Suggerimenti

Come fare una coltura idroponica fatta in casa

Sai cos’è un giardino idroponico? Conosciuto anche come coltivazione idroponica o idroponica, è un sistema che viene utilizzato sempre più in tutto il mondo, sia a livello di grandi produzioni che in casa. È un modo di coltivare diverso da quello a cui siamo abituati oggi, anche se in realtà era usato nell’antichità. Ciò che lo rende diverso e, come indica il nome, è che l’acqua viene utilizzata come base per le colture al posto del suolo.

In EcologíaVerde spieghiamo in modo semplice come realizzare una coltura idroponica fatta in casa passo dopo passo. Prendi nota e impara a coltivare in modo facile ed ecologico.

Qual è il sistema idroponico domestico e le sue caratteristiche

I sistemi di agricoltura idroponica sono un insieme di tecniche che non utilizzano il suolo o la terra per coltivare e prendersi cura delle piantagioni, ma in questa agricoltura fuori suolo viene utilizzata l’acqua. Tra le caratteristiche della coltivazione idroponica troviamo che sostituisce il terreno o il suolo per l’uso dell’acqua, che può essere fatta con strutture molto semplici e complicarle gradualmente a seconda delle esigenze e che funziona perfettamente con un’ampia varietà di colture biologiche, ma soprattutto con piante di tipo erbaceo e molti tipi di piante da giardino.

Permette di coltivare piante sia indoor che outdoor, come in serre, tetti, terrazze, giardini o su terreni dove il terreno non è fertile.

Benefici e vantaggi di fare una coltura idroponica fatta in casa

Ci sono diversi vantaggi e vantaggi che possiamo trovare nella coltura idroponica, che dovrebbe essere conosciuta per sapere cosa possiamo ottenere e perché è considerata parte di un sistema di agricoltura biologica, a condizione che venga fatto un buon uso dell’acqua. Pertanto, i principali vantaggi e benefici della coltivazione idroponica sono:

  • Non è necessario avere molto spazio, quindi può essere utilizzato in casa ed è più economico, poiché la terra rende di più e la coltivazione è intensiva.
  • Non dipende molto dalle condizioni meteorologiche. Ciò consente una maggiore varietà di colture durante tutto l’anno.
  • Serve affinché la terra si riposi e si riprenda dalle precedenti coltivazioni, riacquistando fertilità, quindi è bene abbinarla a sistemi più tradizionali.
  • È perfetto per le zone dove il terreno è consumato, sterile o dove sono poche le aree adatte all’agricoltura.
  • È più difficile per le piante avere parassiti, malattie e, inoltre, non possono esserci erbacce.
  • È assicurata un’umidità adeguata e costante.
  • Il rischio di ristagni d’acqua delle radici è ridotto, poiché l’acqua è graduata, consentendo al contempo di irrigare uniformemente l’intera zona radicale.
  • Migliora notevolmente la qualità e la quantità della produzione.
  • Si evita lo spreco di acqua, poiché viene razionata e riutilizzata.

Puoi saperne di più su questo sistema in questo altro articolo di EcologíaVerde su Hydroponics, un’agricoltura più ecologica e sostenibile.

Come realizzare una coltura idroponica fatta in casa passo dopo passo

Se dopo aver saputo di cosa si tratta e tutti i suoi vantaggi, vuoi iniziare ad implementare questo metodo nella tua casa, dovrai procurarti un kit idroponico fatto in casa come quelli venduti nei negozi specializzati di giardinaggio e agricoltura, oppure raccogliere i materiali che puoi riutilizzare per crearlo.

Successivamente, ti spieghiamo passo dopo passo come realizzare una coltura idroponica fatta in casa e, ad esempio, puoi realizzare una coltura idroponica fatta in casa di pomodoro, lattuga, ravanelli, basilico e innumerevoli piante ed erbe aromatiche.

Materiale per fare una coltura idroponica fatta in casa

  • Contenitore o box scuro, come un box o una bacinella, che ha una profondità compresa tra 20 cm e 30 cm. È meglio se è scuro o opaco in modo che la luce del sole non influisca troppo sulle radici.
  • Air pump, cioè una pompa per produrre ossigenazione nell’acqua, come quella usata negli acquari. L’ossigenazione che produrrà aiuterà le radici a nutrirsi meglio e la pianta a crescere, oltre a prevenire la contaminazione dell’acqua.
  • Substrato con la giusta consistenza e nutrienti per il raccolto che hai scelto. In negozio lo specialista saprà guidarti al meglio nella scelta.
  • Soluzione nutritiva, sia le soluzioni idroponiche che si trovano nei negozi specializzati o fatte in casa se sappiamo di quali nutrienti ha bisogno la pianta.
  • Semi, germogli o semi germinati delle piante che hai scelto.
  • Tavola o tavola di legno o il coperchio del contenitore o della scatola stessa, per fungere da coperchio che sostiene le colture consentendo loro di raggiungere l’acqua e proteggere sia le radici che l’acqua stessa.
  • Tappo in plastica o gomma, non può essere in sughero perché andrà a contatto con l’acqua.

Passaggi per realizzare una coltura idroponica fatta in casa

  1. Usa semi, germogli o talee germinati, infatti se hai intenzione di utilizzare semi nuovi che hai acquisito nuovi, dovrai prima farli germogliare.
  2. Fai un buco sul fondo della scatola o del contenitore che hai scelto. Questo foro è quello che utilizzerai per drenare il contenitore per fare i cambi d’acqua, quindi inserirai il tappo quando dovrai trattenerlo.
  3. Riempi la scatola con acqua senza che raggiunga la cima.
  4. Praticare dei fori nel coperchio, con l’aiuto di una piccola sega o di un trapano. I fori devono essere della stessa dimensione.
  5. Passate le radici dei semi germogliati attraverso i fori, facendo attenzione a non danneggiarli, e lasciate che siano ben coperti dall’acqua, ma che il gambo sporga.
  6. Fissare il germoglio con il substrato scelto, che servirà non solo a dare stabilità alla pianta, ma anche ad assorbire meglio la soluzione nutritiva.
  7. Posiziona la coltura idroponica in un’area interna o esterna adatta, dove riceve molta luce naturale ma non sole diretto per molte ore.
  8. Posiziona la bottiglia dell’aeratore per ossigenare l’acqua, prova ad attivarla almeno ogni 3 ore per qualche minuto.
  9. Aggiungere la soluzione nutritiva all’acqua e al substrato. Cerca di seguire un calendario in base alle esigenze della specie che coltivi; nel negozio specializzato sapranno guidarti in questo aspetto.

Cos’è e come realizzare un sistema di coltivazione idroponica NFT

Esistono diversi sistemi idroponici oltre a quello di cui abbiamo discusso. Alcuni esempi dei sistemi idroponici che possiamo utilizzare sono l’idroponica del substrato, il sistema NFT, la radice galleggiante, l’acquaponica, l’aeroponica e il sistema modulare Cascade, tra gli altri. A parte quello che abbiamo citato, uno dei più utilizzati è il sistema idroponico NFT (Nutrient Film Technique o Nutrient Film Technique).

È un sistema verticale di canali o tubi inclinati, che contiene una soluzione nutritiva che circola costantemente. Le piante vengono poste sulla superficie superiore del canale, in buche alla stessa distanza, e le radici sono sempre a contatto, in misura minore o maggiore, con la soluzione nutritiva. La pendenza permette alla soluzione di cadere da un tubo all’altro fino ad un contenitore che sarà sul fondo, nel quale dovrà essere installata una pompa dell’acqua, oltre alla pompa dell’aria, per far risalire l’acqua con la soluzione. primo canale, quindi il sistema idroponico NFT è un circuito chiuso.

Si consiglia di procurarsi un sistema già assemblato e installarlo in casa su una parete adeguata, dove può essere verticale e fissato, oppure acquistarne uno a forma di piramide, con mensole, che non necessita di parete. Puoi anche realizzare una coltura idroponica NFT con diversi tubi in PVC con i fori, tubi di plastica o tubi di medio spessore, un grande contenitore, una pompa ad aria, una pompa dell’acqua, un piccolo substrato, la soluzione in acqua nutriente e i germogli.

Passaggi per realizzare un sistema idroponico NFT

  1. Fare i fori e montare i tubi.
  2. Collega i tubi o i tubi flessibili al tubo superiore e alla grande scatola o contenitore che andrà sul fondo. A seconda dell’angolazione che dai al sistema, potresti dover posizionare più tubi per collegare i tubi tra di loro e con la scatola sottostante che raccoglierà l’acqua, a seconda del design.
  3. Fissare bene tutti i pezzi tra loro e il muro o il supporto a forma di piramide.
  4. Aggiungere l’acqua con la soluzione nutritiva o la pellicola.
  5. Posiziona e attiva le due bombe.
  6. Metti i germogli nelle buche con un po’ di substrato alla base e assicurati che le loro radici tocchino l’acqua.

Suggerimenti per realizzare un raccolto idroponico domestico di successo

Ecco alcuni suggerimenti per realizzare una coltivazione idroponica efficace in casa:

  • La dimensione del contenitore che vi abbiamo indicato è indicativa, dovrete cercarne uno o più contenitori a seconda di cosa volete coltivare e della quantità. Si può optare per sistemi di barre in plastica tipo PVC e strutture metalliche. Tuttavia, la profondità minima ottimale è compresa tra 20 e 30 cm.
  • Tieni presente che la scatola o il contenitore devono essere opachi in modo che la luce non passi attraverso.
  • Avrai sempre bisogno di un sistema per ventilare l’aria nel contenitore e ossigenare l’acqua, quindi un’opzione semplice è una pompa per acquario, ma ci sono altri modi.Per scoprire le opzioni sul mercato, consulta un negozio specializzato.
  • I nutrienti necessari per la maggior parte dell’idroponica sono ossigeno, zolfo, rame, calcio, zinco, potassio, fosforo, ferro e azoto, tra gli altri. La maggior parte si ottiene con l’irrigazione continua, ma se noti che alcune piante si ammalano, controlla il pH e la composizione dell’acqua e includi i nutrienti necessari nell’acqua se ne mancano. Sempre in negozio ti aiuteranno a specificarlo e risolverlo.
  • Esistono diversi substrati adatti alla coltivazione idroponica, ma solitamente si utilizzano pietra pomice, sabbia, argilla espansa, lana di roccia o vermiculite. Inoltre, è possibile utilizzare il compost organico.
  • Fino a quando non imparerai a usare bene questa tecnica, ti consigliamo di iniziare a utilizzare semi già germinati, poiché saranno più facili da coltivare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come fare una coltura idroponica fatta in casa, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.