Suggerimenti

16 consigli per essiccare erbe aromatiche o piante aromatiche e officinali in casa

Un modo per sfruttare il nostro giardino di piante aromatiche e officinali è quello di essiccare le piante in modo che possano essere utilizzate in qualsiasi momento, sia per inserirle nelle ricette di cucina, sia per realizzare tutti i tipi di rimedi casalinghi naturali .

Essiccando le erbe ci assicuriamo che si mantengano in perfette condizioni per lunghi periodi (anche un anno), e alcune di esse, come la salvia, più a lungo sono secche, più hanno sapore.

Come essiccare erbe aromatiche e officinali

Con questi suggerimenti puoi asciugare facilmente le tue erbe aromatiche e officinali a casa:

1.- Raccogliere le piante quando la rugiada del mattino è evaporata e prima di mezzogiorno.

2.- Se quello che stai cercando è la radice o il tubero, il momento migliore sarà la notte o il tardo pomeriggio.

3.- Nelle piante che hanno fiori, scegli quelle che hanno i fiori che stanno per aprirsi o che non si aprono affatto

4.- Mentre li tagli, capovolgili e scuotili delicatamente per eliminare eventuali insetti o polvere che potrebbero avere e riponili.

5.- Puoi farli passare attraverso l’acqua per lasciarli puliti prima di asciugarli. Poi li lasceremo ad asciugare su cotone o carta assorbente. Non devono essere esposti al sole durante questo processo, poiché i loro principi attivi potrebbero essere alterati.

6.- Evitare di utilizzare sacchetti o scatole di plastica per trasportarli o conservarli. Usa invece carta, stoffa e legno.

7.- Le erbe devono essere essiccate in un luogo buio, ben ventilato, senza umidità e ad una temperatura compresa tra 23 e 25ºC.

8.- Non essiccare mai le erbe alla luce diretta del sole, questo ne altera i componenti e si rovinerebbe. Anche le zone ventose dovrebbero essere evitate, poiché volatilizzeranno gli oli essenziali delle erbe.

9.- Un’opzione è creare piccoli bouquet, legarli con uno spago e appenderli a testa in giù. Li terremo così tra 4 giorni e 2 settimane, a seconda della pianta e se asciughiamo solo foglie o mazzi con rami.

10.- Se le foglie sono grandi, possono essere separate dal gambo quando le metti ad asciugare.

11.- Un altro modo per asciugarli è metterli nei cassetti dove ci sarà una rete o una griglia nella parte inferiore in modo che l’aria possa circolare, quindi metteremo un panno di tessuto naturale (lino, cotone …) e poi le erbe.

12.- Cerca di non utilizzare fogli di riviste o giornali in qualsiasi momento durante il processo, a causa del contenuto che hanno nell’inchiostro.

13.- È meglio non tagliare foglie e fiori, meglio lasciarli interi in modo che mantengano tutte le loro proprietà.

14.- Osserva giorno per giorno come procede l’essiccazione, se si asciugano troppo a lungo potrebbero addirittura perdere tutte le loro proprietà e diventare cenere.

15.- Potrai vedere che i fogli sono pronti per essere riposti quando hanno una certa rigidità e quando provi a piegarli si rompono. Nei fiori, invece, acquisiscono maggiore flessibilità.

16.- Una volta asciutti, li conserveremo in vasetti di vetro opachi con chiusura ermetica. Si consiglia di etichettarli con il nome, la data e qualsiasi altra informazione che ritieni importante ricordare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.