Funghi

Conocybe mairei

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello di piccole dimensioni, secondo la letteratura il suo diametro sarebbe compreso tra i 5 e i 10 mm nella fase adulta, gli esemplari della nostra collezione erano circa 6 mm, di forma convessa e si evolvevano per essere praticamente piatti, ma mantenendo l’area centrale in evidenza. Cuticola secca e opaca, di colore variabile, anche con sfumature diverse per zone dello stesso esemplare a causa della sua igrofaneità, crema o ocra chiaro, generalmente con sfumature giallastre. Margine striato dovuto alla trasparenza nei due terzi del totale con l’umidità, riducendo la superficie striata mentre si asciuga.

Pellicole di ventrico e dnatite, abbastanza separate l’una dall’altra, inizialmente di colore crema giallastro, macchiate con la sporulazione di ocra ferruginosa o cannella.

Piede centrale e cilindrico, notevolmente allungato rispetto al diametro del cappello, di colore simile al cappello, anche con tonalità giallastre soprattutto negli esemplari giovani, di circa 0,5 mm di spessore, piuttosto pruinoso ma senza anello o zona anulare, con base cotoniera ispessita, biancastra.

Carne scarsa e poco significativa, senza alcun odore o sapore degno di nota.

Habitat:

Questa specie non è molto ben referenziata in letteratura e quindi dobbiamo considerarla rara o poco frequente. La raccolta che serve come base per questa scheda è stata effettuata nel luglio 2016 in terreno sabbioso sotto gli ontani (Alnus glutinosa). Sappiamo che può apparire in altri habitat e periodi dell’anno se le condizioni sono favorevoli, un piccolo gruppo di esemplari è stato trovato.

Commenti:

Questa specie appartiene ad un gruppo di Conocybe di piccole dimensioni, abbastanza omogenee, tutte con caratteristiche comuni in termini di aspetto macroscopico, per cui sarebbe impossibile classificarla nell’ambito delle specie senza uno studio microscopico approfondito. Per fare un esempio, è molto simile a Conocybe aberrans o Conocybe parvula, le sue differenze sono strettamente microscopiche e riguardano la lunghezza delle spore o la dimensione dei pileociti. Lo classifichiamo come inutile perché questo aspetto non è stato molto studiato, anche se la presenza di tossine in queste specie è abbastanza fattibile.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Pholiotina mairei Kühner ex Singer

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Agaricales
  • La famiglia:
    Bolbitiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.