Suggerimenti

Agrotossici: cosa sono, tipologie e utilizzo

Probabilmente hai sentito o letto il termine «prodotti chimici per l’agricoltura» in qualche occasione. Questa parola, con un suono così forte, racchiude tutta una serie di prodotti che vengono utilizzati quotidianamente nell’industria agroalimentare.

Se vuoi sapere cosa sono gli agrofarmaci, quali sono i loro tipi e usi, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui ti raccontiamo tutto su questi prodotti utilizzati in agricoltura e, naturalmente, in grandi volumi nell’agricoltura industriale.

Cosa sono gli agrofarmaci

Agrotoxic è la più negativa delle parole usate per definirli, poiché contiene la parola «tossico». Sono anche chiamati con i termini prodotto agrochimico o fitosanitario. In uno qualsiasi dei tre casi, la sua definizione è: trattasi di prodotti che hanno l’obiettivo di prevenire, combattere o distruggere i diversi parassiti, malattie o forme di vita animale o vegetale dannose per l’esercizio dell’agricoltura o per la salute del essere umano.

Tipi di agrofarmaci

Esistono diversi modi per classificare i prodotti agrotossici o agrochimici, sebbene la più comune delle loro classificazioni sia basata sul parassita o sull’obiettivo su cui agiscono:

  • Erbicidi: questi pesticidi sono responsabili dell’eliminazione della vegetazione avventizia, comunemente chiamata «erba infestante», che compete con le specie piantate per i nutrienti del suolo. Ad esempio, qui ti diciamo come rimuovere le erbacce dal prato.
  • Insetticidi: Gli insetticidi si distinguono in base allo stadio di sviluppo degli insetti che attaccano, che può essere l’uovo, la larva o lo stadio adulto. Esistono moltissimi insetti diversi che possono essere dannosi per la coltura, dai vermi e afidi alle mosche.
  • Acaricidi: come suggerisce il nome, questo tipo di agrofarmaci è responsabile della lotta contro un’ampia varietà di acari, anche in vari stadi del loro sviluppo.
  • Battericidi: i battericidi sono uno dei fitosanitari o agrochimici più utilizzati in molti paesi, e la loro funzione è quella di eliminare i batteri presenti nel suolo o nelle colture che causano malattie o basse produzioni.
  • Fungicidi: i fungicidi sono anche uno degli agrofarmaci più utilizzati in paesi come la Spagna e combattono i funghi dannosi per le piantagioni. Ci sono immediati e preventivi.

Esistono più tipi di prodotti fitosanitari meno comuni, come attrattivi e repellenti, nematocidi, che combattono i nematodi, molluschicidi, che eliminano molluschi come lumache e lumache, e rodenticidi, che combattono le specie di roditori.

Gli agrofarmaci possono anche essere differenziati a seconda che agiscano immediatamente, nel qual caso sono di azione shock, o se agiscano a lungo termine, nel qual caso sono di azione residuale.

Un’altra classificazione è la sua modalità di azione nella pianta. Quelli sistemici penetrano nella pianta e ne entrano a far parte dalla sua linfa, agendo così quando l’agente dannoso la attacca. I penetranti rimangono nella parte della pianta dove sono stati applicati, e quelli di contatto si limitano a rimanere sulla superficie dove sono stati applicati, essendo suscettibili di essere eliminati dalla pioggia o dall’irrigazione.

Uso di prodotti chimici per l’agricoltura

L’attuale industria agroalimentare dipende in gran parte dall’utilizzo di questi prodotti, che nella seconda metà del XX secolo hanno provocato la cosiddetta Rivoluzione Verde. Il suo uso diffuso non è esente da vantaggi o svantaggi, e vale la pena menzionarli separatamente.

Vantaggi degli agrofarmaci

L’uso di agrofarmaci innesca la produttività delle piantagioni, che consente di mantenere l’attuale modello di produzione alimentare. Aumentano la produzione, rendono il prodotto più economico, ne ritardano il deterioramento e migliorano l’aspetto che offre al consumatore.

Svantaggi degli agrofarmaci

I prodotti agrochimici hanno un gran numero di detrattori tra le organizzazioni ambientaliste a causa dei rischi connessi al loro utilizzo. Quando le misure di sicurezza adeguate non vengono rispettate o abusate, possono essere responsabili dell’inquinamento del suolo e dell’acqua e possono causare gravi rischi per la salute a causa di un uso improprio. Ciò è particolarmente evidente nei paesi in via di sviluppo o nei paesi in transizione, dove la mancanza di misure di sicurezza sufficienti provoca spesso gravi danni umani e ambientali.

Attualmente è in corso un confronto tra i movimenti ambientalisti, che denunciano i rischi e i danni alla salute causati dal consumo di prodotti con tracce di agrofarmaci, e l’industria fitosanitaria e farmaceutica, che ne negano le conseguenze se verranno rispettate le misure di sicurezza stabilite. Dato che studi scientifici di questo tipo sono molto difficili da dimostrare a breve termine e vi è un gran numero di interessi economici in gioco, è attualmente molto difficile stabilire un giudizio accurato al riguardo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Agrotossici: cosa sono, tipi e utilizzo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.