Suggerimenti

Piantare un melo non è mai stato così facile: [10 passaggi + immagini]

Punti importanti per piantare un melo:
  • Quando? In primavera, idealmente a marzo.
  • Dove? Richiede almeno 6-8 ore di luce. È resistente al freddo. Non tollera il calore eccessivo.
  • Tempo di raccolta? Il melo può impiegare fino a 8-10 anni per produrre le prime mele.
  • Come prepariamo il terreno? Si adatta alla maggior parte dei terreni. Hai bisogno di un pH neutro. Predilige terreni siliceo-argillosi, con ottimo drenaggio.
  • Come innaffiamo? Non tollera molto la mancanza d’acqua. Ilmelo adulto dell’albero richiede generalmente tra i 200 ei 300 litri di acqua all’anno echilo di frutta prodotta.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Come raccogliamo? Le mele si raccolgono tra agosto e ottobre, ad eccezione delle varietà più precoci che si raccolgono da luglio.
  • Piaghe e malattie? Afidi, ticchiolatura, carpocapsa, farfalla piralide.

La mela è uno dei frutti più diffusi al mondo.

Non solo è un alimento sano, con un grande apporto di vitamine, fibre e potassio , ma ha anche un sapore delizioso e rinfrescante.

Oggi il melo è uno degli alberi da frutto più coltivati ​​al mondo.

E sebbene la sua coltivazione sia semplice come seminare un seme di mela nel terreno, ci sono alcuni requisiti essenziali affinché la sua semina abbia successo.

In questo articolo ti diciamo qual è il modo più efficace per seminarlo.

Lo sapevate…
Sapevi che il melo può essere considerato un albero a crescita rapida ?

Di cosa abbiamo bisogno per piantare un melo?

Prima di iniziare è necessario definire i requisiti necessari per un buon raccolto , rispondendo alle seguenti domande.

Quando dovrebbe essere seminato?

Essendo un albero da frutto, è consigliato  semina a fine marzo. 

Maggio e inizio giugno rappresentano anche un buon periodo , in quanto corrisponde al momento in cui tutte le specie arboree vengono generalmente piantate.

Nelle regioni molto calde, che può essere seminato nei primi mesi dell’anno, come quando non v’è alcun gelo.

Per questo è meglio farsi consigliare da un esperto.

Il melo fiorisce solitamente tra aprile e maggio.

Durante i mesi di giugno e luglio si carica di frutti teneri , quindi è il momento in cui bisogna proteggerlo maggiormente da uccelli e insetti ed effettuare il diradamento.

Può essere raccolto tra agosto e ottobre , a seconda della varietà.

Se vuoi saperne di più:

  • Come e quando potare un melo?
  • Come concimare un melo?

Dove piantare un melo?

 È molto resistente al freddo  e non richiede  enormi quantità di luce e calore  per la sua maturazione.

Si consiglia di ottenere dalle 6 alle 8 ore di luce solare al giorno.

Predilige i climi umidi e temperati a quelli freddi. Resiste a temperature fino a -10 ºC

La sua temperatura di crescita ottimale varia tra 18 e 24 ºC

Ogni quanto va annaffiato?

Non è molto tollerante di calore in eccesso e asciutti climi.

Durante le prime fasi le innaffiature devono essere abbondanti e frequenti , evitando ristagni. L’acqua stagnante è dannosa per te.

All’inizio,  due volte a settimana e idealmente gocciolare Quando i primi germogli diventano più forti, l’irrigazione può essere distanziata fino a 12 giorni.

Il melo adulto richiede generalmente tra 200 e 300 litri di acqua all’anno e chilo di frutta prodotta.

Come prepariamo il terreno?

Il melo si adatta alla maggior parte dei terreni , anche se predilige terreni siliceo-argillosi, con ottimo drenaggio. 

Il suo apparato radicale è superficiale, quindi può vivere in terreni poco profondi.

È l’albero da frutto che tollera meglio il prato .

Cresce meglio nel terreno con  un livello di ph neutro , moderatamente ricco di sostanze nutritive.

È importante considerare lo spazio , poiché può raggiungere fino a 9 metri di altezza .

Inoltre, tieni presente che  devi piantare l’albero lasciando tra 5 e 7 metri di distanza  da qualsiasi altro albero, soprattutto se hai intenzione di piantare due meli nello stesso campo.

Come piantare un melo direttamente dal seme

  1. Fai germinare il seme. Il modo migliore per far crescere efficacemente gli alberi di mele è far germogliare il seme prima di piantare . Se semini il seme direttamente nel terreno, corri il rischio di impollinazione incrociata , che può influenzare negativamente i frutti.
  2. Puoi utilizzare i semi estratti direttamente da qualsiasi mela o, se preferisci, puoi anche acquistare i semi da un rivenditore autorizzato. Se li hai estratti tu stesso, puliscili bene e asciugali all’aria finché la crosta non si sente asciutta.
  3. Quindi, metti diversi semi su un tovagliolo di carta . Aggiungi qualche cucchiaio di terriccio a base di torba e aggiungi qualche goccia d’acqua per inumidirlo.
  4. Mescolate il terreno, assicurandovi che i semi siano ben coperti .
  5. Metti i semi e il terreno di semina in un sacchetto con chiusura a zip e conservali in frigorifero per un periodo da uno a due mesi, a una temperatura compresa tra 5 e 10 ° C.
  6. Assicurati che il terreno sia mantenuto umido.
  7. Quando i semi germogliano, tirali fuori dal frigo. Seminare i semi in un vaso.
  8. Prendi un vaso lungo almeno 6 pollici e riempilo con una buona miscela di terreno , assicurandoti che abbia un buon drenaggio.
  9. Non è necessario utilizzare fertilizzanti (come il nitrato di calcio , ideale per i meli), anche se se lo ritieni necessario , puoi utilizzare il pacciame per dare ai semi più nutrienti.
  10. Metti il seme a una profondità di 2-5 centimetri e coprilo di terra. Puoi mettere due semi nello stesso vaso, per garantire la crescita della pianta . Una volta seminato, innaffia per mantenere umido il terreno, evitando le pozzanghere.
  11. Mantieni il terreno umido e posiziona il vaso in una zona ben illuminata.

Semina in seme e all’aperto

Se hai intenzione di seminare il seme germinato direttamente all’esterno , salta questo passaggio e passa a quello successivo:

  1. Pulisci il terreno . Si toglie le erbacce e detriti provenienti da colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che il vostro albero di mele riceve la giusta quantità di nutrienti.
  2. Tutte le piante devono essere estratte dalle radici per evitare che ricrescano.
  3. Prepara il terreno. Inumidisci il terreno prima di piantare il melo ; In questo modo riduci il rischio che i semi si muovano a causa della forza dell’acqua.
  4. Fertilizzare il terreno . Stendere uno strato di compost da 1 pollice sul terreno. Se hai intenzione di seminare più semi per poi trapiantarli , puoi creare solchi profondi 2,5 cm.
  5. Se disegni più solchi, prova a lasciare la stessa distanza di 30 centimetri tra uno e l’altro.
  6. Metti i semi nel terreno. Metti ogni seme a una profondità di 2-5 centimetri e coprilo di terra.
  7. Se ne semini diversi, ogni seme germinato dovrebbe essere a 30 centimetri di distanza.
  8. Coprire i germogli appena piantati con un sottile strato di terra per proteggerli . Quindi, cospargere un pollice di sabbia sulla terra che li copre.
  9. Ciò proteggerà il terreno dall’indurimento al freddo.
  10. Aspetta qualche giorno. Indipendentemente dal fatto che tu abbia piantato in un vaso o all’aperto , dovrai attendere alcuni giorni affinché i germogli si rafforzino.
  11. Mantienili umidi, ben illuminati e ventilati fino a quando non sono alti da 12 a 24 pollici.
  12. Se semini all’aperto, è meglio mettere una rete metallica per proteggere i semi mentre crescono.
  13. Innestare per garantire che il tuo melo produca frutti . Sebbene questo punto non sia obbligatorio, se stai piantando alberi di mele perché vuoi raccogliere i suoi frutti, è meglio che presti attenzione.
  14. Il fatto che le tue piante stiano già crescendo non garantisce che daranno frutti . Per assicurarti che lo faccia, quello che devi fare è un innesto. In altre parole, devi posizionare il taglio di un albero che porta frutti sul tronco del tuo albero in modo che si fondano e diventino un’unica pianta.
  15. Ci sono diversi modi per fare gli innesti. Ti consigliamo di consultare un esperto per guidarti nel modo più efficace per farlo. Dovrai anche assicurarti che entrambe le specie che intendi innestare siano compatibili.
  16. Trapianta i tuoi germogli. Sia che tu abbia piantato più piante in fila, sia che tu abbia fatto la messa a dimora in vaso, quando hanno raggiunto un’altezza e uno spessore considerevoli, dovrai trapiantarle nella loro posizione finale.
  17. Preferibilmente, trapiantare in una giornata fresca e senza vento . Se il terreno è ghiacciato, molto fradicio o troppo secco, il trapianto non deve essere effettuato.
  18. Scava una buca abbastanza grande e profonda da consentire alla zolla di radici del tuo albero di crescere liberamente e di sviluppare le radici.
  19. La dimensione può variare a seconda delle dimensioni del tuo albero , ma dovrebbe essere almeno il doppio della dimensione della zolla . Quando si pianta, controllare che nessuna radice sia rimasta fuori dal buco.
  20. Riempi il buco. Assicurati che il collo della radice – dove inizia lo stelo – non sia interrato , ma a livello del suolo. Battere il terreno per compattarlo ed eliminare le sacche d’aria.
  21. Tieni presente che ci vorranno circa quattro anni perché gli alberi siano alti un metro e mezzo, e una decina di anni prima che inizino a dare i loro frutti, quindi ti consigliamo molta pazienza.
  22. Potare regolarmente le piante Durante tutto il ciclo di vita del melo , rimuoveremo le foglie in cattive condizioni.
  23. La potatura del melo garantisce inoltre che si ottengano alberi robusti , capaci di sostenere il peso delle colture, ottenendo una produzione abbondante, ariendo e illuminando il centro dell’albero ed eliminando tutto il legno secco, malato o non produttivo.
  24. Non potare gli alberi per i primi cinque anni , poiché la potatura può arrestare la crescita degli alberi giovani.
  25. Diradamento dei frutti . Una volta che il tuo albero inizia a dare i suoi frutti, puoi fare un diradamento regolare.

Il diradamento dei frutti aumenta la quantità di zucchero, sostanza secca e acidità. Serve anche a sopprimere i frutti danneggiati da malattie, malformazioni o crescita eccessiva.

Le mele vengono prodotte sotto forma di corimbi , dando origine a due, tre o più frutti in un unico grappolo , quando dovrebbe produrre un solo frutto, quindi il resto va soppresso. I frutti dovrebbero schiarirsi quando raggiungono le dimensioni di una nocciola .

Per saperne di più, puoi vedere: Ritagli di mela .

Come raccogliere le mele

Le mele  si raccolgono tra agosto e ottobre , ad eccezione delle varietà più precoci che si raccolgono a partire da luglio.

E ‘meglio raccogliere nel bel mezzo della giornata, garantendo che non v’è alcuna di umidità .

Quando raggiungono il loro punto, le mele si staccano facilmente dall’albero.

Conservare le mele in un luogo fresco e buio . Conservateli ad una temperatura tra 0 e 7°C.

Per saperne di più, leggi: Varietà di mele .

Parassiti e malattie del melo

Per saperne di più sui parassiti e le malattie del melo, consulta questo articolo.

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono il melo sono:

afidi

Il melo è principalmente colpito da quattro tipi di afidi : lanoso, marrone, verde e cinereo.

Per la sua prevenzione, si consiglia di applicare sapone di potassio e olio di neem .

Carpocapsa

È una farfalla che compare durante l’ estate , il suo bruco è di colore rosa e si nutre di ciò che trova all’interno dei frutti , provocandone la caduta prematura o direttamente la sua putrefazione.

Per il suo controllo, si consiglia di applicare Bacillus Thuringiensis e olio di neem .

Trapano a farfalla

Le farfalle trapano, in particolare la Zeuzera o trapano giallo e Cossus o trapano rosso, spesso aprono gallerie nei rami degli alberi.

Per il suo controllo, si consiglia di applicare Bacillus Thuringiensis e olio di neem .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.