Suggerimenti

Piantare le lenticchie: quando e come farlo

La lenticchia, con il nome scientifico Lens culinaris, è un legume annuale ampiamente consumato sia in Asia che in Nord Africa, oltre che in alcune regioni dell’Europa e dell’America Latina. È una pianta abbastanza resistente, che si distingue per le sue ottime proprietà nutritive. Le lenticchie sono ricche di carboidrati e proteine ​​vegetali, oltre a contenere una bassissima quantità di grassi, il che le rende un alimento completo e salutare.

Se vuoi imparare a coltivare le tue lenticchie in casa, che aiuterà anche il terreno ad aumentare i suoi livelli di azoto, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde dove ti insegneremo quando e come piantare le lenticchie passo dopo passo.

Quando piantare le lenticchie

Il tempo di semina della lenticchia dipende dal tipo di clima della zona in cui andrete a seminare. Se vivi in ​​un clima caldo con inverni miti, puoi piantare in autunno, mentre se il clima nella tua zona è più fresco, è consigliabile piantare dopo il gelo.

Un’altra opzione è piantare le lenticchie al chiuso in un semenzaio o in un vaso circa due settimane prima delle ultime gelate e, una volta passate, trapiantale nella loro posizione finale all’aperto.

Come piantare le lenticchie passo dopo passo

Poiché questo legume può essere seminato direttamente all’aperto, vedremo passo dopo passo come piantare le lenticchie:

  1. Prepara il terreno. Le lenticchie hanno bisogno di un terriccio ricco di sostanza organica, quindi dovresti arricchirlo con un fertilizzante organico di qualche tipo, come compost, lombrichi o bokashi. Inoltre, la pianta richiede che il terreno abbia un buon drenaggio e che il PH sia compreso tra 5,5 e 9. In questo altro articolo di EcologíaVerde puoi saperne di più su Come preparare il terreno per piantare ortaggi.
  2. Preparate i vostri semi di lenticchie mettendoli a bagno per una notte prima della semina, per facilitare la germinazione. Puoi anche farli germogliare al chiuso tra cotone inumidito e trapiantarli in seguito. Qui puoi vedere come fare i germogli di lenticchie.
  3. Semina i semi a una profondità di circa tre volte la dimensione del seme, lasciando uno spazio di circa 15 cm tra di loro. Puoi coprirli con carta di giornale o qualche altro tipo di copertura per proteggerli fino a quando non germogliano.
  4. Innaffiare dopo la semina, evitando sempre di allagare il terreno.

Cura delle lenticchie

Dopo aver piantato questi legumi nella tua casa, ti consigliamo di seguire questi suggerimenti sulla cura di base delle lenticchie in modo che la pianta prosperi e tu possa gustarli nei tuoi piatti.

Temperatura

La lenticchia è una pianta che resiste ad una certa misura di freddo, ma non tollera il gelo. Piantali sempre in un momento in cui non saranno soggetti a temperature intorno a 0ºC. In effetti, la sua temperatura ottimale è compresa tra 6º e 28º.

esposizione al sole

La pianta richiede una buona dose di sole, quindi piantale in una delle zone più soleggiate del tuo giardino o terreno.

Terreno per coltivare le lenticchie

Abbiamo già detto che questo legume necessita di un terreno ricco di sostanza organica, ma vale la pena sottolineare l’importanza che abbia anche un buon drenaggio. Le lenticchie sono molto suscettibili alla decomposizione a causa dell’umidità in eccesso e, sebbene richiedano un terreno leggermente umido, il ristagno sarà molto dannoso.

irrigazione delle lenticchie

Come abbiamo appena sottolineato, le lenticchie apprezzano un certo livello di umidità nel terreno. Nonostante ciò, possono resistere a siccità a breve termine, quindi si consiglia di annaffiare quando il terreno inizia a mostrare segni di siccità. Quando i baccelli iniziano ad asciugarsi, è consigliabile distanziare le innaffiature o addirittura interromperle.

Reticolo

Non è necessario, ma è una buona idea dotare la pianta di un traliccio o di qualche altra struttura bassa su cui possa stare. In caso contrario, la pianta si diffonderà sul terreno, necessitando di più spazio e diventando più vulnerabile agli attacchi di parassiti e malattie.

arioso

Questa pianta apprezza di trovarsi in una zona con passaggio d’aria, allo stesso modo in cui è meglio evitare che le piante siano troppo vicine tra loro. A causa della sua vulnerabilità all’umidità, la lenticchia è soggetta ad essere attaccata da funghi se al suo interno si creano spazi o zone chiuse dove l’aria non circola correttamente.

Quando raccogliere le lenticchie e come farlo

A seconda della temperatura, del clima e della specie specifica di lenticchia, dovresti essere in grado di raccoglierla entro 80-110 giorni dalla semina.

Va raccolta quando la pianta inizia ad appassire, a quel punto va prelevata tagliando il gambo e appendendola a testa in giù per farla asciugare completamente, meglio se in un sacchetto di carta o tela. Una volta che la pianta è asciutta, scuotila in modo che i semi cadano e puoi usare i resti secchi della pianta per fare fertilizzanti organici come compost o humus. Qui puoi saperne di più su cos’è il fertilizzante organico, i suoi tipi, i benefici e come farlo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piantare le lenticchie: quando e come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.