Suggerimenti

Potatura dell’oleandro: [Periodo e tecnica appropriata]

L’oleandro è un piccolo arbusto sempreverde che produce fiori rosa molto graziosi .

È anche conosciuto come alloro da giardino e la potatura è una delle cure più importanti che dobbiamo dargli se vogliamo che sia sano e cresca correttamente.

Il motivo è che gli oleandri tendono a crescere molto e si potrebbe anche dire che è un po’ disordinato, quindi la potatura è importante.

Hai il coraggio di sapere come potare correttamente gli oleandri?

Perché dovremmo potare gli oleandri?

La potatura degli oleandri viene effettuata in modo da mantenere la pianta in condizioni ottimali per la successiva fioritura.

Questa è una conseguenza dell’eliminazione di tutte le parti che costituiscono un blocco per il suo sviluppo ottimale, come i rami secchi.

Quando la potatura viene eseguita al momento giusto, gli oleandri saranno in grado di completare il loro ciclo completo e rifiorire in abbondanza in seguito.

Un altro motivo che può portare alla potatura dell’oleandro è quello di mantenere la struttura che desideriamo.

Ciò consente di rimuovere i rami che crescono in una direzione strana e di mantenere l’arbusto in uno stato più simmetrico e quindi più bello.

Quando dovremmo potare gli oleandri?

Il tempo per potare gli oleandri varierà, in quanto potrebbe essere inverno o tarda estate .

Potatura invernale

In inverno la cosa più comune è lavorare su potature il cui obiettivo principale è eliminare le zone morte.

Poiché la pianta non fiorirà, non c’è rischio di intaccare la bellezza che raggiunge durante la stagione primaverile.

Potatura estiva

D’altra parte, gli viene dato il tempo necessario per riprendersi prima che arrivi la primavera e comincino a spuntare nuovi fiori .

A fine estate la potatura verrà effettuata in vista della fioritura. È un momento in cui la pianta ha già completato il suo periodo di fioritura e inizia a riposare.

Se è passato il tempo per effettuare questa potatura, non va mai fatta all’inizio della primavera perché la pianta produrrà molti meno fiori.

Il motivo è perché la tua energica attenzione non sarà sulla fioritura ma sulla guarigione delle ferite.

Di quali strumenti abbiamo bisogno per eseguire la potatura?

Poiché l’oleandro è una pianta piuttosto corta con rami non molto spessi, gli unici strumenti necessari sono le forbici da potatura.

Per la sicurezza dell’utilizzatore è inoltre buona norma munirsi di guanti e occhiali o occhiali protettivi per evitare incidenti.

È molto importante che le forbici siano ben disinfettate prima di procedere ai tagli per prevenire l’insorgere di malattie.

In ogni caso, se hai un ramo più grosso, una sega a mano sarà più che sufficiente.

Come fare la potatura dell’oleandro senza danneggiare la pianta?

Per evitare danni alla pianta è necessario puntare bene sulle zone dove verrà effettuata la potatura.

  1. Le prime saranno sempre le aree che sembrano secche o morte o che potrebbero danneggiarsi a vicenda.
  2. Naturalmente, se un’area appare malata, dovrebbe essere rimossa più rapidamente per evitare di contaminare il resto dell’oleandro.
  3. Si applica principalmente sui rami, ma nel caso ci sia un fiore o un frutto in cattive condizioni, va eliminato senza pensarci due volte.
  4. Anche i germogli che vengono prodotti dalla radice devono essere rimossi poiché hanno la cattiva proprietà di rimuovere i nutrienti dalla pianta di base.

Bibliografia e riferimenti

  • Libro: Potatura di specie arbustive ornamentali di Fernando Gil-Albert, Fernando Gil-Albert.
  • http://repositorio.cucba.udg.mx:8080/xmlui/bitstream/handle/123456789/785/Cazares_Moreno_Alejandro.pdf?sequence=1

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.