Suggerimenti

Come creare un paesaggio esotico commestibile nella vostra serra

Se state pensando di ottenere un
o cercando di capire come fare buon uso del
che avete, che ne dite di usarlo per creare un paesaggio esotico e commestibile?

Pensare a una serra come a un semplice strumento per fare un salto di qualità nella coltivazione di ortaggi all’aperto è un modo molto limitato di guardare a un’estensione estremamente versatile del vostro spazio di vita e di giardinaggio.

Una serra, come qualsiasi altro spazio da giardino, può essere un luogo di bellezza e un modo per costruire il proprio legame con la natura. Può anche aiutarvi a coltivare alimenti perenni che altrimenti non crescerebbero nel vostro clima.

Con una buona pianificazione, un investimento di tempo e una spesa intelligente, potete trasformare la vostra serra in un bellissimo paesaggio commestibile che migliora la qualità della vita e aumenta l’offerta di cibo. Concentratevi semplicemente sulla gestione dei microclimi e sulla progettazione del paesaggio della vostra serra in base alle vostre condizioni reali.


Il problema della serra

Una serra blocca il vento e impedisce che il gelo si depositi sulle piante. Li protegge dalle piogge torrenziali e dalla neve. Anche le serre si riscaldano in modo eccezionalmente rapido non appena il sole splende, il che può farle riscaldare all’interno anche nelle giornate molto fredde.

Purtroppo le serre non regolano il calore in modo coerente da sole. A temperature sotto lo zero, se il sole è assente, possono raggiungere rapidamente oltre i 120ºF e uccidere le piante. Purtroppo, questo calore diurno si disperde non appena il sole tramonta, perché le serre non hanno la massa termica o l’isolamento ad alto valore R necessario per trattenere il calore.

Faccio giardinaggio da molto tempo. E francamente non conosco nessuna pianta che possa tollerare il tipo di sbalzi di temperatura che si verificherebbero in una serra non regolamentata. Quindi, per far crescere un paesaggio esotico commestibile tutto l’anno in una serra, dovrete trovare il modo di modulare il caldo e il freddo per creare un’area di coltivazione confortevole per le piante.


Produzione di calore in serra


1. pianificare la vostra futura serra in anticipo

Se hai appena iniziato la tua ricerca
nelle serre, quindi c’è molto da fare per fornire
il calore per la vostra serra senza dipendere dai combustibili fossili. Per
Ad esempio, crescere in un walipini può essere davvero vantaggioso in molti climi. Inoltre, l’uso dell’energia geotermica
installazione di calore o di razzi
Il riscaldatore in muratura funzionerà in spazi più ampi.

Anche l’ubicazione del sito e i materiali da costruzione hanno un forte impatto sul controllo del clima in una serra. Elementi come i muri in pietra o in calcestruzzo e la scelta di pannelli più isolanti saranno d’aiuto. L’integrazione nella vostra casa, in modo che diventi un dissipatore di calore, può essere efficace anche con un buon design.


2. installare il riscaldamento

Il modo più semplice per aggiungere e regolare il calore nella vostra serra esistente è quello di installare un riscaldatore che funziona con un termostato. Il costo di acquisto e di funzionamento dell’unità dipenderà dalle dimensioni della vostra serra e dall’utilizzo di riscaldatori elettrici, a gas, a propano o a paraffina.

Onestamente, poiché le serre tendono a perdere calore rapidamente di notte, far funzionare queste unità può essere un incubo per la vostra bolletta energetica. Ma è possibile ridurre notevolmente i costi utilizzando anche altri dispositivi passivi di assorbimento o di generazione di calore per preservare il calore prodotto.


3. I bacini dell’acqua catturano il calore

L’aggiunta di barili neri pieni d’acqua è di solito il modo più economico per immagazzinare tutto il calore prodotto durante il giorno e utilizzarlo di notte. Il colore nero amplifica i raggi del sole rendendo l’acqua nelle botti calda. Quando il sole tramonta, le temperature dell’aria fredda fanno sì che i barili cedano il calore che hanno catturato durante il giorno nella serra.

Collocarli sul lato nord della vostra serra e dove è necessario un maggiore isolamento ne migliorerà l’utilità. Inoltre, utilizzandoli vicino a piante meno resistenti al freddo, si dà loro un ulteriore grado di protezione contro il freddo.


4. Fai il tuo ACT nella serra

Se si produce Tè al compostaggio attivo (ACT), questa pompa genera anche molto calore. Così, facendo ACT nella vostra serra, non solo aggiungete calore, ma avete del tè al compost per nutrire le vostre piante durante i mesi più stressanti del freddo e della luce solare ridotta.


5. Aggiungere aquaponics

I sistemi Aquaponic hanno anche pompe per la generazione di calore e forniscono un altro pozzo d’acqua per conservare il calore. L’integrazione di un sistema acquaponico esteticamente gradevole nel vostro piano di progettazione può darvi accesso a più colture alimentari e aiutarvi a controllare il clima.


6. Compostaggio strategico e letti caldi

I cumuli di compost generano molto calore…
…se sono abbastanza grandi e costruite tutte insieme. Potete approfittarne
energia nella vostra serra risparmiando il vostro compost
e costruire batterie con il carbonio e l’azoto giusti…
materiali all’interno della vostra serra durante i mesi più freddi.

Potete anche creare un mosaico di caminetti adiacenti alle vostre aree di piantagione perenne per disperdere il calore nel terreno.


7. Aggiunta di altri mezzi termici

L’uso della pacciamatura, l’aggiunta di grandi pietre e il riempimento di aree vuote con piante in vaso intrappola anche il calore e protegge le radici delle piante nelle stagioni fredde. La copertura di serre con letti in pietra rialzati o blocchi di cemento verniciato scuro è sia attraente che isolante.


Raffreddamento di una serra

L’ombra strategica raffredda una serra

Come per il riscaldamento, dovrete pensare a come raffreddare la vostra serra durante i periodi caldi. È importante posizionare la serra in modo che le porte e le finestre siano inclinate per catturare la brezza.

Il più grande errore che ho commesso nel mio
l’installazione della serra non prevedeva in anticipo come sarebbe stata
il calore del giorno di sole generato in questo spazio. Fortunatamente, l’adattamento di un
E’ possibile anche una serra da tenere al fresco, se necessario.

Un traliccio ben posizionato o tele ombreggianti installate possono essere utilizzati per alleviare il calore delle piante. Un sistema di raffreddamento geotermico che aspira aria fresca dal terreno nella vostra serra nei giorni caldi è anche un’opzione in alcune località.


1. apritori automatici

Aprire porte e finestre prima che la serra si riscaldi è essenziale per controllare il calore durante il giorno. È possibile utilizzare gli apri finestre automatici che hanno un’anima in cera che si espande man mano che si riscaldano per aprire le finestre in modo economico. È possibile utilizzare apriporta elettrici se l’apertura delle finestre non è sufficiente.


2. buona circolazione dell’aria

Si possono aggiungere elettroventilatori per portare aria fredda o per far uscire aria calda. È anche possibile installare ventilatori simili a quelli che si usano in un bagno per far uscire più velocemente il calore.


3. Raffreddamento passivo

Tutto può diventare automaticamente costoso. Quindi, come usare i barili d’acqua per tenere al caldo, ci sono cose che si possono fare per mantenere la serra naturalmente fresca.

Creare un’ombra strategica utilizzando piante a tolleranza termica può essere meno costoso. Un limone o un ulivo ben posizionato può essere usato per proteggere le piante più sensibili al calore. Il panno ombreggiato può ottenere risultati simili.

Anche le piante hanno bisogno di luce per crescere. È quindi necessario fare qualche osservazione per capire il percorso del sole nei diversi periodi dell’anno e per pianificare correttamente la sua ombra. Ma una volta fatto questo, può essere utile posizionare una pianta che tollera il calore o un pezzo di tessuto ombreggiante ad angolo retto per proteggere le piante meno tolleranti al calore durante i picchi di calore.


4. Dispositivi autoalimentanti

Mantenere il terreno umido è anche essenziale per il comfort della pianta in condizioni di calore estremo. Usare vasi di argilla come vasi o sistemi di irrigazione automatica adattati al calore è un po’ come fornire aria condizionata nel momento peggiore della giornata.


Conosci le tue condizioni

Una volta implementate tutte le strategie per regolare le temperature nella vostra serra, è il momento di conoscere i vostri alti, bassi e medie.

È molto importante sapere cosa ci si trova ad affrontare nel giorno più caldo dell’estate e in quello più freddo dell’inverno per poter fare i propri progetti. Volete anche avere una buona idea delle vostre medie climatiche in modo da poter selezionare le piante che funzionano bene in queste condizioni.


1. fare pratica prima di piantare

Ecco perché potreste voler passare da sei mesi a un anno a coltivare piante per lo più annuali all’inizio, prima di fare il vostro progetto di paesaggio commestibile. Questo permette di praticare il giardinaggio nelle condizioni di serra appena create. Vi dà anche l’opportunità di fare aggiustamenti prima di impostare le perenni.


2. Indicatore di utilizzo dell’impianto

Personalmente, ho coltivato molti piccoli ortaggi come lattuga, barbabietole, rape e verdure varie. In questo modo, ho ottenuto un buon ritorno sullo spazio con un rischio limitato di perdita, dato che queste piante crescono rapidamente.

Ho anche coltivato piante indicatrici come il basilico e il cavolo. Il basilico non sopporta il freddo, quindi se mostra segni di stress, sapete che dovete riscaldarlo.

Il cavolo non può tollerare il calore, quindi se inizia a scappare, sai che non stai regolando abbastanza bene il tuo calore diurno.


Pianificare un paesaggio esotico commestibile nella vostra serra

Frutta del drago

Ora che tutte queste basi sono state completate, il passo successivo è quello di pianificare ciò che andrete a piantare nel vostro esotico paesaggio commestibile. Come per la progettazione di un paesaggio commestibile all’aperto, bisogna considerare quanto spazio si ha a disposizione per lavorare e che tipo di terreno si ha a disposizione.


1. controllare le condizioni del vostro terreno

Se hai intenzione di piantare in vaso, allora…
avete il controllo totale sulla terra che date alle vostre piante. Voi
è possibile acquistare o produrre miscele che producono il giusto pH e
i tassi di fertilità di ciò che si vuole far crescere.

Se avete intenzione di piantare nel
allora si deve tener conto delle condizioni del suolo esistenti. Voi
probabilmente sarà necessario aggiungere del fertilizzante e regolare il pH in base a
necessario per mantenere le piante che si vogliono coltivare. Oppure avrete bisogno di
per raccogliere piante che preferiscono il tipo di terreno e la qualità che già avete.


Qual è il vostro spazio disponibile?

Ci sono serre di tutte le dimensioni. Il mio spazio è largo 12 piedi di larghezza per 32 piedi di lunghezza, o 384 metri quadrati di spazio per il giardino commestibile. È come fare giardinaggio direttamente davanti a una casa e mi ha dato spazio per diversi alberi nani, arbusti, viti e molte altre cose.


3. Come espandere la superficie del pavimento

Anche con uno spazio più piccolo come 6 x 8
piedi, si può ancora ospitare qualche perenne, a condizione che
si lavora in una miscela di aiuole e contenitori separati per
per espandere il loro spazio. Pensate sia in verticale che in orizzontale.

Ad esempio, un albero nano può avere bisogno di un
zona delle radici del terreno di diversi metri di larghezza. Questo potrebbe costarvi la maggior parte dei vostri
lo spazio della serra. Tuttavia, mettendo dei vasi profondi su questo terreno
può piantare altre piante più grandi nella stessa zona.
spazio senza che siano in competizione per l’accesso al suolo.


4. Alcuni fattori che limitano lo spazio

Piantate le piante alte più lontano dal sentiero del sole e le piante corte davanti per garantire a tutti un buon accesso al sole. Assicuratevi di avere dei posti dove camminare in modo da poter accedere a tutte le vostre piante senza danneggiarle. Considerate anche l’altezza del tetto.


Infine – Selezione delle vostre piante esotiche

Galangal, cardamomo, vaniglia, erba gatta e lavanda

Ora, per la parte divertente, una serra ben progettata vi dà l’opportunità di coltivare cose che semplicemente non potete coltivare all’esterno nel vostro clima. Non posso dirvi esattamente cosa piantare perché dipenderà da tutte le decisioni che prenderete quando pianificate o adattate la vostra serra. Tuttavia, ci sono alcune cose di base da considerare quando si selezionano le piante in serra.


1. Limiti di temperatura

Tutte le piante hanno alti e bassi…
limiti di temperatura per la vitalità delle piante. Assicuratevi di scegliere le piante
che sopravviveranno agli alti e bassi che avete misurato nella vostra serra.


2. Trovare il punto ideale

Le piante hanno anche un punto di equilibrio o un intervallo di temperatura dove crescono meglio. Provate ad abbinare le piante che scegliete alla gamma media che siete stati in grado di ottenere nella vostra serra.


3. monitorare l’umidità

Ad alcuni piace l’umidità. Ad altri piace secco.

Le serre possono essere abbastanza umide. Le aree vicino alle porte possono essere più asciutte. Ma in generale, è una buona idea scegliere piante che possano tollerare un po’ di umidità.


4. Impianti di impollinazione

Le serre in genere non hanno tanti impollinatori naturali quanti sono i giardini all’aperto. Scegliete piante che non dipendono dalla fioritura (ad esempio rizomi) o che hanno parti maschili e femminili autoimpollinanti in ogni fiore. Oppure selezionate piante che hanno periodi di fioritura definiti, in modo da dovervi preoccupare solo dell’impollinazione manuale per qualche settimana, non tutto l’anno.


5. Livelli di assistenza

Se rendete la vostra serra un luogo bello e confortevole per il clima in cui volete trascorrere del tempo, allora prendersi cura delle piante è un piacere, non una difficoltà.

Tuttavia, se avete poco tempo, scegliete piante che richiedono un minimo di cura. Oppure automatizzate la cura delle piante delicate aggiungendo l’irrigazione al vostro piano di progettazione.


6. Dettagli di design

Penso che ogni giardino dovrebbe avere un posto dove sedersi e alcuni dettagli decorativi per farlo sentire come a casa.

Non abbiate paura di aggiungere tocchi personali che vi piacciono. Anche in una piccola serra, una panca stretta o delle sedie pieghevoli possono essere utilizzate per creare lo spazio che fa per voi!


La mia ispirazione per la serra

Come ho detto, non posso dirvi esattamente cosa coltivare. Ma posso dirvi cosa coltivo nella mia serra. I giardino in zona 7a. Abbiamo un buon numero di notti intorno ai 10ºF ogni anno. La maggior parte delle notti invernali stanno per congelare oltre questo limite.

Utilizzando molte delle tecniche sopra descritte e una spa in legno installata nella nostra serra come fonte di calore (e qualcosa di divertente da usare), mantengo la mia serra tra i 45 e gli 85ºF tutto l’anno. Lo tengo un po’ più caldo d’inverno, vicino alle mie giovani piante, usando pile di concime e mettendo delle stufe.

Ecco un elenco alfabetico di
cosa c’è nel mio paesaggio esotico e commestibile sul campo e in un
raccolta di vasi di diverse dimensioni.

Pimento, Annato, Arbequina Olive, Carciofi, Ashitaba, Alloro, Pepe nero, Cardamomo, Erba gatta, Sedano, Cannella, Caffè, , Galangal, Zenzero, Lavanda, Citronella, Limone Meyer, Menta piperita, Patchouli, Rosmarino, Tamarind, Tè, Vaniglia, Wasabi, una gamma rotante di verdure estive e invernali tolleranti all’ombra, e aggiungerò altre piante – non appena me le potrò permettere!

Inoltre, ho ancora spazio per iniziare a seminare in primavera e per propagare le piante da talea per sostenere le mie attività di giardinaggio all’aperto.


Conclusione

Il giardinaggio in serra non è solo un’estensione della stagione, è un modo totalmente diverso di pensare al giardinaggio. Mi ci sono voluti diversi anni per capire come utilizzare efficacemente la nostra serra domestica per la produzione di cibo e piante. Ma ora che l’ho fatto, non riesco a immaginare di non coltivare tutto questo cibo esotico in uno spazio che stavo risparmiando per l’inizio dei semi e delle verdure invernali.

Spero che prendiate in considerazione la possibilità di pensare al di là dell’estensione della stagione di base e di far crescere il vostro paesaggio alimentare esotico per il piacere di tutto l’anno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.