Suggerimenti

Acqua di riso per piante: benefici e come prepararla

Quando si prepara il riso, l’acqua di cottura tende ad essere buttata via. Sapevi che questo è uno spreco e che puoi usare quell’acqua per molte cose, inclusa la cura delle tue piante? I benefici dell’acqua di riso per le piante non sono un mito, oltre ad essere un modo eccezionale per utilizzare al meglio sia l’acqua che il cibo, contribuendo così a dare un po’ più di sostenibilità e di pensiero ecologico al proprio modo di vivere.

Se vuoi imparare come preparare il fertilizzante di riso per le piante dall’acqua di riso, non andare via e unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui parliamo dei benefici e di come viene preparata l’acqua di riso per le piante.

L’acqua di riso va bene per annaffiare le piante?

Nessuno vuole rischiare di danneggiare le proprie piante con un prodotto che potrebbe non essere benefico, e il gran numero di voci e miti che spopolano nel mondo del giardinaggio, molti dei quali sbagliati e persino pericolosi per il raccolto, lo rendono normalissimo e sano diffidare di quelle soluzioni miracolose con cui tutti sembrano predicare.

Tuttavia, in questo caso possiamo tranquillamente affermare che l’acqua di riso per piante non è una voce infondata: i suoi benefici sono più che provati e non c’è alcun rovescio della medaglia. Innaffiare le vostre piante con l’acqua di riso è un ottimo modo per concimarle e dare loro un apporto extra di nutrienti, sfruttando un prodotto che stavi per buttare via.

Benefici dell’acqua di riso per le piante

I benefici dell’acqua di riso per le piante sono molteplici.

  • È un liquido molto ricco di sostanze nutritive, che è un fertilizzante di prim’ordine per le colture. L’acqua di riso è ricca di proteine, fibre, aminoacidi, calcio, fosforo, ferro, zinco e potassio, oltre a una grande quantità di vitamine, tutte molto benefiche per lo sviluppo delle piante. Contiene anche fertilizzanti NPK in misura minore, che sono i macronutrienti essenziali di cui ogni pianta ha bisogno per crescere ed essere sana. Ti consigliamo di leggere anche questo altro post su Come fare i fertilizzanti organici fatti in casa.
  • Usando questo prodotto fornisci l’ amido di riso per le piante. L’amido è uno zucchero che le piante sintetizzano attraverso la fotosintesi e che immagazzinano per quando hanno bisogno di nutrienti, quindi dare alla pianta una scorta extra di esso renderà le cose molto più facili per lei.
  • Allo stesso modo, i carboidrati che contiene l’amido sono un alimento molto prezioso per i batteri benefici del terreno, che aiutano a scomporre la materia organica che contiene in elementi che le radici delle piante possono assimilare.
  • Mantenendo la pianta forte e una sana popolazione batterica, favorisce anche un ambiente molto più resistente alla comparsa dei parassiti, che avranno minori possibilità di imporsi sulla coltura.

Come si prepara l’acqua di riso per le piante

Esistono diversi modi per utilizzare l’acqua di riso per innaffiare le piante e rafforzarle, anche se in tutti i casi c’è un punto molto importante da non trascurare: non salare l’acqua per far bollire il riso se si intende utilizzare l’acqua di riso.riso per le tue piante. Il sale è un elemento molto dannoso per la maggior parte delle colture, che, aggiunto all’acqua di irrigazione, non solo annullerebbe le proprietà benefiche dell’acqua di riso, ma danneggerebbe gravemente anche la salute delle vostre piante e del suolo. Puoi aggiungere il sale in seguito, direttamente sul tuo riso cotto per mangiarlo, se non vuoi rinunciare alla sua acqua. Segui questi suggerimenti per preparare l’acqua di riso per le piante:

  • Lessate il riso, ma senza aggiunta di sale, olio o spezie, e quando sarà cotto scolatelo a vostro piacimento, tenendo da parte l’acqua.
  • L’importante è ottenere un’acqua di riso molto ben filtrata e priva di impurità. Puoi filtrarlo con un colino di stoffa fine o un setaccio una volta che il riso è bollito, in modo da poterlo utilizzare per le tue piante.
  • Dovresti anche tenere a mente che dovresti lasciare raffreddare l’acqua del riso a temperatura ambiente, poiché calda potrebbe danneggiare le piante.
  • Allo stesso modo, se lo lasci riposare troppo a lungo, perderà tutte le sue proprietà benefiche, quindi è inutile per la conservazione, dovresti usarlo lo stesso giorno in cui lessi il riso.
  • Uno dei modi per utilizzare l’acqua di riso è spruzzarla sulle piante sotto forma di irrigazione. Per questo, è particolarmente importante averlo filtrato bene in modo che non ostruisca lo spruzzatore. Diluisci due parti di acqua di riso in una parte di acqua, aggiungile allo spruzzatore e puoi spruzzare le piante con essa, sia dall’alto che sul lato inferiore delle foglie e sulla superficie del terreno, preferibilmente prima o ultima cosa in il giorno, che non dà un sole forte.
  • Un altro modo di utilizzare l’acqua di riso è il metodo dell’irrigazione di fondo o irrigazione per immersione, che impedisce alle piante che non tollerano l’umidità nella loro parte aerea di soffrire. Metti la pentola in un contenitore più grande, a cui hai aggiunto abbastanza acqua di riso in modo che sia qualche centimetro sopra il livello dei fori di drenaggio della pentola. In questo modo l’acqua penetrerà dal basso, venendo assorbita dalle radici e dal terreno. Dopo circa 20 minuti, rimuovi la pentola, lascia che rimuova l’acqua in eccesso e rimettila nella sua posizione abituale.

Se desideri leggere altri articoli simili a Acqua di riso per piante: vantaggi e come prepararla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.