterizza per il colore bianco comune a tutto il basilico, la pratica assenza di un odore caratteristico, il sapore leggermente farinoso e le macchie bluastre alla base del piede non sempre presenti. Per il suo colore può essere confuso con le mortali Amanitas bianche, ma l’assenza di anello e volva elimina rapidamente questa possibilità, molto più complicato è separarlo da altri Tricholoma bianchi, come l’album Tricholoma, con un odore neutro da giovane che diventa sgradevole con il tempo e il sapore amaro.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Palomita, ziza uso-zuri, llenega blanca, llenega dolc, tortullo blanco.
  • Sinonimo:
    Agaricus columbetta Fr.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Tricholomataceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.