Suggerimenti

Come piantare i fagiolini: guida completa [passaggi da seguire + immagini]

Punti importanti per piantare fagiolini:
  • Quando? Nelle zone temperate si semina a marzo. Nelle zone fredde è previsto fino all’inizio di maggio.
  • Dove? Dove la temperatura del suolo è compresa tra 15 e 20 ºC.
  • Tempo di raccolta? Tra 2-3 mesi.
  • Come prepariamo il terreno? Il pH ottimale è compreso tra 6 e 7,5. Non hanno bisogno di essere concimate , ma se il terreno è molto povero si può stendere del compost organico un mese prima della semina.
  • Come innaffiamo? Mantiene un’umidità relativa ottimale durante la prima fase di coltivazione del 60%, per poi oscillare tra il 65% e il 75%.
  • Quanto spesso annaffiamo? Idealmente, mantieni la pianta umida ed evita le pozzanghere.
  • Come seminiamo? Piantare 4-5 semi a 1 cm in file profonde 2 cm.
  • Quando raccogliamo? Quando i baccelli sono già formati.
  • Buone associazioni? I fagiolini vanno bene con carote , cavoli , cetrioli , prezzemolo, patate e pomodori .
  • Associazioni sbagliate? Non vanno seminati insieme ad aglio , finocchio, porro o cipolla .
  • Malattie e parassiti? Afidi, acari, antracnosi e oidio .

I fagiolini, detti anche fagiolini (sebbene siano una varietà diversa) sono legumi , come i piselli , i fagiolini , l’ erba medica o le lenticchie , con un alto contenuto di proteine, minerali e fibre.

Lo sapevate…
Inoltre, forniscono azoto al terreno, il che li rende un ottimo fertilizzante naturale per altre colture.

Gran parte dei fagioli sono caratterizzati dall’essere piante rampicanti . Tuttavia, ci sono varietà conosciute come cespuglio basso o nane, che hanno una crescita moderata che le rende ideali per crescere in spazi ristretti.

Inoltre, i fagioli sono considerati piante a crescita rapida .

Di cosa abbiamo bisogno per piantare fagiolini a bassa crescita?

Quando dovrebbe essere seminato? Gli appuntamenti

La data varia a seconda della zona.  Nelle zone temperate si semina a marzo , mentre nelle zone dove prevalgono i climi più freddi attendere i primi di maggio.

Dove piantiamo? Illuminazione e temperatura

Fanno meglio in climi caldi e temperati, preferibilmente con una buona esposizione al sole  in modo che il terreno possa scaldarsi.

Finché l’umidità relativa è adeguata, resiste molto bene all’esposizione alla luce e al calore.

La semina dovrebbe essere effettuata quando la temperatura del suolo è superiore a 10 ºC, la temperatura ottimale del suolo è compresa tra 15 e 20 ºC.

Ogni quanto va annaffiato?

Sono molto sensibili all’assenza di umidità, ma un eccesso di acqua può causare la perdita del raccolto.

L’umidità relativa ottimale durante la prima fase di coltivazione è del 60%, e successivamente oscilla tra il 65% e il 75%.

Quando si innaffia, la cosa più importante è  evitare ristagni d’acqua . Quindi l’ideale è l’irrigazione a goccia .

Come prepariamo il terreno?

Tollera diversi tipi di terreno, anche se i più consigliati sono suoli leggeri, a tessitura siliceo-limosa, con buon drenaggio e ricchi di humus , ma senza tracce di sostanza organica fresca.

 Il pH ottimale è compreso tra 6 e 7,5. 

Per quanto riguarda i nutrienti, i fagioli non necessitano di fertilizzanti, poiché la pianta è in grado di fissare l’azoto atmosferico nel terreno. Se il terreno è molto povero, il compost può essere sparso un mese prima della semina.

Non supportano bene il trapianto , quindi è preferibile seminarli direttamente.

Per quanto riguarda le rotazioni, la cosa migliore è  lasciare un intervallo di due o tre anni  prima di coltivare fagiolini nello stesso spazio.

Quali sono le associazioni più favorevoli?

Le associazioni più favorevoli alla coltivazione dei fagiolini arbustivi bassi sono: carote, cavoli, cetrioli, prezzemolo, patate e pomodori.

Non vanno seminati insieme ad aglio, finocchio, porro o cipolla . In genere ortaggi a radice.

Come seminare fagiolini di bassa qualità passo dopo passo

1. Pulisci il terreno

 Estrarre le erbacce e gli avanzi delle colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che i fagioli ricevano la giusta quantità di sostanze nutritive.

Tutte le piante devono essere estratte dalle radici per evitare che ricrescano.

2. Preparare il terreno

Inumidisci il terreno prima di piantare i fagiolini. Ciò impedirà al seme di muoversi facilmente

Fertilizzare il terreno. Se il terreno è molto povero, puoi spargi il compost un mese prima di piantare .

3. Metti i semi nel terreno

Creare scanalature profonde 2 cm, a mezzo metro di distanza l’una dall’altra. Dopo, pianta 4 o 5 semi ad una profondità di 1 cm  e copriteli leggermente.

Tra ogni foro dovrebbe essere mantenuta una distanza di separazione di 40 centimetri.

4. Metti un pacciame organico

Per controllare le erbacce e mantenere il terreno aerato e umido si consiglia stendere un pacciame organico .

5. Innaffia frequentemente

Assicurati che il terreno rimanga sempre umido,  ma senza produrre pozzanghere .

Continua ad annaffiare il terreno finché le piante non avranno quattro o cinque foglie.

6. Seleziona le piantine più sane e più forti

I semi germoglieranno tra   7 e 20 giorni. Se più di un seme è germogliato in ogni buca, mantieni il più forte. Per fare questo, non tirare i deboli, poiché puoi danneggiare le foglie. È sufficiente una semplice potatura a livello del suolo.

Se semini in semenzaio protetto o in vaso, quando la pianta raggiunge i 10 cm di altezza e ha tra le quattro e le cinque foglie, sarà pronta per essere trapiantata.

7. Proteggi le tue piante

 Usa le reti per proteggere le tue piante di parassiti e possibili predatori, in particolare conigli e scoiattoli.

8. Spoglia le tue piante regolarmente

Questa pratica migliora la qualità e la quantità della produzione e riduce il rischio di malattie, poiché favorisce un’adeguata ventilazione.

Come raccogliere i fagiolini di bassa qualità

Sono raccolti tra  due e tre mesi dopo la semina .

La raccolta è manuale, quando i baccelli sono già formati, ma senza lasciarli a lungo nella boscaglia, poiché acquisiscono una consistenza fibrosa.

Essendo la pianta delicata, in fase di raccolta proveremo  non danneggiare i rami oi baccelli. 

Per mantenere una buona produzione si consiglia di irrigare abbondantemente dopo la raccolta.

Parassiti e malattie dei fagiolini a bassa crescita

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono i fagioli di bassa qualità sono:

afidi

Per combattere gli afidi , si può applicare sul lato inferiore delle piante sapone di potassio o biodegradabile .

ragno rosso

Per combattere il ragnetto rosso si può applicare un estratto di aglio e peperoncino e/o un estratto di neem,  anche se se la pianta è molto colpita è bene eliminarla per evitare che si diffonda ad altre piante.

Mosca bianca

Spruzzatura inferiore delle foglie con sapone di potassio al 1% con acqua distillata o pioggia.

antracnosi

Per prevenirlo, cercheremo di non raccogliere se il tempo è molto umido. Nel caso in cui crescano in zone umide, possiamo applicare la colla di cavallo .

oidio

È meglio installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto per la prevenzione.

Per saperne di più, leggi: Varietà di fagioli .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.