Suggerimenti

Sapete cos’è l’agricoltura a responsabilità condivisa?

L’ Agriculture Shared Responsibility (ARC) o Supported Agriculture Community (AAP), meglio conosciuta nel mondo per il suo nome inglese “Community Supported Agriculture” ( CSA ) è un consumatore alternativo dove i consumatori si impegnano a sostenere una o più aziende agricole della zona, condividendo rischi e benefici della produzione alimentare con i produttori. I membri o gli abbonati al sistema di agricoltura a responsabilità condivisa (ARC), pagano all’inizio della stagione di crescita un abbonamento o una quota per una parte del raccolto previsto, una volta iniziato il raccolto, ricevono cestini settimanali di verdura, frutta, ecc.

L’agricoltura a responsabilità condivisa (ARC) si concentra sulla produzione ecologica di cibo per fornire una comunità locale. Questo tipo di agricoltura opera con un maggior grado di partecipazione da parte dei consumatori, determinando un forte rapporto consumatore-produttore.

Le fattorie ARC sono generalmente piccole e indipendenti, con manodopera intensiva e fattorie familiari. Fornendo un mercato garantito attraverso il pagamento anticipato, i consumatori aiutano a finanziare le operazioni di coltivazione, consentendo agli agricoltori di concentrarsi solo sulla qualità della crescita e possono sostenere ulteriormente la produzione su larga scala.

Questo sistema produzione-consumo ha molte varianti: come viene preparato il budget aziendale, numero di consumatori, forme di distribuzione del cibo, ecc.

Struttura

Responsabilità condivisa I sistemi agricoli in Europa e Nord America si concentrano tipicamente su:

  • Un budget trasparente per l’intera stagione specificando cosa seminare e per quanto tempo.
  • Un sistema di prezzi ottenuto dall’accordo comune tra produttori e consumatori.
  • Un accordo di rischio e profitto, nel senso che i consumatori ricevono ciò che producono gli agricoltori.

Ciò significa che individui, famiglie e gruppi di consumatori non pagano direttamente i chilogrammi di prodotto, ma sostengono il budget dell’azienda e ricevono settimanalmente ciò che è maturo e raccolto in quel momento.

Questo approccio riduce i rischi di marketing, i costi del coltivatore e un’enorme quantità di tempo e lavoro e consente ai coltivatori di concentrarsi sulla cura di qualità del suolo, delle colture e dei collaboratori, nonché sul servizio clienti. In questo sistema c’è una stabilità finanziaria che consente una pianificazione completa da parte dell’agricoltore.

Alcune aziende agricole sono dedicate interamente a un sistema ARC, mentre altri produttori vendono anche attraverso i mercati, direttamente nelle aziende agricole o altri canali. La maggior parte dei sistemi ARC sono di proprietà di agricoltori. Sebbene alcuni consumatori abbiano a volte organizzato i propri progetti ARC, hanno affittato terreni e assunto agricoltori per produrre il proprio cibo.

Molti sistemi ARC hanno un gruppo centrale di membri che assistono nella gestione e nell’organizzazione del sistema.

Alcuni produttori richiedono o offrono la possibilità ai membri di fornire manodopera come parte del loro impegno. Alcuni ARC sono addirittura diventati imprese sociali o cooperative che impiegano personale locale, collaborano con gli agricoltori locali ed educano la comunità all’agricoltura biologica e responsabile.

Ortaggi e frutta sono le colture più diffuse, il prezzo delle azioni è competitivo rispetto alla stessa quantità di ortaggi coltivati ​​in modo convenzionale, anche perché scompaiono i costi di distribuzione e intermediari.

Distribuzione e commercializzazione

Una caratteristica distintiva dei sistemi ARC è il metodo di distribuzione. Generalmente, la distribuzione avviene settimanalmente, con ritiri o consegne in un giorno e un’ora prestabiliti. Gli abbonati all’ARC sono spesso organizzati in modo che le consegne vengano effettuate in un punto comune per un numero di membri, a volte presso le case dei membri. Le consegne possono avvenire anche negli stessi stabilimenti del produttore.

Gli ARC sono diversi dai gruppi di consumatori e dai servizi di consegna a domicilio, in cui il consumatore acquista un prodotto specifico a un prezzo predeterminato. I membri dei sistemi ARC acquistano solo ciò che l’azienda è in grado di coltivare e raccogliere con successo, condividendo parte del rischio con l’agricoltore. Ad esempio, se la coltivazione delle fragole non è corretta, il membro dell’ARC condividerà la perdita del raccolto ricevendo una quantità inferiore, o una qualità inferiore, delle fragole della stagione. I membri dell’ARC sono spesso più attivi nel processo di crescita e distribuzione attraverso newsletter e ricette condivise, visite alle fattorie, giornate di lavoro in fattoria, acquisti anticipati di abbonamenti e raccolta dei loro cestini di produzione.

Alcune famiglie si sono iscritte a un sistema ARC e pagano un prezzo fisso per ogni consegna e possono avviare o interrompere il servizio quando vogliono. Questo tipo di accordo è anche noto come condivisione delle colture o sistemi di cassa. In questi casi, l’agricoltore può integrare ogni cassetta con prodotti portati da aziende vicine per una varietà più ampia. Quindi, c’è una distinzione tra agricoltori che vendono cesti prepagati del raccolto della stagione successiva o un abbonamento settimanale che rappresenta il raccolto di quella settimana. In tutti i casi, i partecipanti acquistano una quota del raccolto dell’azienda, stagionalmente o settimanalmente, in cambio di ciò che l’azienda è in grado di coltivare con successo.

Un vantaggio dello stretto rapporto tra consumatori e produttori è la freschezza dei prodotti, poiché non devono essere spediti a lunghe distanze. La vicinanza dell’azienda ai soci aiuta anche l’ambiente riducendo l’inquinamento causato dal trasporto dei prodotti. Inoltre, in alcuni allevamenti ARC spesso vengono inserite ricette e novità nei cestini che vengono consegnati, dove vengono annunciati i giorni di visita e di lavoro in azienda. In un breve periodo di tempo, i consumatori sanno chi produce il loro cibo e quali metodi di produzione vengono utilizzati, e questo non ha prezzo.

I prezzi di abbonamenti, quote o panieri possono variare notevolmente. Le variabili includono anche la durata della stagione degli abbonamenti, la quantità media e la selezione degli alimenti in abbonamento, il numero degli associati e così via. L’alimentazione stagionale è coinvolta in quanto gli abbonamenti sono normalmente stabiliti in base alle stagioni di crescita, il che implica una quantità minore all’inizio e alla fine della stagione e il cambio delle varietà con il progredire della stagione. Alcuni ARC offrono diverse opzioni di abbonamento per periodi, come abbonamenti per tutte le stagioni o per l’alta stagione. Alcuni sistemi ARC possono accettare manodopera al posto di una parte dei costi di abbonamento.

Le ragioni principali per appartenere ad un sistema di Agricoltura a Responsabilità Condivisa sono solitamente: il desiderio di mangiare prodotti biologici e di stagione, conoscere l’origine del cibo, sostenere il consumo locale, l’attenzione per un ambiente sano, promuovere l’occupazione rurale, favorire la creazione di reti collaborative, eccetera.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *