Suggerimenti

Talee di garofano: [Concetto, tempo, radicamento e semina]

Cosa significa piantare per talea?

Piantare per talea significa seminare un frammento di una pianta che può essere il fusto, la foglia, il rizoma o la radice in modo che ne emerga una nuova con le stesse caratteristiche da cui ha avuto origine.

Le talee possono essere: tenere, giovanili, semimature, legnose, gemme, fogliari e radicali. 

Piantare per talea è un procedimento molto utile per quelle piante che non producono semi o che ne producono un numero limitato. Attraverso la semina per talea si può moltiplicare un buon numero di piante da un singolo esemplare: omogeneo e di buona qualità commerciale.

Ci sono molti vantaggi della semina per talea, è un metodo di clonazione semplice, facile da eseguire e se si seguono le procedure, il successo può essere raggiunto.

La messa a dimora del garofano per talea è la sua principale forma di riproduzione e il numero dei suoi fiori, la loro dimensione e le varietà esistenti devono essere presi in considerazione per eseguire il processo appropriato.

Qual è il momento migliore per piantare talee di garofano?

Il momento migliore per piantare talee di garofano è la primavera-estate. Oggigiorno e con le moderne tecniche di riproduzione, l’impianto di talee di garofano può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno.

Gli specialisti ritengono che il periodo dell’anno in cui viene praticata la talea sia un aspetto importante per la buona riuscita della riproduzione del garofano o di qualsiasi pianta.

Come far radicare correttamente le talee di garofano?

Per garantire una corretta radicazione delle talee di garofano, si consiglia l’uso di regolatori di crescita di tipo auxina per accelerare il loro sviluppo e ottenere una buona qualità delle loro radici. 

Le talee di garofano prelevate da giovani piante madri si radicano rapidamente e si sviluppano meglio. 

Affinché le talee di garofano possano radicarsi correttamente, devono essere collocate in ambienti di serra, mantenendo un’umidità superiore al 95%. Gli orticoltori consigliano di conservare le talee su un substrato sterilizzato a una temperatura di 20º C. In questo modo il garofano attecchirà in circa 3 settimane.

Come dobbiamo prendere le talee di garofano per piantarle?

Le talee di garofano vanno prelevate principalmente da piante madri sane e robuste e prive di fiori .

Affinché la talea del garofano sia adatta alla coltivazione, deve essere prelevata dalla parte centrale del fusto, poiché i nodi inferiori sono meno vegetativi e i nodi superiori danno luogo a una crescita prematura.

Si raccomanda che la talea sia lunga da 10 a 15 cm e con 5 o 6 paia di foglie. Ma la consistenza della talea del garofano non deve essere né eccessivamente legnosa né eccessivamente erbacea.

Gli esperti raccomandano di raccogliere manualmente le talee di garofano per prevenire la diffusione della malattia. Il momento migliore per prelevare le chiavi è nelle ore più fresche del mattino. Gli attrezzi da giardinaggio per prelevare talee di garofano devono essere disinfettati.

Quanto tempo dobbiamo lasciare le talee di garofano in acqua?

Il garofano, essendo un tipo di pianta floreale, può essere posto in una soluzione radicante prima di procedere alla sua coltivazione. Le talee di garofano possono essere conservate in ambienti freddi dove le talee radicate possono durare 15 giorni e le talee non radicate possono durare fino a 2 mesi.

È conveniente usare il compost o il compost?

Per la coltivazione del garofano per talea è conveniente utilizzare un fertilizzante che può essere una miscela di torba bionda, torba nera , compost di alghe e un po’ di bicarbonato di calcio per controllare il pH del terreno.

È importante sapere che il garofano ha bisogno di avere un equilibrio di azoto , fosforo e potassioIl fosforo è molto importante nelle prime fasi dello sviluppo, poiché migliora la crescita dell’apparato radicale. 

Da parte sua, il potassio migliora l’aspetto del garofano e aumenta il vigore delle piante. Ma la mancanza di potassio può portare alla formazione di fusti deboli di poca consistenza e piccoli fiori. 

Bisogna fare molta attenzione con la fecondazione del garofano poiché un eccesso di azoto si traduce in una maggiore sensibilità alle malattie e un aumento dei germogli ascellari.

Gli specialisti consigliano che gli apporti nutrizionali vengano effettuati: in sottofondo, cioè dopo un taglio profondo 50 cm e il mantenimento tramite fertirrigazione.

Il garofano supporta alti livelli di salinità, sia nel suolo che nell’acqua di irrigazione, sebbene il livello ottimale di salinità sia di circa 2dS/m. Valori superiori a questo hanno un effetto negativo sulla qualità del fiore.

Il fertilizzante o compost per la coltivazione del garofano dipende anche dalla specie e dal colore della pianta. 

Quanto tempo ci vuole di solito prima che esca un taglio di garofano?

Il tempo necessario per la fuoriuscita di una talea di garofano dipende dalla tipologia se è uniflora o multiflora, ma generalmente in due mesi si vedono nuovi steli e in un altro mese si vedono i boccioli del nuovo fiore.

Bibliografia e riferimenti

  • Bent Ana. (2019). Grande libro di giardinaggio indoor. Prima edizione. Servilibro Ediciones, SA Madrid-Spagna. PP 43-47.
  • Manuale di propagazione delle piante superiori . Università Metropolitana Autonoma. Prima edizione digitale 2017, Coyoacán. Messico PDF.

Banca dati digitale

  • Jmqj.com. Riproduci facilmente i garofani . Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=WBO51c19rpM
  • Bonavebe.com. Riproduci facilmente i garofani per talea . Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=IYh8ue8FB8A
  • Ecured.com. talee Riprodotto da : https://www.ecured.cu/Esqueje
Nella nostra pagina puoi saperne di più sulla riproduzione per talea di alcune piante e alberi:
  • Talee di rosa.
  • Talee del cespuglio di rose in patata.
  • Talee di olive .
  • Ritagli di rosmarino.
  • Talee di lavanda.
  • Talee di gelsomino.
  • Talee di edera .
  • Talee di geranio.
  • Talee di mandarino.
  • Talee di cipresso.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Dracena marginata.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Camelia .
  • Talee di cactus.
  • Talee di bouganville.
  • Talee di bambù.
  • Talee di patate dolci.
  • Talee di bosso.
  • Ritagli di carciofi .
  • Talee di begonia.
  • Talee di alberi.
  • Ritagli di mandorle.
  • Talee di aloe vera.
  • Talee di oleandro .
  • Talee di agrifoglio.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.