Funghi

Strobilurus tenacellus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello piccolo, raggiunge appena 3 cm di diametro, inizialmente a campana, poi convesso a piatto-convesso. Spesso ha un mamellone nella sua zona centrale. La sua cuticola è marrone scuro o marrone, liscia e con il bordo del cappello non scanalato.

Le lenzuola aderiscono al piede o libere, biancastre e non molto strette, anche se se qualcosa di grosso in relazione alle dimensioni del fungo.

Piede molto lungo, cilindrico, di consistenza tenace, marrone in basso e più chiaro verso il cappello. Finisce alla sua area basale in una sorta di radice molto lunga coperta di peli che a volte supera le dimensioni del fungo stesso.

Carne bianca di consistenza elastica e piuttosto tenace, con un leggero odore fungino appena percettibile e un sapore un po’ amarognolo dopo un po’ di masticazione.

Habitat:

È una specie primaverile che fruttifica su pigne sepolte di vari tipi di pini. Quando lo si trova, dà la sensazione di essere a terra. È relativamente comune.

Commenti:

Non è commestibile per l’amaro della sua carne dopo essere stata masticata, il che non è il caso dello Strobilurus esculentus, che esce contemporaneamente su coni di vari abeti rossi, e la cui carne è dolce, essendo quindi gustosa. Molto simile e anche dolce è lo Strobilurus stephanocystis, che esce contemporaneamente e negli stessi punti della specie qui descritta, con toni bruno-rossastri.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Collybia tenaz, Pinotxa-kolibia min.
  • Sinonimo:
    Collybia tenacella (Pers.) P. Kumm.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Marasmiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.