Funghi

Psilocybe coprofila

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Molto piccolo e di forma molto omogenea, raggiunge appena 2 o 3 cm di diametro al massimo, e la sua forma è semisferica praticamente dalla nascita al declino. Il suo colore varia a seconda dell’idratazione dell’esemplare, di solito si trova in marrone rossiccio o fulvo, ma quando viene essiccato assume tonalità più chiare. La superficie è marcatamente viscosa, soprattutto sotto la pioggia. Margine leggermente striato nei campioni idratati come conseguenza della loro igrofaneità.

Il colore varia dal grigiastro al bruno nerastro quando le spore maturano, mantenendo generalmente il bordo biancastro.

Piede centrale e cilindrico, non superiore a 5 cm di lunghezza, a volte curvo alla giunzione con il substrato. È di colore ocra, a volte con sfumature marroni e altre giallastre. Totale assenza di anello.

Carne biancastra molto insignificante, con un odore farinoso e un sapore un po’ strano, tra erbaceo e farinoso.

Habitat:

Va da sé che si tratta di una specie coprofila, il suo nome lo fa capire, l’abbiamo localizzato su escrementi di cavallo e di pecora. Frutta soprattutto in tarda estate e in autunno. È una specie frequente.

Commenti:

Si tratta di una specie che contiene psilocibina, un composto con effetti allucinogeni sull’uomo. Negli adulti, di solito non ha gravi conseguenze, ma se un bambino ha accidentalmente accesso a questo fungo, può causare la morte. È molto simile al Psilocybe merdaria, con toni più olivastri, così come al Psilocybe liniformans, con spore più grandi.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Stropharia coprophila (Toro) J. E. Lange

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tende
  • La famiglia:
    Strophariaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.