Suggerimenti

Vermiculite contro perlite: somiglianze, differenze e cosa c’è di meglio

Stai cercando di scegliere tra vermiculite e perlite? Forse sapete che uno assomiglia a piccole palline di polistirolo e l’altro assomiglia all’isolamento di una soffitta. Forse sapete che entrambi contribuiscono alla ritenzione del suolo, ma non sapete quale sia la migliore per voi.

Non è possibile utilizzare le due cose in modo intercambiabile. Ci sono importanti differenze tra perlite e vermiculite, e per far fiorire il vostro giardino dovete capire cosa si adatta meglio alle vostre particolari esigenze.

Se si cerca una risposta rapida, il risultato finale è che la vermiculite viene mescolata nel terreno per aiutare a trattenere l’acqua. La perlite, invece, aggiunge il drenaggio al terreno con cui si mescola. Ma c’è molto di più, quindi continuate a leggere per tutti i dettagli essenziali.


Cos’è la vermiculite?

La vermiculite è costituita da silicato compresso derivato da rocce estratte che sembrano scaglie secche. La vermiculite viene riscaldata ad alta temperatura da 1600℉. Le scaglie che ne risultano sono assorbenti e spugnose, di colore da dorato a marrone scuro. Alcune varietà sono gialle, dorate o ramate.

La vermiculite interagisce con potassio, calcio e magnesio nel terreno. Può anche aumentare il livello di pH delle vostre piante, anche se la vermiculite ha un pH di 7,0.

Quando l’acqua viene aggiunta alla vermiculite, le squame crescono e si espandono, assomigliando alla forma di un verme che si immerge come una spugna. Se piantate qualcosa a cui piace l’acqua, potete aggiungere un cucchiaio di vermiculite al terreno. Le vostre piante saranno in paradiso perché la vermiculite assorbe da 3 a 4 volte il suo volume!

La vermiculite è un ammendante permanente del suolo. Ciò significa che, a differenza del fertilizzante, non si decompone nel terreno. Quando si aggiunge acqua o piove, la vermiculite continua a trattenere l’acqua nel terreno fino a quando il terreno si asciuga.

E ora le cattive notizie. La vermiculite è una risorsa non rinnovabile. E’ anche minato, quindi non è quello che chiamiamo verde.


6 modi di utilizzare la vermiculite

Vi state chiedendo come usare la vermiculite nel vostro giardino? Ecco alcune idee.

  1. Usatelo in vaso, sul prato o nei fertilizzanti per trattenere l’umidità.
  2. Aggiungerlo al terreno di coltura dei funghi.
  3. Incorporarlo nel terreno per renderlo meno denso.
  4. Usatelo come strato di copertura per aiutare i semi a germogliare.
  5. Aiutano le talee a trattenere l’umidità e il cibo delle piante aggiungendolo al terreno.
  6. Se combinato con il muschio di torba o il compost, favorisce una crescita più rapida delle radici, fornendo una migliore stabilità alle giovani radici.

  7. Cos’è la perlite?

    La perlite è un vetro vulcanico che si forma quando l’ossidiana entra in contatto con l’acqua. Questo processo crea un tipo di vetro vulcanico ad alto contenuto d’acqua. La perlite viene riscaldata a 1600℉, dove esplode come un chicco di mais, espandendosi tredici volte la sua dimensione originale.

    La perlite è leggera, facile da maneggiare e inodore. Ha un pH compreso tra 6,6 e 7,5. Per piede cubo, la perlite finita pesa solo 2 o 3 chili circa.

    La perlite permette all’acqua in eccesso di defluire rapidamente perché è porosa. È talmente poroso che si può polverizzare con le dita, ma di solito non si ottiene questo tipo di pressione nelle aiuole o nelle fioriere. La perlite migliora l’aerazione del suolo, alleggerisce il terreno migliorando il drenaggio e dà un migliore accesso all’ossigeno per le radici delle piante.

    Lo svantaggio della perlite è che la polvere è considerata “polvere fastidiosa”, quindi può irritare i polmoni e la gola e aggravare le condizioni respiratorie esistenti. Indossare una protezione per occhi e bocca quando si lavora con questo prodotto. Viene anche estratto con metodi distruttivi ed è una risorsa non rinnovabile.


    5 modi di utilizzare perlite

    Come si usa la perlite? Ecco alcuni modi utili per sfruttare le sue proprietà.

    1. Rimuovere le croste superficiali e le pozzanghere nei terreni argillosi.
    2. Mantenere una temperatura costante sul terreno.
    3. Migliorare il drenaggio.
    4. Consentire un maggiore flusso di ossigeno nel terreno.
    5. Ideale per la coltivazione di cactus e piante grasse.

    6. Le somiglianze tra vermiculite e perlite

      Prima di guardare come questi due minerali sono diversi, esaminiamo le somiglianze tra la vermiculite e la perlite.

      Entrambi gli emendamenti sono minerali estratti che possono essere utilizzati per l’isolamento e la filtrazione dell’acqua. Entrambi possono trattenere l’umidità e migliorare il drenaggio del terreno.

      Sebbene sia la perlite che la vermiculite contengano acqua, funzionano in modo diverso. La vermiculite è piatta e trattiene l’acqua come una spugna. Immaginate come si riempie una spugna asciutta quando ci versate sopra dell’acqua; è vermiculite.

      La perlite, invece, è rotonda e trattiene l’acqua come una piccola struttura di grotta. Queste palline hanno ogni sorta di angoli e fessure che succhiano l’acqua.


      Le differenze tra vermiculite e perlite

      Ci sono importanti differenze tra vermiculite e perlite, quindi scegliete quella che più si adatta alle vostre esigenze. Siete pronti ad imparare quali sono queste differenze? Analizziamoli.


      Drenaggio

      La vermiculite si mescola al terreno e aiuta a trattenere l’acqua. D’altra parte, la perlite aggiunge il drenaggio al terreno per ridurre la quantità d’acqua in esso contenuta.

      Ricordate che entrambi gli emendamenti possono contenere acqua, ma lo fanno in modo diverso. Molti giardinieri preferiscono la perlite perché queste piccole palline bianche aiutano il terreno a drenare più velocemente e meglio della vermiculite.

      I giardinieri hanno spesso aggiunto la vermiculite alle miscele per l’avviamento dei semi perché protegge le piantine dai funghi, che uccidono le nuove piantine. Aiuta a trattenere l’acqua in quei piccoli baccelli che i giardinieri usano per avviare i semi. D’altra parte, anche se la perlite può essere utilizzata per aiutare ad avviare le piantine, è preferibile utilizzarla quando si spostano le piantine in vasi più grandi per favorire un ulteriore drenaggio.


      pH

      La perlite ha un pH alcalino compreso tra 7,0 e 7,5. Se la perlite viene utilizzata in eccesso, può causare piccoli problemi di nutrimento. La vermiculite ha un pH compreso tra 6,5 e 7,2, che la rende un additivo più neutro e quindi migliore per alcune piante.


      Longevità

      A differenza della vermiculite, la perlite è considerata permanente perché non si deteriora. È pulito, inodore, atossico, sterile e non marcisce mai e non fa muffe.


      Ventilazione

      La vermiculite è un cattivo aeratore del suolo perché assorbe molta più acqua. Non è l’ideale per alcune piante in quanto può causare il marciume delle radici in piante che non amano le radici bagnate. La perlite migliora l’aerazione rilasciando quantità eccessive di acqua.


      Ritenzione idrica

      La vermiculite trattiene molta acqua, espandendosi fino a 3-4 volte la sua dimensione quando è satura. La perlite migliora la ritenzione idrica e aumenta il drenaggio. Aumenta anche il livello di umidità intorno alle piante.

      Detto questo, la perlite permette all’acqua di scorrere troppo velocemente, quindi non è l’ideale per i semi o le piantine che hanno bisogno di un terreno umido.


      Vermiculite vs Perlite: Quando scegliere ciascuno

      Ora che conoscete le somiglianze e le differenze tra vermiculite e perlite, come sapete quando scegliere l’una o l’altra? Non dimenticate che ognuno di loro ha una funzione nel giardino, quindi non è necessariamente un male. Si tratta semplicemente di valutare i vostri obiettivi e le vostre esigenze.


      Utilizzare Perlite quando:

      • Avete piante che hanno bisogno di asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra.
      • Quando si spostano le piantine per separare i vasi.
      • È necessario allentare il terreno argilloso nel vostro giardino.
      • Il terreno del vostro giardino è troppo acido e si vuole avvicinare il livello del pH ad un livello alcalino.
      • Se si vive in una zona piovosa dove è necessario che la terra si asciughi


      Utilizzare vermiculite quando:

      • Avete piante che devono essere mantenute umide.
      • Avete dei vassoi di semi che volete trasformare in piantine vigorose.
      • Se si vive in un clima secco per aiutare il terreno a trattenere l’umidità


      Cosa c’è di meglio per l’idroponica: Vermiculite contro

      Sia la perlite che la vermiculite sono state utilizzate nel mondo dell’idroponica per anni perché si completano perfettamente a vicenda. In idrocoltura, un terreno di coltura sostituisce il suolo o la terra, mentre l’acqua e i fertilizzanti forniscono le sostanze nutritive. Il terreno di coltura sostiene il peso delle piante, mantenendole al sicuro in acqua.

      La perlite è raramente utilizzata come unico mezzo in idrocoltura perché è incredibilmente leggera. L’acqua circola intorno al terreno di coltura e la perlite non può resistere al movimento.

      La vermiculite da sola non funziona bene, in quanto trattiene molta acqua. Se si utilizzasse solo la vermiculite, essa tratterrebbe tutta l’acqua e farebbe marcire le radici della pianta.

      D’altra parte, la maggior parte dei giardinieri idroponici usa una miscela dei due. Un rapporto 50-50 è un ottimo punto di partenza, e si desidera utilizzare perlite di alta qualità. Scegliere la dimensione

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *