Suggerimenti

Cura dell’ortensia

Quando si avvicinano i mesi caldi, non sono pochi i giardini, i balconi e i terrazzi che vengono impreziositi dalla spettacolare fioritura delle ortensie. Queste piante, così diffuse e apprezzate per i loro splendidi fiori, sono molto più facili da curare di quanto molti pensino.

Per dimostrartelo, in questo articolo di EcologíaVerde abbiamo raccolto la cura delle ortensie in una pratica guida al giardinaggio. Unisciti a noi e non esitare a prendere una di queste piante, belle come pochissime.

Caratteristiche delle ortensie

Le ortensie sono un intero genere di piante chiamate Ortensie. Sono piante comunemente utilizzate a scopo ornamentale, che hanno la loro origine in alcune zone dell’Asia e dell’America, sebbene la quasi totalità provenga dal Giappone, dalla Corea o dalla Cina.

Si tratta di piante arbustive alte fino a 3 metri, ma generalmente molto più basse, anche se ce ne sono anche alcune che sono alberelli o liane. Sono entrambi decidui e perenni e fioriscono dalla primavera all’autunno.

I fiori delle ortensie formano grandi infiorescenze dai colori accesi e molto suggestivi, i cui toni dipendono dal pH del terreno in cui si trovano, anche se esistono fertilizzanti ricchi di alcuni elementi che aiutano a raggiungere il colore desiderato.

Cura dell’ortensia – guida pratica

In sintesi, queste sono le cure di base delle ortensie:

  • Luce: le ortensie non sono schizzinose riguardo alla luce che ricevono.
  • Irrigazione: richiedono un terreno con un livello di umidità costante.
  • Clima: apprezzano i climi temperati, non tollerano il gelo.
  • Terreno: è importante che il pH sia compreso tra 4,5 e 6,5.

luce e temperatura

Come abbiamo già accennato in precedenza, le ortensie non sono esigenti in termini di luce e sole. Puoi averli all’interno o in giardini ombreggiati senza alcun problema e le piante si svilupperanno correttamente fintanto che non sono nell’oscurità totale. Infatti è preferibile posizionarli in zone semiombreggiate, soprattutto in climi con sole molto intenso, poiché l’incidenza diretta di questo può danneggiarli.

Per quanto riguarda la temperatura, sono piante che apprezzano i climi temperati, sopra i 15ºC dalla primavera. In inverno non tollerano il gelo, quindi se la temperatura scende al di sotto di 0ºC, dovresti spostarli al chiuso.

terriccio per ortensie

Questo è il punto più importante nella cura delle ortensie, o almeno uno dei due più rilevanti. Le ortensie necessitano di un terreno con un pH compreso tra 4,5 e 6,5. Un punto medio di circa 5,5 sarà sempre la scommessa più sicura, ma poiché il colore dei fiori dipende dall’acidità del terreno, molte persone giocano con questo per ottenere i toni bluastri o rosa desiderati.

Con un pH inferiore a 5,5 i fiori tenderanno ad essere blu, mentre al di sopra tenderanno ad essere rosa. Inoltre, puoi utilizzare fertilizzanti o input specifici per aiutare in questo processo, ma fai molta attenzione a non rendere il terreno troppo alcalino, altrimenti le tue ortensie potrebbero soffrire di clorosi ferrica. In ogni caso, preparate terreni con un buon drenaggio, che vi aiuterà ad evitare problemi di ristagno idrico.

Dato che quelle dai toni blu sono tra le più ricercate, ecco un articolo sulle Ortensie blu: cura e come coltivarle.

innaffiare le ortensie

Insieme al pH del terreno, questo è l’altro punto chiave nella cura di queste piante. Le ortensie hanno bisogno di una grande quantità di acqua e umidità, richiedendo un’irrigazione costante per mantenere il terreno sempre umido.

Tuttavia, superare questo punto e allagare il terreno sarà fatale per le nostre piante, che potrebbero non sopravvivere. Per questo motivo è necessario annaffiarle molto spesso e in quantità non troppo abbondanti, in modo da mantenere il terreno umido ma senza allagamenti. Logicamente, un terreno con un buon drenaggio ci aiuterà molto in questo senso. Inoltre, evita di bagnare la parte aerea della pianta quando la innaffi, concentrandoti solo sul terreno.

Questo altro post può essere molto utile per sapere quando innaffiare le piante.

Potatura di ortensie

La potatura delle ortensie è molto importante per favorire la fioritura della pianta in primavera. Pota i grappoli di fiori appassiti non appena lo fanno per mantenere la pianta vitale e attiva.

In quest’altra guida al giardinaggio ti spieghiamo tutto sulla potatura delle ortensie: come e quando farlo.

Fertilizzante delle ortensie

Infine, fornire alle tue ortensie un fertilizzante adeguato in primavera le aiuterà a produrre i loro fiori in modo più forte. Opta per fertilizzanti organici naturali, o fertilizzanti specifici per le ortensie. In ogni caso fare attenzione ad alterare il pH del terreno.

Qui puoi imparare come preparare un fertilizzante organico per piante fatto in casa. Inoltre, di seguito potrete vedere il nostro video sulla cura delle ortensie.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura dell’ortensia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.