Suggerimenti

Aiuole riciclate: come delimitare le colture

Vari studi sostengono che le prestazioni per superficie con il sistema di lettiera sono doppie o triple rispetto a quelle ottenute in modo convenzionale con solchi o linee. Il segreto sta nel fatto che concimando abbondantemente il terrazzo, con un terriccio soffice e non battuto, si ottiene una densità di impianto molto più elevata del solito, associando piante con diverso sviluppo fogliare o radicale. Questo permette di conservare meglio l’umidità mentre l’ombra della massa vegetale rende difficile la proliferazione delle erbe infestanti e le poche che crescono vengono facilmente estirpate grazie al terreno soffice.

Come creare letti riciclati in giardino

Per creare una terrazza non è necessario spendere soldi, quindi oggi ti spiego come realizzare i tuoi letti riciclatiNon perderlo!

INTRECCIATURA DI RAMI

Cerca rami giovani e flessibili. Guida pali corti e solidi ogni 50-60 cm. Quindi dovresti intrecciare i rami tra i picchetti uno per uno, passando una volta davanti e una volta dietro, lasciando che i picchetti sporgano di almeno 2 cm dalla treccia. Come pali, puoi usare vecchi manici di attrezzi in legno che di solito sono abbastanza forti. I rami si danneggiano venendo a contatto con la terra umida e bisogna rinnovarli ogni 3 o 5 anni.

TAVOLE DI LEGNO

È possibile utilizzare, ad esempio, parti di vecchi pallet. Scava una scanalatura profonda da 5 a 6 cm, leggermente di più nei terreni duri. Installa uno strato di ghiaia sul fondo e appoggia le assi sopra. Riempire di terriccio e pressare in modo che sia ben compatto. Pianta un paletto solido in ciascuna estremità della tavola, sul lato esterno, e un altro al centro sul lato del giardino.

Affinché i margini reggano, sia in questa tecnica che nella tecnica dell’intreccio, i pali devono essere interrati almeno per un terzo della loro altezza . Le lastre possono essere conservate dai 5 ai 6 anni se le hai adagiate su un letto di ghiaia e se copri la parte da interrare con catrame norvegese.

BOTTIGLIE DI VETRO

Riutilizza le bottiglie di vetro poste in modo inverso, cioè con il beccuccio interrato nel terreno seguendo la forma che vuoi creare.

MARGINI VEGETALI

Ricavati da talee di cespugli, ad esempio, bosso, rosmarino e timo si riproducono facilmente con questa tecnica e daranno un tocco molto decorativo al giardino. Inoltre, essendo arbusti aromatici, possono aiutare a scacciare i parassiti e ad attirare gli impollinatori nel tuo giardino .

BANCHE STAGIONALI

Puoi anche realizzare un quadrato fisso con quattro vecchie piastre e fissaggi in metallo per gli angoli. Si può posizionare questo dipinto a terra in primavera , e dopo gli ultimi raccolti, viene riposto per proteggerlo dall’inverno .

L’uniformità non è essenziale, se mescoli terrazze di materiali diversi, il tuo giardino avrà molto più fascino . Una volta posizionati, i margini riciclati non necessitano di manutenzione, tranne per un’eccezione: se crei margini vegetali dovrai rifilarli una o due volte l’anno.

Come organizzare il giardino in sezioni?

Organizzare il giardino in quadrati non è solo una questione di design o decorazione, ma è anche un modo per facilitare le attività di giardinaggio . Non devono essere quadrati esatti, l’idea è quella di creare una forma geometrica semplice e simmetrica, bella da vedere e un po’ sopraelevata.

Questo perché è molto più facile seminare o piantare in linee regolari, oltre ad essere più comodo quando si eseguono lavori di manutenzione o al momento del raccolto. Organizzare l’orto in quadrati permette di avere un’area che può essere piantata o seminata in poche ore, solo in un pomeriggio.

Dimentica cerchi o triangoli se vuoi ridurre gli sforzi, anche se se non ti dispiace lavorare un po’ di più, possono essere molto decorativi.

Come inizio a progettare il giardino?

Puoi iniziare con un quadrato di 1 o 1,5 m . Questa superficie dovrebbe essere sufficiente per produrre almeno un piatto di verdure per 3 o 4 persone. Suddividilo in 9 quadrati , come se fosse una scacchiera; Per fare ciò, traccia i confini sul terreno usando corde o bastoncini e nastro di plastica . Rimuovere le erbacce e coltivare il terreno se necessario.

Delimitate ora il quadrato con un bordo largo circa 20 cm utilizzando le tecniche spiegate sopra. Riempilo con una miscela di pacciame, terriccio e compost o fertilizzante organico , creando così un substrato ideale per le tue verdure. Questo è uno dei vantaggi dell’utilizzo di frutteti in piazzali un po’ sopraelevati, poiché obbligano ad utilizzare un nuovo substrato, diverso dal terreno originario, che non sempre è il più adatto alla coltivazione.

La cura di una piazzetta come quella dell’esempio non richiede più di 5 minuti al giorno , alla portata anche della persona più indaffarata del mondo. In autunno , dopo la raccolta, ricoprite l’ intera superficie del quadrato con del compost se volete continuare ad utilizzarlo. In caso contrario, rimuovi i margini e mescola il pacciame arricchito con il terreno del tuo giardino.

Spero che questo articolo ti sia molto utile per creare terrazze nel tuo orto biologico e che tu condivida le tue esperienze con tutti noi. Ci vediamo al prossimo articolo!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.