Suggerimenti

Coltivazione delle more: una guida completa per piantare, coltivare e raccogliere le more

Il meraviglioso gelso è una pianta molto sottovalutata. È facile da coltivare, con frutta che ha un buon sapore in tutte le zone, dal vino al sorbetto. Se volete aggiungere un albero da frutto al vostro giardino, dovreste dargli un’occhiata.

Alcune persone evitano le more perché hanno la reputazione di essere disordinate e invadenti. Non è del tutto meritato, perché è una questione di dove piantare e quali sono i vostri obiettivi. Se state pensando di coltivare bacche, vi mostreremo come farle funzionare nel vostro spazio.

Il frutto del gelso ha un aspetto simile a quello di una mora allungata ed esiste nelle varietà agrodolci. Sono produttori robusti, in rapida crescita e affidabili. Le more hanno qualità medicinali, e si può usare la frutta come colorante. È inoltre possibile utilizzare il legno per realizzare recinzioni e mobili.

Le more appartengono alla famiglia delle Moraceae, che comprende i fichi e la frutta del pane. In Nord America, abbiamo sia varietà autoctone che asiatiche. Le varietà rosse sono originarie del Nord America, mentre le varietà viola e bianche sono originarie dell’Asia. I coloni industriali portarono le more dalla Cina nel 1621 nella speranza di avviare un commercio di seta in Virginia. L’industria non è mai decollata, ma gli alberi hanno resistito.

>

Continuate a leggere i nostri consigli per la coltivazione del gelso per trovare il tipo di albero migliore per il vostro giardino, il posto migliore per piantarlo e come prendersi cura del vostro gelso.

>


Le migliori varietà di more

Le more sono disponibili in diversi colori: bianco, rosso, nero o viola. In generale, le more sono le più saporite, mentre le varietà rosse sono più dure e possono crescere all’ombra. Le bacche bianche hanno un sapore più dolce e amarognolo. Qualunque sia il raccolto che decidete di coltivare, cercate le varietà non invasive tra le opzioni qui sotto.


Illinois Everbearing

>

È la mia varietà preferita. Il dolce frutto nero matura in luglio e agosto. Resiste a meno 25 gradi e sopravviverà nella Zona 4. Sono stato colpito da un tornado e l’anno successivo ho prodotto ancora frutta, mentre giacevo a terra.


Oscar

>

Oscar è una varietà rossa. Non è così resistente come la varietà dell’Illinois. Cresce nella zona 5-9. Oscar è prolifico, e uno dei preferiti per la marmellata, perché cresce presto e bene.


California White

>

Come suggerisce il nome, è una dolce varietà bianca ambita dagli chef. I cuochi speranzosi faranno la fila nei mercati per metterci le mani sopra. Il frutto è leggermente più piccolo, delle dimensioni di un lampone nero. L’albero è quindi più piccolo e può resistere alla siccità e ai terreni sabbiosi. Questa varietà non si macchierà, lasciandovi più scelta su dove piantarla.


Nano nero

>

Il Nano Nero è una buona scelta se lo spazio a disposizione è limitato e se si inserisce bene in un frutteto di nani o in contenitori. Questi alberi robusti raggiungono un’altezza che va dagli 8 ai 10 piedi. Non sono dolci come alcune varietà.


Pianto

>

Le bacche piangenti sono piante da giardino attraenti. Possono produrre o meno frutta. Per aggiungere il gelso piangente al vostro paesaggio commestibile, assicuratevi di avere una pianta femmina.


Bella giornata

>

Beautiful Day è un grande albero che non diventa invasivo e si impossessa del vostro giardino. Cresce intensamente dolce, con frutti bianchi di 1 cm. Questa varietà non macchia.


Come piantare le more

Coltivare le more non è difficile, ma ci sono alcune cose da sapere per iniziare.


Quando piantare

Le bacche possono essere piantate in primavera o in autunno.


Dove piantare

>

La cattiva reputazione delle more è in parte dovuta al fatto che le persone le piantano nel posto sbagliato. Alcune varietà lasciano cadere bacche macchiate, e le radici possono estendersi per più di 30 metri, quindi non mettetele vicino al marciapiede, al vialetto, all’irrigazione o al cortile. Gli alberi possono crescere abbastanza alti – alcune varietà bianche crescono fino a 80 piedi di altezza – quindi pianificare in anticipo.

I rami possono essere fragili e cadere sotto l’effetto di un forte vento. Ecco perché è una buona idea piantare un gelso vicino a un recinto per il bestiame. Polli, maiali e capre amano mangiare rami e bacche caduti.


Sole

Preferiscono il pieno sole, ma alcune varietà prosperano anche all’ombra.


Area di coltivazione

La morale si sviluppa nelle zone da 4 a 9.


Spaziatura delle bacche

Spaziate i vostri alberi a 20-25 piedi di distanza l’uno dall’altro per gli alberi normali o a 10 piedi di distanza per i nani.


Requisiti del suolo

Le more amano i terreni umidi e ben drenati e preferiscono un pH compreso tra 5,5 e 6,5.


Piantare le more

Pianta come qualsiasi altro albero da frutto. Scavare una grande buca grande il doppio delle dimensioni della palla di radice e fornire un sacco di fertilizzante e torba mescolata nel terreno.

Si possono piantare le more in un vaso se si esaurisce lo spazio in giardino. Acquistate un’opzione nano e assicuratevi di utilizzare un contenitore spazioso.


Propagazione

Il modo più semplice per coltivare le more è acquistare alberi giovani . Le bacche possono essere acquistate in loco, nei cataloghi di alberi o online.

.

Anche gli impianti di taglio sono un metodo affidabile. Tagliare un ramo di 12 cm con almeno 3 gemme all’inizio dell’estate. Piantare l’intero ramo a 3 cm di profondità nel terreno modificato. Tenerlo umido per un mese fino a quando non si formano i germogli. Trapiantare questi germogli una volta che sono alti 4 cm.

A volte si può essere fortunati e trovare piantine che crescono nel terreno in zone selvagge. Gli uccelli mangeranno le bacche e poi depositeranno i semi nel terreno, dove cresceranno sugli alberi in attesa di essere trapiantati.

È possibile moltiplicare per il seme , ma ci vorranno altri tre anni prima che la pianta raggiunga la maturità. Potete raccogliere molte bacche da un amico o da un albero selvatico e metterle in ammollo per 24 ore. Raccogliere i semi dal liquido e metterli in frigorifero per 90 giorni in un sacchetto di plastica con un tovagliolo di carta umido. È possibile acquistare i semi anche attraverso i cataloghi.

Piantate i semi nel terreno ad almeno 4 cm di distanza l’uno dall’altro. Dovrebbero impiegare 14 giorni per germogliare.

L’innesto delle more può essere un po’ difficile. L’innesto al banco in primavera è il metodo più affidabile. Gli innesti di gelso sono molto sensibili al freddo, per cui nei primi anni dovrebbero essere sovra-inventati in un’area non riscaldata ma protetta, come un garage o un seminterrato.


Come prendersi cura delle more

>

La coltivazione delle more è relativamente indolore in quanto non richiede molta manutenzione. Sono impollinate dal vento, autofertilizzanti e relativamente prive di parassiti. Le more possono vivere a lungo, fino a 100 anni o più.


La dimensione

Non poto i miei gelsi, ma a volte taglio i rami per nutrire gli animali nell’ambito del mio programma di riabilitazione della fauna selvatica. Scoiattoli e marmotte amano i rami di gelso!

Le more non hanno bisogno di essere potate in modo molto formale, a meno che i rami non crescano molto vicini tra loro e non si voglia diradarli. La potatura viene effettuata preferibilmente alla fine dell’inverno. Cerco di esaminare i miei alberi ogni inverno, e se vedo rami morti o contorti, li poto. Non potare quando la pianta produce linfa, che si riconosce dal liquido che esce dall’albero.


Concimazione

Se avete un terreno sano, le vostre bacche non avranno bisogno di molto fertilizzante extra. In primavera, copro le mie more con il fertilizzante come gli altri frutti. Ho sparso il concime di circa un centimetro di spessore alla linea di sgocciolamento.

Non aggiungere concime o fertilizzante dopo il 30 luglio, in quanto questo favorirà una crescita eccessiva che non resisterà all’inverno.


Irrigazione

Durante l’allestimento dei vostri frutti di bosco, dovete assicurarvi che ricevano l’equivalente di 1 cm di acqua alla settimana. Una volta stabiliti, sono resistenti alla siccità.


Controllo

Una delle maggiori sfide nella coltivazione delle more è quella di tenerle sotto controllo. Evitare di piantare tipi invasivi. Attenzione ai germogli vicino alla base dell’albero e tirateli fuori immediatamente per evitare che si diffondano.

Si prega di notare che le more sono vietate in alcune zone a causa della quantità di polline che producono.


Problemi comuni nella coltivazione del mirtillo

Le more non si preoccupano molto di parassiti e malattie. Coltivo more da 16 anni e non ho mai avuto problemi, anche quando le comuni malattie della frutta affliggono il giardino circostante.


Canker

In alcune zone, le more sono sensibili al canker. Il canker provoca l’appassimento delle foglie, la desquamazione della corteccia e una massa nera di spore sulla corteccia e sui rami. Questo problema può essere risolto tagliando i rami interessati.


Oidio

Possono anche avere l’oidio, anche se questo non è comune. Trattare il fungo con uno spray al perossido di idrogeno se si vede che si sta formando.


Animali

Le more sono un alimento popolare tra gli animali selvatici. Oltre agli scoiattoli e alle marmotte, ai cervi piacciono anche i frutti e le foglie. Gli uccelli della canzone amano le bacche e i miei polli ingoiano la frutta caduta.

Io scelgo di condividere le mie bacche, ma se gli uccelli sono un problema, potete coprire il vostro albero con una coperta di linea come fareste con i vostri ciliegi. Si può recintare l’albero per tenere fuori i cervi.


Le migliori piante secondarie per le more

Allineare”>>

Via Ame Vanorio

Le more sono una pianta compagna ideale in un frutteto come pianta “detrattiva”. Gli uccelli spesso preferiscono le more ad altri frutti dell’albero, come le ciliegie.

Quando ho piantato le bacche per la prima volta, è stato con questo pensiero: volevo tenere tutte le ciliegie per me! Ma ho presto scoperto che le bacche sono un raccolto meraviglioso di per sé, e francamente sono molto più produttive delle mie ciliegie.

Altri impianti di lato buono includono

  • Erba cipollina
  • Calendula
  • Aglio
  • Melissa
  • Nasturzio

Non piantate nulla con un gelso che soffrirà di essere spostato dal sole mentre l’albero cresce.


Come raccogliere le more

>

Le piante iniziano a produrre dopo un anno o due se si trapiantano giovani alberi o talee. Altrimenti, aspettatevi che producano in cinque anni.

A seconda della varietà, i frutti maturano dalla tarda primavera alla fine dell’estate.

La resa tipica di un albero stabilito è di 15 a 25 libbre di frutta. Come tutti i frutti di bosco, le more sono deliziose e fresche. Ai miei figli e agli ospiti piace sempre mangiarli dall’albero.

Raccogliamo la frutta a mano e praticamente cade. In realtà, molte bacche cadono a terra e io lascio che siano i polli a raccoglierle. Potete anche mettere una foglia pulita sotto l’albero e scuotere i rami. Le bacche cadranno a terra, e potrete prendere gli angoli della foglia e versarle in una ciotola o in un secchio.


Come conservare e utilizzare le more

Come la maggior parte dei cibi naturali, le more sono salutari per voi. Hanno tonnellate di vitamina C e sono una buona fonte di ferro, potassio e vitamina K. Sono anche ricchi di resveratrolo, un noto agente antitumorale.

Le more fresche non hanno

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *