Suggerimenti

Coltivare i mirtilli: come coltivare, piantare e raccogliere i mirtilli

Quando dico “mirtilli”, cosa mi viene in mente?

Vi viene in mente la salsa di mirtilli rossi? Il giorno del Ringraziamento? Il suo bel colore rosso? Che bella aggiunta alla vostra insalata?

Tutte queste cose ti vengono in mente quando i mirtilli sono nei tuoi pensieri. Dire che sono un fanatico del mirtillo è un eufemismo. Mi piace il loro sapore aspro e la loro lunga durata.

Ecco perché sono felice di imparare a coltivare questi meravigliosi frutti nel mio giardino. Avete ipotizzato che, essendo coltivati commercialmente sott’acqua, non possano crescere nel vostro giardino?

È quello che ho pensato anch’io. Quando mi sono reso conto delle possibilità del giardinaggio, ho dovuto condividere con tutti voi ciò che ho imparato.

Ecco cosa dovete sapere sulla coltivazione dei mirtilli nel vostro giardino:


Informazioni sulla pianta di mirtillo:

  • Zone di resistenza: 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8
  • Terreni: argillosi, sabbiosi, argillosi, PH tra 4,0 e 5,5, scarsamente drenati, umidi, paludosi
  • Esposizione al sole: pieno sole
  • Piantagione: piantagione autunnale da ottobre a inizio novembre, piantagione primaverile da metà aprile a fine maggio
  • Spazio: da 11 a 12 cm tra i piani e le file
  • Profondità: da 2 a 6 cm
  • I migliori compagni: Azalea, Rododendro, Mirtillo, Mirtillo rosso, Mirtillo rosso
  • I peggiori compagni: patata, pomodoro, cetriolo
  • Innaffiatura: Acqua costantemente per mantenere il terreno sempre umido
  • Concimazione: innaffiatura con un concime bilanciato in primavera per i primi 3 anni
  • Problemi comuni: Macchia proventurale precoce, Botrytis marciume della frutta, macchia di foglia rossa, marciume terminale, macchia di foglia di phytophtora, tigna del mirtillo, tigna del mirtillo, tigna del mirtillo, verme della punta del mirtillo, tigna del mirtillo, tignola zingara
  • Raccolta: da 3 a 4 anni dopo la semina, quando i frutti sono rossi e maturi


Varietà popolari di mirtilli

I mirtilli sono molto simili da una varietà all’altra. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra loro. Ecco le variazioni che dovete conoscere e ciò che sono in grado di produrre:


1. Stevens

Questa varietà è nota per essere coerente nella quantità prodotta per pianta. Sono piante a bassa manutenzione, ma sono generalmente note per produrre frutti meno colorati.


2. GH1

GH1 è noto per essere una varietà più forte. Sopravvive bene all’inverno rispetto ad altri tipi. GH1 è anche noto per produrre quantità costanti di frutta per tutta la vita della pianta, e i frutti sono di colore uniforme.


3. BG

Questa varietà è nota per essere un produttore costante e per produrre frutti di colore costante. Se volete sapere cosa aspettarvi dalle vostre piante anno dopo anno, questa potrebbe essere una buona scelta per voi.


4. Re Pellegrino

La varietà Pilgrim King è nota per produrre un raccolto più grande. Non solo il raccolto è abbondante, ma il frutto è più grande e di colore uniforme.


5. Il Re della Valle

La varietà Valley King è nota per produrre un raccolto più grande. Questa è una buona cosa perché si ottiene un rendimento più elevato con un aumento della produzione. Questa varietà produce anche frutti più grandi.


6. Granito rosso

Questa varietà è nota per i suoi frutti sodi che durano anche più a lungo. I frutti sono più grandi e di colore uniforme.


Come coltivare i mirtilli

Coltivare i mirtilli nel vostro giardino ha qualche consiglio. Se capisci le basi, dovresti avere molto successo. Ecco cosa dovete sapere:


1) Come va il tuo inverno?

Il mirtillo è un rampicante perenne. Hanno viti ascendenti che raggiungono un’altezza compresa tra uno e sei piedi. Quando le viti sono verdi, significa che stanno crescendo, e quando sono marroni, significa che si sono addormentate.

Da queste viti crescono piccoli boccioli. Questi boccioli sbocceranno e da questi fiori si svilupperanno i mirtilli.

Queste viti hanno esigenze particolari per produrre e prosperare. Una delle condizioni più importanti per la coltivazione dei mirtilli è avere il clima giusto.

I mirtilli devono essere freddi per almeno tre mesi all’anno. Le temperature nella vostra zona devono raggiungere i 32-45 gradi Fahrenheit perché la pianta diventi dormiente.

Se non vivete in un clima abbastanza freddo, i mirtilli non cresceranno nel vostro giardino.


2. suolo e acqua

I mirtilli hanno esigenze specifiche in termini di suolo e acqua. Il terreno dovrebbe avere un pH di circa 5, e se il vostro terreno è tra 4,5 e 5,5, le piante dovrebbero essere soddisfatte.

Anche se le imprese commerciali coltivano mirtilli sott’acqua, non hanno bisogno di essere coperti dall’acqua.

Infatti, il terreno in cui sono piantati i mirtilli deve essere ben drenato per evitare che si inzuppino. Se le radici rimangono troppo bagnate, non produrranno così rapidamente come altrimenti.

Assicuratevi di controllare anche l’acqua. Se l’acqua è troppo alcalina, può abbassare il pH del terreno. Dare ai mirtilli un ambiente favorevole alla loro crescita è essenziale per il loro successo.


3. Trovare il posto giusto

Una volta che si sa che il clima è quello giusto per la coltivazione dei mirtilli e che il terreno ha il giusto pH, è il momento di scegliere il luogo giusto.

Mirtilli come il pieno sole. Quando si trova la zona in pieno sole e una zona che può avere il giusto pH, si può iniziare a modificare il terreno.

Lo farete aggiungendo letame in decomposizione, compost, torba o sabbia alla zona. Quando il terreno è buono, sarete pronti per le piante.


4. Ordina i tuoi semi

Non è una buona idea coltivare i mirtilli da seme. Possono essere necessari fino a due anni per iniziare a produrre frutta. Non volete aspettare più a lungo quando iniziate a vedere se i mirtilli funzioneranno bene nella vostra zona.

Per questo motivo, è necessario ordinare le piante. Avrete bisogno di una pianta per ogni metro quadrato di spazio di coltivazione.

Nel corso degli anni, le piante si riempiranno e consumeranno tutto lo spazio. Un altro modo per ordinare la giusta quantità di piante è sapere che saranno piantate a due o tre metri di distanza l’una dall’altra.


5. Piantine in lontananza

Quando le piantine o gli arbusti arriveranno (a seconda delle dimensioni delle vostre piante ordinate), dovranno essere indurite.

È una buona idea dare loro il tempo di adattarsi al nuovo ambiente. Lascerete le piante all’esterno (purché la temperatura sia superiore ai 50 gradi Fahrenheit) e le porterete dentro la notte.

Finché la pianta sembra sana alla fine della settimana, si è pronti a piantare.


6. Impianto

Quando piantate i vostri mirtilli, aspettate che passi l’ultima gelata primaverile. Quando la costa è libera, scavare una buca profonda quanto il contenitore in cui è entrato l’impianto.

I mirtilli hanno radici poco profonde che affondano nel terreno solo per circa mezzo metro. Se si fa un buco troppo profondo, la pianta non crescerà. In caso di dubbio, fare attenzione che la corona della pianta sia in superficie.

Anche in questo caso, assicuratevi di piantare ogni pianta o cespuglio a circa due o tre metri di distanza l’uno dall’altro. Non si dovrebbe aggiungere fertilizzante al foro prima di piantare.

Mettete la pianta nel buco, coprite le radici e il gioco è fatto.


7. Letti o contenitori sollevati

Si possono piantare i mirtilli ovunque possano fiorire e torneranno anno dopo anno perché sono perenni.

Tuttavia, i letti rialzati sono una buona opzione perché è più facile controllare la qualità del suolo. Se volete coltivare solo alcune piante di mirtillo, prendete in considerazione la possibilità di piantarle in contenitori più grandi.

Seguirete tutte le fasi di cui sopra, ma avrete la possibilità di aggiungere un terriccio di migliore qualità come terriccio di base.

Da lì è possibile modificare il piano in base alle proprie esigenze. Assicurarsi che il fondo dei contenitori sia perforato con fori in modo che il terreno rimanga ben drenato e monitorare il livello del pH.


Come prendersi cura dei mirtilli

Come ogni altra pianta, anche i mirtilli hanno bisogno di cure. Seguite questi passi fondamentali per curare adeguatamente i vostri frutti di bosco, e dovrebbero andare bene. Ecco cosa devi fare per prenderti cura dei tuoi mirtilli:


1. acqua

Quando piantate piante di mirtillo, dovreste annaffiarle quotidianamente per le prime due settimane per aiutare le radici a stabilizzarsi.

Una volta che le piante si sono stabilizzate, è possibile ridurre l’irrigazione ogni due o tre giorni. L’obiettivo è quello di mantenere il terreno umido, non inzuppato.

In media, le piante di mirtillo hanno bisogno di 1 cm d’acqua alla settimana. Tenete a portata di mano un pluviometro per scoprire quanta acqua ricevono dalla pioggia.

Una volta che lo sapete, potete reintegrare il resto dell’acqua necessaria in una o due sessioni di irrigazione profonda durante la settimana.


2. Erba

Poiché i mirtilli hanno radici poco profonde, sarà necessario controllare le erbacce con il pacciame e, se necessario, estrarle a mano.

Non è troppo complicato. L’obiettivo è quello di impedire alle erbacce di assumere le sostanze nutritive e i bisogni essenziali di cui i vostri mirtilli hanno bisogno per sopravvivere e produrre anno dopo anno.


3. pacciame

La pacciamatura è un ingrediente chiave nella cura dei mirtilli. Il momento più cruciale per la pacciamatura è quando le piante cominciano a diventare dormienti.

Le viti devono essere ricoperte di pacciame per proteggerle durante l’inverno. Se si vive in un luogo più fresco, dove c’è molta neve, questa è una buona cosa. La neve fornirà un isolamento supplementare per le vostre viti.


4. Concime

Ogni anno, quando i mirtilli iniziano a svegliarsi, si mette un concime bilanciato intorno ad ogni pianta per dare loro una spinta.

Da lì, è una buona idea aggiungere un fertilizzante a lento rilascio una volta al mese. Se le vostre piante fioriscono dopo qualche anno, e non pensate che abbiano bisogno di fertilizzante in più rispetto a una dose iniziale di primavera, sta a voi decidere.

Se si dispone di un terreno di qualità, potrebbe non essere necessaria una spinta in più ogni mese. Saprete se le vostre piante hanno bisogno di nutrienti quando si stabiliranno.


5. Aggiungere sabbia

Dopo il primo anno di impianto, aggiungere ½ cm di sabbia alla base di ogni pianta all’inizio della primavera. La sabbia contribuirà a ridurre le erbacce intorno alla pianta e a dare inizio a viti più attive.

Ciò si traduce in una pianta più produttiva, in una maggiore durata di vita e in un raccolto più abbondante nel corso degli anni.


6. Prugna secca

Le piante di mirtillo dovrebbero essere potate all’inizio della primavera, ma solo dopo la stagione hanno prodotto un raccolto. Le piante mature spesso possono produrre solo ogni due anni. I lunghi boccioli dove si producono i fiori devono essere potati.

Tuttavia, fare attenzione a non tagliare i corridoi di base che salgono verso l’alto. Durante la potatura, si cerca di incoraggiare la crescita di più viti verso l’alto.


Problemi con i mirtilli

Le piante di mirtillo sono colpite da alcuni parassiti e malattie. I parassiti e le malattie che dovete conoscere sono :


1. mosca bianca

via planetnatural.com

Sono piccole mosche con ali bianche che pendono sotto le foglie della loro pianta. Succhiano il succo della pianta per sopravvivere.

È possibile eliminare le mosche bianche dalle piante introducendo insetti benefici, utilizzando trappole o mettendo piccole quantità di detersivo per piatti sulle piante.


2. Afidi

Gli afidi si trovano nella maggior parte dei giardini. Si attaccano alle loro piante banchettando con loro. È possibile eliminare gli afidi dalle piante spruzzandoli a freddo con il tubo dell’acqua.

Se sono ancora attaccati, potete usare una miscela di acqua e sapone per rimuoverli dalla vostra pianta.


3. Le cocciniglie della farina

via abchomeandcommercial.com

Le cocciniglie sono insetti bianchi con un rivestimento ceroso. Depongono le loro uova e vivono nei frutti prodotti dalle loro piante di mirtillo.

A loro volta, causano la crescita di muffe e rovinano il raccolto. Potete liberarvi delle cocciniglie delle vostre piante innaffiandole con un tubo o introducendo insetti utili nel vostro giardino.


4. verme della frutta

tramite bctfpg.ca

I vermi della frutta hanno l’aspetto di coleotteri quando crescono. Producono minuscole larve che vivono anche sulle loro piante di mirtillo. Gli adulti danneggiano la pianta tagliando i fiori dove si formano i mirtilli.

Le larve mangeranno il frutto che viene prodotto. Il modo migliore per liberare le piante da questi parassiti è quello di raccoglierle a mano dalle loro piante di mirtillo e introdurre insetti benefici per mangiarle.


5. Punto di foglia batterica

tramite ncsupdicblog.blogspot.com

La macchia batterica delle foglie è una malattia che provoca la formazione di macchie sulle foglie delle piante di mirtillo. Iniziano come macchie scolorite che alla fine diventano nere.

Il modo migliore per prevenire questa malattia è mantenere il giardino pulito e ben ventilato. È una buona idea tenere l’area sotto le piante di pacciame di mirtilli, e si può applicare un fungicida se necessario.


6. Verme dell’esercito

tramite purdue.edu

Sono vermi che mangiano le foglie e i frutti delle loro piante di mirtillo. È possibile sbarazzarsene utilizzando insetticidi o introducendo insetti benefici.

Considerate la possibilità di piantare altri oggetti nel vostro giardino che attireranno anche gli uccelli. Non solo gli uccelli mangeranno quello che piantate, ma controlleranno anche gli insetti.


Le migliori e peggiori piante di mirtillo

Ci sono alcune piante su cui crescono i mirtilli quando vengono piantati nelle vicinanze. Queste piante sono:

  • Rodendroni
  • Azalee
  • Mirtilli rossi
  • Mirtilli


Come raccogliere e conservare i mirtilli

Quando i vostri mirtilli cominceranno a produrre, dovrete raccoglierli. Saprete che sono pronti per la raccolta quando il seme diventa marrone e la bacca esterna diventa rosso scuro.

I mirtilli vengono generalmente raccolti in settembre e all’inizio di ottobre. Sono anche prodotti in mazzi, il che li rende molto più facili da raccogliere rispetto ad altri tipi di bacche.

In media, ci si può aspettare di ottenere una libbra di mirtilli per pianta. Man mano che la pianta matura, ci si può aspettare di ottenere più di tre chili per pianta.

Le piante mature che producono tanto possono produrre solo ogni due anni. Dopo aver raccolto i mirtilli dalle piante, è necessario conservarli.

I mirtilli possono essere conservati in un contenitore ermetico per circa uno o due mesi. I mirtilli possono anche essere congelati o disidratati per la conservazione a lungo termine.

Tuttavia, assicurarsi di lavare e rimuovere i gambi dei mirtilli prima di disidratarli o congelarli.

Bene, ora sai come coltivare i mirtilli. Purtroppo questo raccolto non è per tutti.

Ma se vivete in una zona dove il clima è favorevole, potrebbe essere una meravigliosa pianta perenne che sarete felici di avere nelle vicinanze.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *