Funghi

Cortinarius inexspectatus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Un cappello dal portamento robusto e dall’aspetto carnoso, le cui dimensioni possono superare i 10 cm di diametro negli esemplari adulti. Ha una forma semisferica nel suo primo stadio di sviluppo, poi convessa, e infine convessa piatta, non si appiattisce completamente. La sua superficie è bruno-rossastra, tranne forse nel margine che è più leggero, ocraceo, essendo anche viscoso in modo notevole, specialmente sotto la pioggia, e radialmente fibrilla. Il margine coinvolto negli esemplari giovani, negli adulti è regolare, un po’ incurvato se possibile, ma poco o per niente ondulato.

Le foglie sono dnate o leggermente nane all’inizio, andando alla deriva verso l’ocra man mano che maturano e diventando brune nell’ultimo stadio del loro sviluppo. Sono strette e piuttosto strette, disposte irregolarmente nello spazio, non molto omogenee, con bordi irregolari e colorati.

Il cappello ha un aspetto robusto e carnoso, cilindrico o a forma di chiodo, con un bulbo marginale molto spesso alla base, fino a 5 cm di spessore. Il colore di fondo è biancastro, ma ricoperto da fibrille disposte a caso e resti del velo brunastro o color ruggine, con una abbondante e persistente cortina bianca che forma una zona cortiniforme all’altezza del terzo superiore, solitamente tinta dalle spore che vi si depositano.

Carne compatta e spessa, molto consistente, di colore bianco e inalterabile al taglio. L’odore è delicato e il sapore è dolce.

Habitat:

È una specie esclusivamente primaverile, che fruttifica sotto le conifere di montagna, sempre su terreni con pH basico. È un fungo molto localizzato, ma fedele ai luoghi in cui viene fuori, quindi dobbiamo catalogarlo come raro. Gli esemplari fotografati si trovano ogni anno tra i mesi di aprile e maggio, nella catena montuosa dei Cameros, a La Rioja, sotto Pinus silvestris e ad un’altitudine di circa 1300 metri sul livello del mare.

Commenti:

Una volta conosciuta la sua esistenza, che è la cosa più difficile, la sua identificazione non è molto problematica perché è l’unico Cortinarius della sezione multiforme che esce in primavera. Ci sono molti congeneri autunnali simili alle specie attuali, tra questi segnaliamo il Cortinarius napus, che cresce su terreni acidi, o il Cortinarius cedretorum, che ha foglie piuttosto verdastre.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Nessuna.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tende
  • La famiglia:
    Cortinariaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.