Piante

Caratteristiche e coltivazione del Pinus radiata (Pino di Monterrey)

In questo dossier ci addentreremo nel mondo del genere Pinus. Nello specifico, in una specie poco nota, il cui nome scientifico è Pinus radiata.  È conosciuto come pino di Monterey, pino insigne o pino della California, poiché è comune trovarlo in quella zona.

Questo tipo di specie è stato meno in piantagione negli ultimi anni, a causa di fenomeni di siccità e pestilenze di grande importanza. Ecco perché è importante conoscerne tutte le caratteristiche per vedere vie di protezione e moltiplicazione.

Caratteristiche del Pinus radiata o pino di Monterey

Pinus radiata è una specie di pino (genere Pinus) che cresce facilmente nel continente americano, in particolare negli Stati Uniti e nelle zone calde, come la California.

La sua taglia è grande, anche se leggermente inferiore rispetto ad altre specie dello stesso genere. Una taglia media è compresa tra 20 e 30 metri di altezza per le specie adulte e con molti anni di crescita.

Il vantaggio che il pino di Monterey ha rispetto ad altre specie è la sua rapida crescita fintanto che trova un’area calda e una buona qualità del suolo.

Attualmente è distribuito in quasi tutto il mondo. L’area più importante è l’America, anche se c’è una grande presenza di questi esemplari in Europa, Oceania (soprattutto in Nuova Zelanda) e persino in Africa (Sud Africa).

tassonomia

  • Ordine:  Pinales
  • Famiglia: Pinacee
  • Genere: Pinus
  • Specie: Pinus radiata

Pinus radiata in Spagna

In Spagna possiamo trovare anche specie raggruppate di Pinus radiata. Le zone di maggiore presenza sono quelle del nord, nelle zone umide della Cantabria, della Galizia, delle Asturie e dell’Euskadi. Ne troviamo anche alcuni esemplari diffusi in tutta l’area mediterranea dell’Andalusia, Murcia e Catalogna.

Attualmente occupa un’area di 400.000 ettari in Spagna. Le aree principali sono i Paesi Baschi (67%), la Galizia (12%) e le Asturie (11%).
  Asturie  ( 11%),  Galizia  ( 12%) e  Paesi Baschi  ( 67%).

Attualmente, gli usi che si fanno dell’albero sono a scopo di legname, poiché ha un legno molto pregiato per la fabbricazione di mobili. Infatti, il 13% del legno che viene abbattuto ogni anno in Spagna è pino di Monterey.

Evidenzia anche l’uso del legno per la produzione di pasta di carta, qualcosa che è stato apprezzato in molti paesi, oltre alla sua facilità di crescita, per il rimboschimento.

Cura principale di  Pinus radiata

Climatologia

Il miglior profilo climatologico per lo sviluppo del pino di Monterey è un clima medio tra caldo e temperato. Non tollera eccessivamente le basse temperature, sebbene abbia una buona resistenza al gelo.

Nelle zone fredde dove viene coltivato, di solito è vicino alla costa, quindi le temperature sono molto più miti in inverno.

caratteristiche del suolo

Pinus radiata richiede terreni profondi e consigliati con un livello medio di sostanza organica. Devono offrire un buon drenaggio, soprattutto nelle zone dove c’è molta pioggia (maggiore di 1500 mm).

Per la sua crescita ottimale necessita di terreni leggermente acidi (pH 5-6,5) essendo una specie leggermente acidofila.

Irrigazione e fabbisogno idrico

Uno dei vantaggi del pino di Monterey è la sua resistenza alla mancanza d’acqua, soprattutto nei mesi estivi, dove può durare 4 mesi senza precipitazioni e temperature elevate.

Tuttavia, in condizioni normali, il fabbisogno idrico di questa specie è moderato.

Piaghe e malattie

Uno dei parassiti più significativi del genere Pinus  è attualmente la processionaria del pino. Pinus radiata infatti è abbastanza incline a questo bruco e questo significa che le popolazioni mondiali sono diminuite notevolmente negli ultimi anni.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.