Suggerimenti

Cura dell’ibisco o dell’ibisco

Gli ibischi sono un intero genere della famiglia delle Malvaceae con circa 150 specie. Sono piante tropicali, molto apprezzate per i colori vivaci dei loro fiori a cinque petali, che vanno dal bianco al viola, all’arancione, al giallo e al rosa. Inoltre, è molto comune assumere l’infuso di fiori di ibisco, chiamato anche fiore di Giamaica o rosa cinese, per le sue proprietà benefiche.

Se vuoi imparare come prenderti cura di loro correttamente a casa, continua a leggere in questo articolo di EcologíaVerde in cui offriamo una guida pratica alla cura dell’ibisco o dell’ibisco.

Cura dell’ibisco o dell’ibisco – guida di base

Segui questa guida pratica alla cura dell’ibisco a casa e vedrai che la pianta cresce e fiorisce senza problemi.

Posizione

Essendo una pianta tropicale, l’ibisco preferisce i climi caldi, con temperature che rimangono approssimativamente comprese tra 14ºC e 18ºC. È importante proteggerlo dal freddo invernale e dal gelo, altrimenti il ​​cespuglio potrebbe non sopravvivere. Per quanto riguarda la luce, questa pianta predilige un luogo ben illuminato, che riceva la luce solare durante la prima metà della giornata, ma lontano dall’incidenza diretta del sole di mezzogiorno.

irrigazione dell’ibisco

Nella stagione della fioritura, durante l’estate, l’ibisco necessita di abbondanti annaffiature per mantenere umido il terreno o il substrato. Tuttavia, questo non significa che dovresti lasciarlo impregnare d’acqua, poiché ciò metterebbe in pericolo la salute della pianta. Per questo motivo, è importante che il terreno dell’ibisco abbia un ottimo drenaggio. Se il tuo ibisco si trova in un vaso al coperto, spruzza delicatamente dell’acqua attorno alle foglie per replicare l’elevata umidità ambientale.

In inverno, la pianta ha bisogno di pochissima acqua. Limitati ad annaffiarlo un po’ quando noti che il terreno o il substrato sono molto asciutti.

fertilizzante per ibisco

È bene somministrare del concime a questa pianta quando arriva la primavera, e mantenere l’apporto ogni 15 giorni per tutta la sua stagione di fioritura. Qui puoi scoprire cosa sono i fertilizzanti e la loro tipologia.

In questo modo aiuterai l’ibisco a mantenere i suoi fiori in buone condizioni e a produrne di nuovi. Il fiore di ibisco, chiamato anche fiori di cucardas in alcuni paesi, vestirà il tuo giardino con le sue grandi fioriture dai colori vivaci.

Ibisco: potatura

La potatura delle piante di ibisco dovrebbe essere effettuata in primavera. Taglia i germogli della scorsa stagione per mantenere il cespuglio nella forma desiderata e assicurati di rimuovere eventuali rami secchi o danneggiati. Tieni presente che questo cespuglio può raggiungere i 5 metri di altezza.

Ibisco: riproduzione

L’ibisco può essere facilmente propagato per talea. Per fare questo, è conveniente tagliare la talea di ibisco, aiutarla con l’ormone radicante e tenerla sommersa in acqua per circa 2 mesi, fino a quando non sviluppa radici ed assume un colore leggermente focato. È importante cambiare l’acqua ogni settimana e aggiungere ogni volta una goccia di perossido di idrogeno.

Uno dei più comuni è l’ibisco con fiori rossi, se ti piacciono questi, allora ti consigliamo questo altro articolo su 15 piante con fiori rossi.

Ibisco: cura invernale

La cosa più importante in questo aspetto è la temperatura per l’ibisco in inverno. Se vivi in ​​una zona dove ci sono gelate e la temperatura scende al di sotto di 0ºC, non dovresti tenere il tuo ibisco all’aperto. Trapiantalo in un vaso prima che arrivi il gelo per mantenerlo a una temperatura adeguata all’interno.

Inoltre, in alcuni climi gli inverni sono molto secchi. Puoi aiutare a rimediare mettendo il vaso in un luogo che sia il più caldo possibile e dove riceva la luce solare. Spruzza dell’acqua intorno alla pianta per fornire umidità e coprila con una plastica sottile per mantenerla.

A cosa serve l’ibisco: proprietà e vantaggi

In Asia Minore e Sud America è molto comune bere infusi di fiori di ibisco per combattere la sete e il caldo. Tuttavia, non solo ci dà questo, ma vale la pena menzionare le varie proprietà e benefici dell’assunzione di ibisco:

  • Il tè all’ibisco è un ottimo complemento come apporto vitaminico, motivo per cui è un prezioso alleato quando si tratta di combattere stanchezza, lievi stati anemici e mancanza di appetito.
  • Inoltre, ha anche effetti digestivi, quindi è molto utile per alleggerire indigestione, digestione pesante o dolori addominali, aiutando a facilitare la digestione. Per questo è utile anche per combattere il bruciore di stomaco o la gastroenterite.
  • Può anche aiutare a risolvere la stitichezza occasionale, anche se si consiglia di assumerlo in appoggio ad altre piante con queste proprietà.
  • Inoltre, aiuta il corretto sviluppo delle funzioni epatiche, risultando molto utile in caso di allergie alimentari.
  • È un ottimo diuretico e depurativo, che aiuta anche contro l’ipertensione.
  • Infine, è anche un leggero rilassante e un tonico venoso molto benefico nel trattamento delle vene varicose o delle emorroidi.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura dell’ibisco o dell’ibisco, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.