Suggerimenti

Riego del Mango: [Necesidades, Frecuencia y Procedimiento]

Il mango è un albero importante e una delle specie di frutta che è in grado di regalare un grande raccolto.

Non è molto impegnativo con nessun tipo di cura, quindi è l’ideale per chi ha poco tempo da offrire o è alle prime armi.

L’irrigazione del mango è uno di quei punti in cui vale la pena prestare attenzione perché aiuterà tutto ad andare molto meglio.

Non sei sicuro di come farlo correttamente? Non preoccuparti perché qui ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno. Iniziamo.

Punti importanti quando si innaffia un mango:
  • Frequenza di irrigazione: nella stagione estiva le annaffiature saranno da 2 a 3 volte a settimana, mentre in inverno saranno settimanali o quindicinali.
  • Metodo di irrigazione: a goccia .
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: al mattino o al pomeriggio, dopo che è passato il sole più forte.
  • Individuare l’acqua in eccesso: buona vegetazione ma non produce frutti.
  • Identificare la mancanza d’acqua: frutti che cadono prima della maturazione o che si sviluppano poco.

Che esigenze di irrigazione ha il mango?

Il mango è un albero che fa molto bene nei climi che tendono ad essere tropicali, che richiedono una quantità adeguata di annaffiature per rimanere idratati. Ciò implica che è necessario annaffiarlo con una certa frequenza e garantire che l’acqua penetri negli strati più profondi della terra.

La ragione? La dimensione della chioma tende ad essere proporzionale alle radici che sono sotterranee, quindi di solito sono piuttosto grandi. Ora, non solo basta impostare un ritmo di irrigazione specifico, ma bisogna anche impostare la giusta quantità d’acqua per ottenere risultati positivi.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nel mango?

I problemi di mancanza di irrigazione nel mango potrebbero impiegare molto tempo a manifestarsi perché è una pianta in grado di ottenere umidità.

Questo perché hanno radici forti e occupano spazio in profondità nel terreno, il che li aiuta ad accedere all’umidità.

Di fronte a condizioni di siccità, è probabile che l’albero generi fioritura perché questa fase di sviluppo non è molto impegnativa su questo tema.

Tuttavia, se lo stress idrico continua, i frutti avranno seri problemi a svilupparsi, cadendo senza maturare o crescendo molto poco.

Quanto spesso dovremmo innaffiare un mango?

L’apporto di acqua che dovrai offrire al mango durante il suo ciclo annuale sarà determinato dalle condizioni climatiche che operano. L’ estate , essendo più calda del tempo, richiede più acqua, portando a pianificare rischi a 2 o 3 a settimana.

Nel caso dell’inverno , questa richiesta diminuirà, raggiungendo un’irrigazione ogni settimana o fino ad una ogni 15 giorni , a seconda dello stato del terreno. Tieni presente che se c’è un periodo piovoso, l’acqua raccolta dalla terra durante questo periodo sarà più che sufficiente per coprire il fabbisogno.

Un modo molto semplice per ottenere che l’irrigazione sia ottimizzata in base al tipo di albero è utilizzare i tensiometri. La ragione di ciò è che i climi sono variabili e l’irrigazione è influenzata da altri fattori come il tipo di suolo, la capacità di drenaggio, ecc.

Qual è il modo migliore per innaffiare un mango?

La maniglia accetta diversi tipi di irrigazione, come allagamento e aspersione . Tuttavia, il metodo consigliato è il drip . Attraverso il dripping è possibile focalizzare il punto in cui cadrà l’acqua e distribuirla su tutta la base dell’albero tramite una scanalatura.

Grazie al fatto che l’acqua viene diretta direttamente alla radice, l’albero di mango è in grado di assorbirla tutta senza sprecare nulla.

D’altra parte, impedisce al fogliame di bagnarsi e di essere bruciato dal sole. Tieni presente che la rugiada del mattino rinfresca già le foglie, quindi non è necessario aggiungere altro.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nel mango?

Ci sono condizioni che sembrerebbero buone all’occhio inesperto e che sono legate all’eccesso di acqua.

Ad esempio, è comune che l’albero di mango appaia verdastro e raggiante di fronte all’elevata umidità del terreno , ma non avrà la capacità di produrre frutti .

Essendo un albero così grande e forte è abbastanza improbabile che muoia con qualche giorno di eccessiva annaffiatura, ma se questa condizione è frequente può verificarsi. Le radici devono avere spazio per respirare e l’acqua eccessiva impedisce loro di svolgere questa funzione.

L’irrigazione del mango è una delle più facili da rispettare perché è un albero che può ottenere un po’ di umidità da solo. Tuttavia, non sottovalutare mai il beneficio che una buona scorta d’acqua può offrire al suo sviluppo, fioritura e generazione di frutti.

Fonti e riferimenti bibliografici

  • http://dspace.unitru.edu.pe/bitstream/handle/UNITRU/9265/De%20La%20Cruz%20Gayoso,%20Vania%20Ysabel.pdf?sequence=1
  • http://www.secsuelo.org/wp-content/uploads/2015/06/2.-Determinacion-Curva.pdf
  • http://dspace.uan.mx:8080/xmlui/bitstream/handle/123456789/717/464-929-1-SM.pdf?sequence=1&isAllowed=y
  • https://www.redalyc.org/pdf/154/15422208.pdf
Forse ti interessano anche:
  • Quali malattie e parassiti attaccano il mango?: [Identificali e trattali]
  • 16 tipi e varietà di mango più famosi e deliziosi
  • Cura del mango: [terra, umidità, potatura e problemi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.