Suggerimenti

Prune Ficus Ginseng: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Il ficus ginseng è una delle specie di ficus che si distingue per essere lavorata in ambienti chiusi per ottenere il pregiato bonsai.

All’aperto può raggiungere una grande altezza, ma all’interno, con un buon lavoro di potatura, può diventare una pianta affascinante e altamente decorativa.

L’applicazione di questa procedura potrebbe essere un po’ complessa, in quanto è necessario soddisfare alcuni requisiti per ottenere i risultati attesi.

La cosa buona è che non dovrai cercare molto di più per avere le informazioni disponibili perché qui le daremo complete e di facile comprensione. Vieni con noi a scoprire tutti i dettagli?

Perché potare il ficus ginseng?

Il ficus è un tipo di pianta che tende a crescere molto, indipendentemente dalla specie, quindi il ginseng non fa eccezione. Ci sono piante che nelle loro condizioni naturali preferite possono raggiungere centinaia di metri di altezza, rendendo la potatura un compito obbligatorio.

Quando il ficus ginseng viene tenuto in casa, la potatura aiuta a modellarlo nella forma desiderata e a garantire che mantenga un’altezza adeguata. Ma in più con la potatura si ricerca anche che l’intera struttura sia sana , senza parti appassite o secche che la rendano brutta o che possano dare problemi.

Quando è meglio effettuare la potatura del ficus ginseng?

È molto importante che la potatura non venga eseguita in inverno perché il freddo prevalente potrebbe avere un impatto negativo sulle ferite. È meglio aspettare l’arrivo della primavera quando inizierà il flusso di linfa e il ficus sarà in grado di riprendersi normalmente.

Quali strumenti dovremmo usare per potare il ficus ginseng?

Per potare un bonsai, avrai bisogno di un paio di forbici per l’uso quotidiano e delle forbici manuali per lavorare i rami che di solito sono un po’ più spessi.

È importante in entrambi i casi che gli utensili abbiano un bordo adatto per eseguire tagli precisi, veloci e netti. Allo stesso modo è necessario assicurare la rispettiva disinfezione, preferibilmente con alcool, in modo da non creare un ambiente che faciliti l’insediamento di funghi o batteri.

Quali considerazioni dobbiamo tenere in considerazione quando potiamo un ficus ginseng?

La considerazione principale da tenere in considerazione è il risultato che speriamo di ottenere dalla potatura. Esiste la potatura di formazione, che ha come obiettivo principale quello di formare la struttura dell’albero.

A sua volta c’è la potatura di mantenimento che ha lo scopo di far lavorare l’intera struttura per tutta la sua vita per mantenere la forma desiderata. Nella potatura di mantenimento vengono eliminate anche le parti interessate che non contribuiscono in alcun modo alla struttura generale.

Come potare il ficus ginseng senza danneggiare la pianta?

La procedura per potare un ficus ginseng non è complessa, ma richiede molta precisione per ottenere i migliori risultati. L’ideale è lavorare secondo il seguente schema di passaggi:

  1. Rimuovere tutte le parti in cattive condizioni e visibili . Essendo una piccola pianta, è molto facile accedere a tutte le aree ed eseguire tagli con precisione.
  2. Definisci quali sono i rami principali che compongono la struttura e procedi a potare quelli che sono nati e si sono sviluppati eccessivamente. Di solito sono disordinati e devono essere rimossi.
  3. Alleggerisci un po’ la tazza tagliando le foglie che sembrano deboli o che si trovano in una cattiva posizione. Questa azione aiuterà la luce e l’aria a circolare all’interno e la pianta a diventare più vigorosa.
  4. Valutare i rami che ha la pianta e procedere ad eliminare quelli che hanno forme strane , che si scontrano tra loro, che sono cresciuti verticalmente ma di grande spessore o che sono in qualsiasi altra direzione ma il loro spessore è maggiore di quello del tronco principale . Poiché questa azione può creare ferite di notevoli dimensioni, può essere una buona idea applicare una pasta cicatrizzante.
  5. Pizzicare le foglie con l’aiuto delle dita . Si tratta di un procedimento che dovrete eseguire durante l’intero periodo di crescita per stimolare la formazione di nuove e più abbondanti foglie. L’idea è di spremere i germogli con il pollice e l’indice e rompere l’articolazione nel punto più debole. Ciò impedirà a quell’area di appassire e attiverà il processo di crescita.

I bonsai sono considerati le forme di albero più sorprendenti da avere all’interno della casa e il ficus ginseng è l’ideale per questo. La potatura è una cura essenziale per loro per prosperare correttamente ma anche per garantire una crescita adattata ai modelli.

La buona notizia è che si tratta di una specie resistente , capace di sopportare potature più o meno intense purché eseguite nei tempi giusti.

Forse ti interessano anche:
  • Ficus Benjamina: [Pianta, cura, irrigazione, substrato e caratteristiche]
  • Gomero o Ficus Elastica: [Pianta, cura, substrato e irrigazione]
  • Irrigazione del Bonsai Ficus: [Necessità, Frequenza e Procedura]
  • Irrigazione di ficus in vaso: [necessità, frequenza e procedura]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.