Piante

Caratteristiche dell’ontano comune (Alnus glutinosa)

L’ontano comune ( Alnus glutinosa) fa parte dei grandi alberi distribuiti in tutta Europa e soprattutto negli ambienti umidi. Può raggiungere i 25 metri di altezza ed è caducifoglia, perdendo le foglie in inverno.

Questo grande albero è riconosciuto in tutta Europa per le sue dimensioni fisiche e per la straordinaria ombra che è in grado di offrire a tutti coloro che vogliono riparo al suo interno. In questo articolo commentiamo le principali caratteristiche dell’ontano comune ( Alnus glutinosa), nonché alcuni punti chiave del suo mantenimento e degli usi come pianta medicinale.

Caratteristiche dell’ontano comune ( Alnus glutinosa)

Sebbene l’ontano comune sia considerato un albero di media altezza, un esemplare adulto può superare i 25 metri di altezza, quasi le dimensioni di un edificio di 8 piani. Il suo fogliame ampio e il tronco dritto ne fanno una grande attrazione ornamentale, presentando foglie alte tra 6 e 10 cm, colori verde brillante e un certo spessore e ruvidità.

Per curiosità, l’ Alnus glutinosa non cambia il verde delle sue foglie prima che cadano, quando arriva l’autunno. Mantiene la maestosità del suo fogliame vivido fino alla fine delle giornate calde, come un albero a foglie caduche. Un altro aspetto da tenere in considerazione è che le sue foglie, di un certo spessore, presentano una specie di ghiandole che al tatto secernono una resina appiccicosa, soprattutto nelle più giovani.

Questo albero, come molti alberi da frutto con drupacee, mostra i fiori prima del germogliare delle foglie. I suoi fiori sono composti da amenti maschili cilindrici lunghi tra 5 e 10 cm.

Nel caso dei fiori femminili, sono molto più piccoli e di colore brunastro, dall’aspetto legnoso e legati alle pigne di alcune specie di pini e conifere. Sul tronco principale compaiono solitamente bambini o polloni che escono dalla radice. Il suo apparato radicale è potente e copre molta superficie, alla ricerca di sostanze nutritive e principalmente di acqua.

L’ontano comune è una specie fuoristrada abituata a crescere in ambienti ostili, soprattutto parlando dal punto di vista di aree paludose o facilmente allagabili. Infatti è in grado di generare radici avventizie che fuoriescono dal tronco, cercando ossigeno in ambienti impregnati d’acqua. Come un’altra strategia di sopravvivenza dell’ontano comune è quella di associarsi alla microbiologia per ottenere l’azoto dall’atmosfera. E quello non è un legume ( come i fagioli), poiché questa azione gli viene normalmente attribuita.

Sebbene possa essere associato a diversi gruppi di batteri azotofissatori, il più comune nei suoli europei è l’actinobacteria Actinomyces alni.

Habitat comune di crescita dell’ontano

La principale area di coltivazione dell’Alnus glutinosa copre quasi tutta l’Europa centrale, o quella che è conosciuta come l’Europa continentale. Tuttavia, popolazioni importanti si trovano anche in diverse aree del continente asiatico, come Turchia, Iran o Kazakistan, nonché in aree del Nord Africa (Marocco, Algeria o Tunisia).

In genere è facile trovarlo nel suo ambiente più ottimale, con zone di una certa umidità in prossimità di laghi o zone paludose. Ama crescere in terreni fertili con sedimenti provenienti da fiumi e terreni con un intervallo di pH acido.

Tassonomia di Alnus glutinosa

  • Ordine:  Fagales
  • Famiglia:  Betulacee
  • Genere: Alno
  • Nome scientifico: Alnus glutinosa

Fioritura e fruttificazione

La fioritura dell’ontano comune compare prima del germogliamento delle foglie, in coincidenza con l’altezza della primavera, nei mesi da maggio a giugno. La produzione di frutta avviene in estate, e può essere raccolta nei mesi autunnali, sotto forma di piccoli ananas raggruppati in grappoli da 2 a 5.

legno di ontano

L’aspetto del suo legno è chiaro, ma al suo interno ospita tonalità rossastre molto attraenti. Il vantaggio offerto da questo legno è che è abbastanza resistente alla putrefazione dovuta all’umidità, motivo per cui è stato spesso utilizzato nella costruzione di ponti e case su laghi o stagni, nonché di fondazioni sommerse.

Utilizzare come pianta medicinale

L’ontano comune è stato invece utilizzato negli anni precedenti per le sue proprietà medicinali, soprattutto per la presenza di alcuni tannini. Il suo utilizzo era previsto per ridurre i livelli di glucosio nel sangue, dalla cottura della sua corteccia, oltre a diverse proprietà antinfiammatorie.

Tuttavia, non ci sono molte informazioni sul suo potenziale come pianta medicinale.

Popolazioni in Spagna

In Spagna, le popolazioni principali si trovano al nord, con clima più freddo e maggiore umidità. Spiccano le zone della Galizia e della Cornice cantabrica.

Come coltivare l’ontano comune ( Alnus glutinosa)

Climatologia e posizione

L’ontano viene generalmente coltivato in zone con ampi spazi, in pieno sole e ben areate. Necessita di una certa umidità ambientale (> 60% HR) per uno sviluppo ottimale. Tollera un ampio intervallo di temperature, anche se quelle più calde (> 35 ºC) devono essere accompagnate da umidità per evitare problemi di crescita, come le zone vicino alla costa.

Tipo di terreno per ontano

Le principali aree di coltivazione si distinguono per essere ricche di elementi nutritivi, tipici delle aree di sedimenti e di sostanza organica. Ha bisogno di un certo grado di umidità nel terreno per lo sviluppo ottimale delle sue radici.

È frequente vedere l’ontano comune (Alnus glutinosa) crescere in zone argillose, valli e argini. La natura del terreno preferibile è di tipo acido con bassa presenza di calcare. Predilige terreni ricchi di sostanza organica, anche se può crescere anche in zone più povere, associandosi a organismi che le forniscono azoto atmosferico.

L’ontano abita i margini di fiumi e argini, fondovalle, luoghi allagati e pendii umidi. 0-1700 m Predilige terreni privi di calcare e può vivere anche in terreni molto poveri per la capacità delle sue radici di fissare l’azoto atmosferico.

Necessità di acqua e fertilizzanti

Non è molto esigente in termini di nutrienti ma lo è in termini di umidità. La secchezza ambientale pregiudica lo sviluppo delle sue foglie, producendo crepe e bordi clorotici. Necessita di zone con piovosità media o elevata e buona umidità ambientale.

Queste stesse condizioni devono essere date nel terreno. Coltivato l’ontano comune in giardino, è preferibile avere un’irrigazione a goccia per fornire acqua continua, soprattutto nei mesi estivi più caldi.

Si consigliano almeno 3-4 annaffiature abbondanti nella stagione calda.

Fatta eccezione per le specie di recente piantumazione, non è necessaria l’applicazione di fertilizzanti. In questo caso vengono solitamente utilizzate formule granulari con un’elevata concentrazione di azoto, ma accompagnate da fosforo, potassio e alcuni microelementi.

In età adulta, l’ Alguns glutinosa sopravvive perfettamente con apporti regolari dall’autunno di materia organica, attorno al tronco principale.

Moltiplicazione di Alnus glutinosa

La moltiplicazione dell’ontano viene solitamente effettuata per seme, raccolto in autunno e lasciando asciugare i coni. Quando si piantano i semi all’interno o si semina diretta nei mesi primaverili, ci vorranno meno di 2 settimane per la germinazione.

Il vantaggio di questo seme è che non necessita di un periodo di riposo o di dormienza, quindi non è necessaria la stratificazione del seme. Sì, è consigliabile non impiegare troppo tempo dalla raccolta del seme alla sua semina, non lasciando trascorrere più di 2 anni, poiché il suo potere germinativo diminuisce progressivamente.

Per la sua semina possiamo coltivarla in vaso con substrato di torba, mantenendo una temperatura costante di 22-26 ºC.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.